fbpx
Recensioni Serie TvSerie Tv

Pretty Little Liars: Recensione dell’episodio 5.04 Thrown From the Ride

Partiamo dal presupposto che l’unica vera novità di questo episodio riguarda l’acconciatura di una delle liars, questa nuova puntata di quello che fu un mistery teen drama segue il filo delle antecedenti.

Schermata 2014-07-03 alle 14.57.01Partiamo dall’inizio, dalla grande vera notizia: sì, Hannah Marin ha cambiato acconciatura. No, non crediamo che le doni molto. Il suo tentativo di allontanarsi dal suo modello di riferimento, dalla Alison a cui lei ha sempre sperato di somigliare (ben prima che Mona si insinuasse nella sua testa), non le permette poi più di tanto di distaccarsi da quello che oramai effettivamente diventata. É l’unico modo in cui riesco a leggere la scena del taccheggio nel negozio di vestiti, noiosamente lunga. I tormenti della Marin sembrano essere rimasti legati a dinamiche pre-adolescenziali.

Chi invece sembra iniziare a perdere nuovamente la testa (e non mi dispiacerebbe a questo punto rivedere un po’ di Radley) è Spencer. Al centro di una famiglia in la regola del condividere tutto sembra non essere mai esistita. Lei, incredibilmente intelligente quanto ingenua, sembra aver ritrovato tutte le sue paranoie. Sembra proprio che quella mail, l’ultima di Mrs D, fosse davvero indirizzata al padre. Che sia stato lui ad ucciderla, ad avvelenarla? Spencer vive questo tormento dalla prima all’ultima nota di quest’episodio. La condivisione di questo dolore con lei, la figlia della vittima a sua volta vittima di quest’ultima, è il momento in cui tutta quell’ansia, tutto quel fiatone sembra dissolversi. Sono entrambe vittime inconsapevoli di padri e madri che dietro una forma di serietà e professionalità nascondono istinti animaleschi e perfidia. “E’ solo che ci sono dei mostri sotto il mio letto, da tanto tempo. E ora che non ci sono più mi sento come se dovessi crearli io.” confessa Spencer ad Alison. “Ci sono ancora dei mostri la’ fuori, Spence.  – risponde la nostra rediviva – E ‘ solo che potrebbero non essere sotto ai nostri letti.”

Schermata 2014-07-03 alle 15.05.03E veniamo a lei, alla nostra -A (emblematica la scena del messaggio… sarà un segno?). Che non fosse un personaggio chiaro, che non potessimo capire da che parte stia realmente è un dato di fatto già dalla prima serie. Ma ora che è tornata, Ali sembra sempre più sospesa nell’incertezza, sempre più poco delineata. Come avevo già scritto nella recensione del 2° episodio di questa stagione, mi aspettavo di più dalla comunità. E anche da lei. Alison sembra ancora un animale in gabbia, con i piedi legati, anzi con un piede legato e l’altro in cerca di un punto di equilibrio. Ma la ricerca psicologica intorno al suo carattere sembra affievolirsi ogni qual volta lei compare sullo schermo. Sembra che si parli e si capisca di lei molto più quando lei stessa non è presente. Credo che sia in certo qual senso un effetto inevitabile (e voluto) dopo l’assenza / presenza del suo personaggio nelle passate stagioni.

Schermata 2014-07-03 alle 14.50.13E ora la linea romantica: gli Ezria son tornati, o perlomeno torneranno. Potevamo mai perdere la storia d’amore più tormentata degli ultimi anni? Aria fa ancora a botte con i sensi di colpa per aver ucciso Shana (chi mai metterebbe il video di un funerale su youtube?! Creepy!!!) e si affida nuovamente a quello che è stato in questi anni il suo porto sicuro. Eccoli lì a giocare a carte come se niente fosse, dimenticando per un po’ il passato e tutto quello che si sono detti. La scintilla è ancora accesa e forse il tempo sanerà le ferite.

Per concludere, che dire degli altri personaggi? Emily si barcamena noiosamente tra vecchi e nuovi amori, Mona compare sempre al momento giusto nel posto giusto per lanciare la pietra ed è di nuovo con noi Lucas. Vedremo se il suo ritorno sarà servito a qualcosa.

In sintesi, una puntata abbastanza noiosa, in linea con le precedenti, come detto all’inizio. Questa stagione poteva essere esplosiva, visto il ritorno in casa base di colei da cui tutto si è generato. Per ora le pll si tengono a distanza l’una dall’altra e soprattutto dall’ape regina.

Abbiamo tanti episodi davanti (ahimè) per scoprire cosa veramente sia accaduto. Magari iniziare a darci qualche indizio non sarebbe male.

5.04 Thrown From the Ride

Vogliamo risposte!

Valutazione globale

User Rating: 1.95 ( 1 votes)

Valentina Marino

Scrivo da quando ne ho memoria. Nel mio mondo sono appena tornata dall’Isola, lavoro come copy alla Sterling Cooper Draper Price e stasera ceno a casa dei White. Ho una sorellastra che si chiama Diane Evans.

Articoli correlati

2 Comments

  1. No vabè ma della bombetta di Aria ne vogliamo parlare? Io sinceramente ho perso la voglia di guardarlo, finchè c’era il trash almeno era divertente, ma ora la Marlene si prende troppo sul serio, scene con musiche lentissime primi piani sugli occhi, fotografia bluastra… ma per favore! é stato detto che essendo rinnovata per altre due stagioni gli autori abbiano già strutturato una trama per arrivare alla fine sapendo chi è la vera A, perchè lo scopriremo solo nell’ultima puntata dell’ultima stagione, quindi io non darei poco peso ai dettagli come Alison che si firma -A. Ed alla fine che sia lei potrebbe anche tornare. Inutile la turba psicologica di Hanna, vuoi rubare? Ruba pure ma almeno scegli meglio i vestiti! Inutili i magheggi del signor Spencer, e inutili le scene con Page… ah! Almeno ci facessero ritornare caleb e toby rimarrebbe lo “gnocco” di cui gioire 🙂

  2. Caterina concordo con te! Le scelte stilistiche di questo telefilm stanno prendendo una brutta piega.. Parlando di cose serie: 1) hanno tutte bisogno di un personal stylist che le porti sulla retta via; 2) mi unisco al tuo appello “dateci più gnocco”, così per non finire in agonia alla fine di ogni puntata.
    Io per Pretty Little Liars proverei a definire una nuova categoria di serie tv, perchè trash è veramente riduttivo…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button