fbpx
Da recuperareNews Serie TVRubriche Serie TVSerie Tv

Sherlock: 5 motivi per recuperare la serie tv

Sherlock serie televisiva targata BBC One è iniziata nel 2010 ed è una creatura del produttore esecutivo del reboot del Doctor Who, Steven Moffat. La serie TV ha riscosso fin da subito un successo internazionale, creando un vero fenomeno televisivo. Acclamata sia dal pubblico e dalla critica, soprattutto per la perfetta intesa tra i suoi due protagonisti, Sherlock è sia una serie molto intelligente che una fonte di puro intrattenimento. Brillante, divertente, emozionante e mai scontata, la serie BBC è rimasta nei cuori di molti fan. Se però ve la siete persa e ne avete solo sentito parlare…

Eccovi 5 motivi per recuperare la serie inglese Sherlock:

1. Sherlock Holmes by Arthur Conan Doyle

Sherlock

Sherlock Holmes nasce dalla penna di Arthur Conan Doyle nel 1887 con il romanzo ‘Uno studio in rosso’. Il primo caso di Sherlock e Watson venne pubblicato come romanzo di appendice e conquistò il pubblico molto velocemente, tanto che quando Doyle tentò di andare avanti e scrivere altre storie, uccidendo il personaggio nelle cascate di Reinchenbach, i fan si ribellarono e convinsero lo scrittore a riportarlo in vita. Questo è il fascino di Sherlock Holmes e del suo fedele compagno John Watson, dopo più di un secolo il personaggio è ancora famoso in tutto il mondo, le citazioni e gli adattamenti non si contano e continua ad a conquistare nuovi lettori in tutto il mondo.

2. Benedict Cumberbatch e Martin Freeman

Sherlock BBC
Martin Freeman e Benedict Cumberbatch in Sherlock

I nomi di Benedict Cumberbach e Martin Freeman non sono nuovi più per nessuno. Le due star internazionali hanno preso parte a grandi produzioni cinematografiche e televisive. Per citarne solo alcune, Freeman ha avuto il ruolo principale nella saga Lo Hobbit e in ‘Fargo’. Mentre Benedict Cumberbatch, prima che mettesse il cappello da caccia, si era distinto in alcuni ruoli minori e si era dedicato soprattutto al teatro, ma dopo aver messo i panni di Sherlock ha creato un vero e proprio esercito di fan, le Cumberbitches. L’attore ha preso parte a 12 Anni da Schiavo, Lo Hobbit e nel MCU è Doctor Strange. Perché tutto questo successo? Basta guardarli in Sherlock per capire che sono due grandi attori, e la chimica tra loro è così perfetta che ha dato materiale per molte fanfiction.

Una menzione speciale va anche ad Andrew Scott aka Moriarty; interprete della nemesi di Sherlock, Scott si è distinto per la sua recitazione assolutamente credibile che passa spesso dal drammatico al leggero.

LEGGI ANCHE: Sherlock: 13 curiosità sulla serie tv BBC con Martin Freeman e Benedict Cumberbatch

3. Le storie avvincenti e dei personaggi perfetti

Sherlock

Steven Moffat è il “colpevole” del reboot di Doctor Who ed è altrettanto ‘colpevole’ di ‘Sherlock’. Creato e prodotto con lo sceneggiatore Mark Gatiss (interpreta Mycroft Holmes nella serie) la serie prende le storie dei libri per portarli nell’era moderna e le dissemina di riferimenti. Riuscendo a non stravolgere le storie, Sherlock riesce comunque a non essere scontato per coloro che hanno già letto i libri. Uno dei punti di forza della serie sono le storie che si svolgono in 90 minuti, piene di twist e molto intriganti tanto da incollare lo spettatore allo schermo.

Altra forza trainante della serie sono i suoi due protagonisti e la loro affascinante caratterizzazione. Ogni episodio riesce ad indagare la psicologia dei protagonisti, andando sempre più a fondo. E lo stesso accade con la loro amicizia che nasce nel primo episodio per diventare sempre più complessa e salda. Merito grandissimo va comunque sempre al talento dei due interpreti e alla loro chimica pazzesca.

4. Londra

Sherlock BBC

Londra è una delle città europee più belle, e in questa serie non sfigura. Dalla periferia ai monumenti più famosi, Londra e l’Inghilterra sono vere e proprie protagoniste della serie, tra palazzi del potere, vicoli e locali. Questo è un elemento che distingue la serie da mote altre, di solito girate in interni o senza spostarsi molto dai soliti due o tre luoghi.

5. Quattro stagioni + 1

sherlock

Ciò che rende Sherlock così unico è il modo in cui sono impostate le stagioni. Ogni stagione è composta da 3 episodi, ognuno dei quali dura un’ora e mezza. Ogni episodio è fondamentalmente un vero e proprio film.

Ogni episodio vi lascerà con l’ansia di vedere subito il prossimo. Gli sceneggiatori hanno svolto un lavoro esperto nel creare singoli episodi che si ricollegano ad una trama più ampia. Si potrebbe pensare che i primi episodi non siano correlati, ma poi arriva il finale di stagione a cambiare le carte in tavola.

Il numero ridotto di episodi rende Sherlock perfetto il binge watch. Ma attenti, quando li avrete finiti la disperazione sarà insormontabile!

LEGGI ANCHE: Sherlock: 13 curiosità sulla serie tv BBC con Martin Freeman e Benedict Cumberbatch

Lisa Nieri

Amo le storie, che siano serie TV, film o libri. Sono sempre pronta a intraprendere un nuovo viaggio con un personaggio interessante. Che dire? Sono un'apprendista nerd!

Articoli correlati

Back to top button