fbpx
0Altre serie tv

The Queen’s Gambit: seconda stagione in vista?

the queen's gambit

Non c’è nessun dubbio che The Queen’s Gambit – La regina degli scacchi – sia stata una dei successi più importanti di Netflix in questo 2020: i sette episodi hanno raccolto consensi sia dalla critica, che dai telespettatori, che hanno apprezzato l’interpretazione che Anya Taylor-Joy ha dato a Beth Harmon, un’orfana diventata una campionessa di scacchi di fama mondiale negli anni ’60.

anya taylor-joy

I fattori del successo della serie

Con a capo Scott Frank (Logan), questa nuova miniserie offre brillanti osservazioni sui rapporti uomo-donna, una storia dei personaggi accuratamente studiata, un ritratto devastante della tossicodipendenza, e riesce a far sembrare emozionante il gioco degli scacchi; senza contare un cast di tutto rispetto: oltre ad Anya Taylor-Joy, Bill Camp (Tamara Drew), Moses Ingram (Candace), Thomas Brodie-Sangster (Love Actually), Harry Melling (saga di Harry Potter) e Chloe Pirrie (Emma) .

Non deve stupire, quindi, se in molti si stanno chiedendo e sperano in una potenziale seconda stagione.

LEGGI ANCHE: Anya Taylor-Joy: 10 curiosità sull’attrice de La Regina Degli Scacchi

Tecnicamente una serie tv limitata

La prima stagione è l’adattamento dell’omonimo romanzo di Walter Tevis del 1983, quindi non ci sarebbe più materiale della fonte primaria da cui trarre ispirazione per una continuazione; ovviamente questo non ha mai fermato nessuno a Hollywood, basti pensare a Game of Thrones o Big Little Lies.

Se la storia si conclude nel finale di stagione, ci sono degli spunti da cui partire, per esempio, come reagirà Beth a questo suo nuovo successo? E come sarà la sua vita ora che ha raggiunto il suo scopo principale?

la regina degli scacchi Netflix

Parlando con Town and Country, il produttore esecutivo William Horberg (Milk) sembra suggerire che non ci sia motivo di rispondere a queste domande:

“L’ultima scena sembra una bellissima nota su cui finire la serie; forse possiamo lasciare al pubblico immaginare cosa succeda poi”.

LEGGI ANCHE: La Regina degli Scacchi: la bellezza narrativa che non ti aspetti. La recensione

Anya Taylor-Joy ha dichiarato che non direbbe mai di no alla possibilità di riprendere questo ruolo, ma che ha apprezzato come la storia di Beth si sia conclusa:

Amo questo personaggio e tornerei di sicuro, se me lo chiedessero, ma credo che abbiamo lasciato Bath ad un buon punto della sua vita; credo che vivrà di sicuro altre avventure, ma per quanto riguarda la sua ricerca di una sorta di pace, provare ad essere contenta con se stessa, credo che si sia conclusa positivamente’.

Mai dire mai

Con il cast potenzialmente d’accordo e con la costante presenza della serie tv nelle classifiche di Netflix da ottobre, le possibilità di una seconda stagione sembrano alte, tuttavia ci vorrebbe un po’ di tempo per vedere il prodotto ultimato: per prima cosa Frank e il suo team dovrebbero collaborare con chi gestisce i diritti delle opere di Tevis per costruire una continuazione alla storia. Inoltre, bisognerebbe trovare un periodo per le riprese che vada bene a tutti; per esempio l’attrice protagonista è impegnata al suo prossimo progetto, The Northman di Robert Eggers, dopodiché dovrebbe vestire i panni di Furiosa nel prequel di Mad Max: Fury Road.

Non ci resta che incrociare le dita e sperare in meglio.

Comments
To Top