fbpx
Recensioni Serie TvSerie Tv

The Artful Dodger: l’inaspettata sopresa. Recensione della prima stagione della serie tv Disney+

Confesso che nulla mi aveva preparato alla serie tv The Artful Dodger. Avrei immaginato di tutto tranne che questa piccola produzione – all’apparenza banale, se non per qualche nome altisonante nel cast, diventasse il mio “Impero Romano”, per usare un’espressione che sembra essere diventata virale negli ultimi tempi. Infatti questa serie tv, prodotta da Starz e ora disponibile con i suoi otto episodi su Disney+, è proprio questo: una dipendenza.

Capita raramente eppure The Artful Dodger riesce nell’intento forse neppure prefissato di colpire nel segno senza lo sforzo di autoimporsi a prodotto di qualità. Miniserie volutamente di nicchia, sfrutta la giusta dose di novità, background letterario e mix storico-moderno, che ha sempre bisogno di un briciolo di coraggio per funzionare a dovere. Del resto, c’è un motivo per cui Marie Antoinette della Coppola lo ricordano tutti mentre praticamente nessuno ha visto Will, la serie tv che parla di un giovane William Shakespeare nei panni di una sorta di “rockstar elisabettiana”.

the artful dodger serie tv disney+ recensione
The Artful Dodger: Recensione serie tv Disney+; Credits: Starz

Direttamente dall’Oliver Twist di Mark Twain

Partiamo dal titolo, che già dovrebbe aver acceso un barlume di riconoscimento nei più attenti. Ci sono diversi adattamenti di Oliver Twist per il grande schermo, e tutti conoscono la triste storia del ragazzino raggirato dal malvagio Fagin e la sua banda di orfani fuorilegge. Uno di questi, curiosamente, era proprio il cosiddetto “artful dodger”, altrimenti Jack Dawkins.

Siamo nel 1850. In questa versione della storia, Jack Dawkins, interpretato da un sorprendente Thomas Brodie-Sangster, è ormai cresciuto e si è da tempo lasciato alle spalle Fagin (David Thewlis), Londra e la vita da fuorilegge. Dopo essere evaso di prigione, infatti, ha conseguito una carriera nella Marina, in cui è diventato un chirurgo. Professione che gli ha permesso di trovarsi un posto rispettabile in una colonia australiana, amministrata da un Governatore del tutto inetto, la sua sagace moglie e il suo braccio destro, il comandante Lucien Gaines (Damon Herriman). Superfluo ipotizzare che è proprio quest’ultimo, quando Fagin fa la sua ricomparsa nella vita di Jack, a puntare gli occhi su entrambi, sospettandoli di illeciti affari.

La parte più interessante della vita di Jack, tuttavia, al di là di un rivale nell’ospedale in cui pratica la propria professione, arriva nelle vesti della figlia del Governatore, Lady Belle (Mia Mitchell). La ragazza, determinata e indipendente, non vede l’ora di mettere alla prova i propri studi teorici sulla medicina per inseguire il sogno di diventare un chirurgo. E chi meglio del chirurgo con più di un segreto per aiutarla nei propri intenti?

LEGGI ANCHE: Period drama 2024 – Tutte le serie tv storiche in arrivo e dove guardarle

the artful dodger serie tv disney+ recensione
The Artful Dodger: Recensione serie tv Disney+; Credits: Starz

The Artful Dodger è la serie tv da manuale che non sa cosa sia la noia

Come già anticipato, la serie tv con protagonisti Thomas Brodie-Sangster (Maze Runner) e Mia Mitchell (The Fosters, Good Trouble) ha la tipica impostazione di un racconto da miniserie. C’è una trama orizzontale che ingrana alla perfezione, con Fagin e una banda di fuorilegge sempre più grande che non solo sconvolge le vite pacifiche e a tratti noiose degli abitanti di un’altrimenti banalissima colonia inglese ma convince progressivamente lo stesso Jack, inizialmente reticente, a riprendere le “vecchie abitudini”. David Thewlis (che ricorderete come Lupin in Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban) è un Fagin talmente perfetto da risultare odiabile al primo sguardo. La sua spregiudicatezza e totale incuria del prossimo e del benestare di chiunque che non sia sé stesso, ne fanno un co-protagonista anti-eroe ideale.

Viceversa, Jack Dawkins è l’eroe che prova ad evolvere, lasciandosi alle spalle il proprio passato spregiudicato. Ma non sempre la strada più giusta è anche quella più semplice da seguire ed è così che lo vediamo, progressivamente e senza quasi rendersene conto, ricadere nei vecchi schemi e vecchi imbrogli. Che sia l’influenza negativa di Fagin o il desiderio di guadagnare più di quello che la sua professione gli concede per aspirare ad un livello di vita più agiato, è di secondaria conseguenza.

L’ospedale è per Jack la casa che non ha mai avuto, anche se la sua stanza nel sottotetto ricorda terribilmente il tugurio in cui è cresciuto sotto l’ala del suo vecchio mentore. Ma il fascino del personaggio protagonista resta nel suo compasso morale, nella sua dedizione ai propri pazienti e nell’instancabile battaglia per dimostrare a Rainsford Sneed di essere un chirurgo migliore di lui. I suoi vestiti sono sempre scapigliati, come se fosse un attore appena sceso da un palcoscenico, l’espressione magnetica e gli occhi attenti. Amarlo è una sfida che lo spettatore è felice perdere.

thomas brodie-sangster e mia mitchell nei panni di jack dawkins e lady belle
The Artful Dodger: Recensione serie tv Disney+; Credits: Starz

Jack e Belle: la coppia di cui non sapevamo di avere bisogno (ma che ci meritiamo follemente)

Non siamo gli unici ad innamorarci di Jack Dawkins. Tra le cose meglio riuscite di questa serie tv in otto puntate c’è sicuramente la storia d’amore tra il dottore e la determinata Lady Belle. La chimica tra Thomas Brodie-Sangster e Mia Mitchell è probabilmente tra le sorprese più grandi che, sospetto, nemmeno i produttori dovevano aver previsto all’inizio.

LEGGI ANCHE: Maze Runner – Dove abbiamo già visto gli attore Thomas Brodie-Sangster e Will Poulter

I due, come ogni love story da occhi-a-cuore che si rispetti, inizialmente non si sopportano, anzi sono l’uno l’opposto dell’altra. Educata, istruita, posata lei dove lui, al contrario, è istintivo, sicuro di sé e arrogante al punto giusto. Ma basta un segreto condiviso e subito tra i due si accende una scintilla più luminosa della prima lampadina di Edison. Lo si vede quando i due si baciano per la prima volta, dopo tanti episodi pieni di sguardi fugaci ma magnetici. Lo si percepisce quando si sfiorano o si abbracciano e lo si soffre quando lui le salva la vita e si commuove alla vista del suo primo respiro dopo l’operazione.

Non ricordo una ship tanto salpata dai tempi d’oro della serialità (tra il 2009 e il 2017) – e sinceramente ne sentivo una grandissima mancanza.

the artful dodger serie tv disney+ recensione
The Artful Dodger: Recensione serie tv Disney+; Credits: Starz

I piccoli dettagli che fanno la differenza

All’ottimo cast e all’incredibile chimica dei protagonisti, si aggiunga che la serie tv The Artful Dodger riesce in quello che ormai sembra essere diventato un lontano orizzonte per molte serie tv: intrattenere. Con dialoghi scattanti, furbi e veloci, gli episodi scorrono uno dopo l’altro senza intoppi o momenti morti. L’azione e le rocambolesche avventure dei vari protagonisti – che si tratti di un duello tra chirurghi, di una cena a casa del Governatore con fuochi d’artificio o del piano di rubare una botte piena di intestino di balena – si susseguono con linearità ma intelligenza.

Contribuisce al complessivo quadro una gradevole attenzione ai dettagli. Partendo dai costumi, che si adattano al carattere di ciascun personaggio con eccellente gusto. Lady Belle è la nota di colore e simbolo della moda dell’epoca, con abiti colorati (non per forza storicamente accurati) e gonne voluminose. L’austero abbigliamento di Gaines, quello trasandato di Fagin o l’efficiente ma accattivante completo di Jack sono simbolo del carattere di ciascuno.

LEGGI ANCHE: Outlander 7 – Trama, cast, trailer, data d’uscita e dove guardarlo streaming

Da non dimenticare il posto speciale che occupa la musica nella miniserie. L’ambientazione storica fa il paio con una colonna sonora moderna, principalmente rock, regalando un contrasto antico-moderno che riesce ad assuefare occhi e orecchie. Passiamo da un’overture con “Joker And The Thief” dei Wolfmother (di recente sentita in Una Notte da Leoni) a brani come “Black Eyed Bruiser” nell’episodio 3 o “Black Betty” dei Spiderbait nell’episodio 5.
Chiudiamo dove avevamo iniziato, sulle note di “Joker and The Thief” con Fagin e Jack sul pavimento della cella in cui sono rinchiusi, mentre si rendono conto che in realtà quella che potrebbe apparire come la fine della loro storia, non è che l’inizio.

The Artful Dodger: La serie tv da recupare (ora) su Disney+

Per concludere, la serie tv in otto puntate disponibile su Disney+ non è solo “carina” ma vale davvero la pena di essere vista. Naturalmente non è la serie tv per chi è alla ricerca del mattone di serietà e spessore, con regia e sceneggiatura magistrali in valutazione per il prossimo Emmy o Golden Globe. The Artful Dodger è il piccolo guilty pleasure con cui passare un weekend sotto le coperte, un buon the caldo e degli snack, godendosi un prodotto leggero, ben scritto, ottimamente pensato e recitato.

Potete ringraziarmi quando (si spera) lo rinnoveranno per la stagione due. Fingers crossed.

Gradevole e ben riuscita

Gradevole e ben riuscita

User Rating: Be the first one !

Kat

Cavaliere della Corte di Netflix e Disney+, campionessa di binge-watching da weekend, è la Paladina di Telefilm Central, protettrice di Period Drama e Fantasy. Forgiata dal fuoco della MCU, sogna ancora un remake come si deve di Relic Hunter.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio