fbpx
Pretty Little Liars

Pretty Little Liars: recensione dell’episodio 5.08 – Scream For Me

Altro giro, altra corsa: sembra che questo detto popolare si adegui perfettamente a questa nuova puntata di Pretty Little Liars a tema sportiva e, più in generale, al modo in cui I. Marlene King sta raccontando la storia di queste cinque ragazze della provincia americana tormentate e tormentanti.
L’episodio segue l’andamento altalenante e noioso che questa quinta stagione sembra aver deciso di adottare. Procediamo per gradi, anzi per personaggi.

tumblr_inline_n987wdPDLi1rfzmq2Partiamo da lei, dalla queen bee, Alison. Sotto quell’apparente aria di innocenza e sofferenza, la nostra big liar continua a mantenere saldo il suo potere psicologico sugli altri manovrando chiunque le capiti sotto tiro (o che decida di doverle capitare). Questa volta tocca a mamma Marin (che stia passando in rassegna tutte le mamme? Mancano mamma Montgomery e mamma Hastings, ma dubito quest’ultima entri nei suoi piani). Ashley è facilmente manipolabile come soggetto, lo sapevamo già, e dopo la sofferente visione del giaciglio creato da Alison nell’armadio lo diventa ancora di più. Qui la biondina sferra la carta vincente: assolda Noel Khan come A per irrompere in casa e spaventare a morte la signora Marin. Alison ha bisogno che finiscano le domande sul suo passato e sul finto rapimento.

Hanna è di nuovo vittima di se stessa: la vediamo vacillare per tutta la durata dell’episodio tra calze strappate, minigonne ascellari e pezzi di cibo tra i capelli. Diciamo che il suo non è sicuramente non periodo felice e il ritorno di Caleb e di Alison hanno completamente fatto vacillare il suo già precario equilibrio emotivo. Il primo però sembra essere un po’ più di conforto rispetto alla seconda, anche se potrebbe dirle ogni tanto di staccarsi dalla bottiglia di whisky. La seconda, invece, come al solito ne approfitta e cerca di rompere gli equilibri, anche lì precari, tra Hanna e la madre. La sua intromissione in casa sua, nel suo letto, nella sua cucina e soprattutto nel cuore di sua madre la condurranno dritta al fondo di una bottiglia. A peggiorare le cose i palpeggiamenti subdoli di Zach, proprietario del Brew ma soprattutto prossimo marito della madre di Aria, apparsa 50 volte circa in tutta la serie (questo per dire che ogni tanto ci siamo dimenticate di lei).

Pretty-Little-Liars-Episode-5.08-Scream-For-Me-Promotional-Photos-1_FULLA due giorni dalla festa del loro fidanzamento, il bel biondone a caccia di “bad girls” non riesce proprio a tenere a freno le manacce e pensa di posarle proprio sul didietro della nostra bionda/nera liar. Tralasciamo i discorsi sui modi di fare e sull’abbigliamento un po’ tirato di Hanna, questa storia probabilmente gli autori potevano risparmiarsela. Non mi pare che abbia contribuito granché all’intero processo narrativo. Ovviamente, Aria non ha creduto ad una sola parola di Hanna.

Passiamo ad Aria, alle prese quindi con il fidanzamento della madre. Ma soprattutto con le pazienti del Radley e con una in particolare, la compagna di stanza di Bethany che, per una root beer e un pacco di patatine, le confessa che la defunta signora De Laurentiis era molto vicina alla ragazza che ora giace nella bara di sua figlia tanto da regalarle un cavallo, Castor.
Indovinate chi va a cercare altre spiegazioni al maneggio? Ma ovviamente la nostra detective Emily, seguita a ruota da Spencer. Le due, dopo una serie di domande quasi senza risposta (se non quella offerta dall’istruttore Declan, secondo lui la signora Di Laurentiis avrebbe chiesto a Bethany di chiamarla zia Jessie), si aggirano quasi indisturbate nel cuore della notte alla luce di fulmini e saette alla ricerca di indizi che possano dare una ragione valida al loro viaggio. Ed ecco che spunta il berretto da cavallerizzo di M.H., lei che non c’è mai, ma c’è sempre, Melissa Hastings. Quale momento migliore per inscenare un nuovo agguato alle ragazze. Ma questa volta ad A va male, solo un occhio nero per Spencer.

Ultimi due fatti degni di nota:

  • mi dispiace per Mona, ma Sydney non mi sembra così pronta a fare il doppio gioco, visto che si è fatta sgamare abbastanza presto;
  • finalmente Toby ha trovato una giustificazione per mantenere il suo personaggio a galla. E poi nella schiera delle liars mancava un poliziotto amico. Break a leg, Toby e speriamo che tu riesca a raccontarci qualcosa di più su una delle poche storie interessanti di questa serie, quella di tua madre.
Comments
To Top