fbpx
Recensioni Serie Tv

The Vampire Diaries – 1.08 162 Candles

Questa settimana sia Micra sia Maura sono M.I.A., il che significa che per la recensione di The Vampire Diaries vi cuccate la sottoscritta con tutta la sua acidità, uahahahaa!
Dunque dunque, dove eravamo rimasti? Ah sì: Damon aveva vampirizzato Vicky che, esaurite finalmente tutte le 7 vite, durante la festa di Halloween è stata impalettata da Stefan perchè si stava avventando sulla povera Elena.
Ma torniamo a noi, present day. L’episodio si apre a casa Salvatore: Stefan se la ronfa di gusto quando sente che qualcuno/qualcosa si aggira per la casa. Le inquadrature e le ombre sullo sfondo ci fanno sperare che una terribile minaccia si stia abbattendo su PL (Stefan aka Pesce Lesso, ma per gli amici solo PL) ma, mi spiace deludervi, si tratta di una vecchia amica di PL, Lexi. Lexi è una vampira molto anziana ma, al contrario del suo amicone Stefan, è piena di vita, frizzante, ma soprattutto ha una mimica facciale che le permette di cambiare le espressioni del viso. Ma come mai sono amici Lexi è in città? E’ il compleanno di Stefan che compie 162 anni (d’altronde il titolo dell’episodio non poteva trarci in inganno, a meno che non si parlasse di un piromane), ed è passato molto tempo dall’ultima volta in cui i due BFF si sono visti, e c’era perfino Bon Jovi all’epoca.

In città lo sceriffo Forbes interroga amici e familiari di Vicky per scoprire se qualcuno sia a conoscenza di ulteriori dettagli sulla sua scomparsa, ma tutti confermano la teoria per cui Vicky se ne è andata di propria volontà. Perfino Jeremy, che aveva già iniziato a rompere più del consentito, dopo il “lavaggio del cervello” ad opera di Damon, pare essersene fatto una ragione. Ma ovviamente Elena non può proprio fare a meno di fare la drama queen e comunica con non troppo tatto a Stefan di non voler più vederlo perchè non vede un futuro alla loro relazione date le loro opposte nature……..MA NO! magari fosse così serio il motivo, in realtà Elena non se la sente di mentire a suo fratello e agli altri riguardo Vicky. Ora, analizziamo per un momento la situazione: quando Vicky era viva, non faceva che copulare a destra e a manca, servire un paio di bicchieri al Mystic Grill e farsi due canne insieme ai suoi amici fattoni al cimitero. Suo fratello non la cagava di striscio; Jeremy ok, l’amava, ma lei non ha mai mostrato di fregargliene più di tanto; Elena, dacchè mi ricordi, non le ha mai rivolto la parola, pertanto: ma una bella pentola di affaracci tuoi no? Chiusa la parentesi-sfogo.
Continuiamo. E’ notte, e nell’ufficio dello sceriffo c’è una visita a sorpresa: Damon. E’ chiaro che ha in mente ben altro del semplice portarle la verbena, e infatti il vampiro cerca subito di scoprire a che punto stanno le indagini: lo sceriffo fa parte di un piccolo gruppo (circolo) in città a conoscenza dell’esistenza dei vampiri e del loro attuale ritorno a Mystic Falls. Sorvolerò sul fatto che trovo assurdo che, tenendo sotto “controllo” il fenomeno, o per lo meno conoscendo la minaccia dei vampiri legata alla città in passato, non le sia balzato all’occhio che i fratelli Salvatore abbiano lo stesso nome (e aspetto) dei due fratelli Salvatore di 160 anni prima, ma vabbè. Tuttavia lo sceriffo è abbastanza sveglia dal sospettare che probabilmente i vampiri non sono più costretti a vagare di notte ma possono tranquillamente aggirarsi per la città anche alla luce del sole. Eh sì, perchè c’hanno l’anello maggico loro.
Cambio di scena, siamo a casa di Elena. Bonnie la raggiunge in camera sua e la trova ancora a letto “I’m tired of thinking…of talking…” Elena siamo stanchi anche noi di sentirti parlare. Bonnie rivela alla sua amichetta di essere una strega e, per dimostrarglielo, fa volare le piume del cuscino. Dopo aver aizzato un incendio al Car Wash Party avrebbe potuto impegnarsi un po’ di più a livello scenico, no?
Intanto a scuola Damon raggiunge Caroline e le “ordina” di organizzare una festa e a riprendersi la collana di Bonnie. A casa Lexi cerca di convincere Stefan ad andare alla festa, ad abbandonare l’espressione da Dawson e lasciarsi andare e divertirsi almeno per una sera. Vi ho mai detto quanto adori Lexi? E’ il personaggio migliore partorito fin’ora, e Arielle Kebbel ha fatto un ottimo lavoro. Brava brava brava. E riesce perfino a far sorridere PL, qualcosa che non avrei mai voluto vedere. Beh, durante la chitchat Elena, che nel frattempo deve aver cambiato idea 27 volte, bussa a casa Salvatore ma, essendo Stefan sotto la doccia a lucidarsi i pettorali, le apre la porta Lexi, che rimane scioccata nel vedere l’incredibile somiglianza di Elena con la raging bitch Katherine. Segue lo scontatissimo momento di gelosia (ettecredo, bella: Lexi è affascinante, bella, porta i capelli come una qualsiasi ragazza della sua età e non come Maria Maddalena, nonostante abbia 300 anni più di Elena; è frizzante, spiritosa, ha carattere!), che però dura un nanosecondo perima del chiarimento.
Prima della festa, tuttavia, Stefan ed Elena ci regalano un altro momento alla Dawson: Elena si sente frustrata perchè non può parlare neanche con la sua amichetta Bonnie di quello che le sta accadendo (e di questo Bonnie le è inconsapevolmente grata) ma..ma..come, sono già finiti i tempi in cui ci tediava fino alla nausea con il suo Caro Diario?? Ma Stefan, pettorali gonfi e pieni di sè, la rassicura che lui ci sarà sempre per lei, qualsiasi cosa abbia bisogno, per poi filare alla festa di Caroline. Ma avete notato come in ogni episodio ci sia una festa? Sembra che davvero la gente non abbia altro da fare, bah.
Dove eravamo? Ah sì, la festa. Qui per un istante ho seriamente temuto di dover vedere PL ballare, un’altra cosa che davvero non vorrei vedere, soprattutto dopo la memorabile performance di Damon un paio di episodi fa. Due minuti di silenzio per quella sexy coreografia, please.
**************************
Ehm. Rieccomi. Dicevamo della festa. Ecco, qui praticamente succede un po’ di tutto: Damon insulta Caroline perchè non è riuscita a farsi restituire la collana da Bonnie; Caroline è prima incazzata con Bonnie, poi depressa con conseguente ubriacamento per quello che Damon le ha detto, e finisce in qualche modo tra le braccia di Matt; Lexi parla con Elena circa la sua relazione con Stefan e la rassicura; Stefan cambia espressione per un secondo e sorride; ma soprattutto: Damon esce per qualche istante dal pub, vede una coppia sbaciucchiarsi in un angolo della strada e aggredisce i due giovani. Il ragazzo rimane ucciso, mentre la ragazza viene risparmiata. L’arrivo dello sceriffo sembra far presagire un importante passo avanti nella sua caccia ai vampiri, ma quando la ragazza, unica testimone dell’aggressione, indica il responsabile non è chiaro se a causa dell’ipnosi di Damon o per un quid pro quod (Damon al momento sedeva accanto a Lexi al bancone del bar), Lexi viene resa inerme attraverso un’iniezione di verbena e portata fuori. Qui cerca di ribellarsi e difendersi, ma un Damon calcolatore la impaletta all’istante risolvendo insieme tre problemi: eliminare la minaccia di Lexi, rivelare l’identità del vampiro che aveva ucciso fino ad ora indisturbato, e figurando come eroe salvando la vita dello sceriffo.
Stefan, che ha assistito alla scena sconvolto insieme ad Elena, perde per un secondo le staffe ed è deciso ad uccidere il fratello: in questo frangente, Elena cambia idea, ancora, e gli comunica che aveva torto, che possono comunque stare insieme ma, tempismo alla Dawson, lui non la pensa più così. A casa Stefan e Damon si picchiano un po’, qualche scazzottata qua e là, pim-pum-pam, e Stefan gli risparmia la vita perchè Damon una volta ha salvato la sua: ora sono pari.
Lexi è morta, lo vorrei ribadire. Io davvero non riesco a capire la logica degli autori. Non ho mai tenuto segreta la mia avversione per i romanzi di L.J. Smith, che trovo davvero infantili e superficiali, ma per una serie tv di carne al fuoco ce n’è, insomma il materiale ha tutto il potenziale per essere buono, ma in ogni episodio si torna sempre al punto di inizio, senza quasi fare progressi incisivi e sbrigando tutto nell’arco dei 40 minuti della settimana. La morte di Vicky potrebbe aver avuto anche un senso, ma immediatamente dopo che è stata trasformata in vampiro? nah.. Lexi, un personaggio bellissimo all’interno della trama, che avrebbe potuto fungere da legame attuale tra il passato di Stefan e Damon con Katherine e il percorso intrapreso poi da Stefan da solo, per non parlare dei 140 anni prima dei Salvatore, insomma avrebbe potuto fungere sia da trama orizzontale sia da “escamotage” per distogliere per un istante l’attenzione dalla storia inerente strettamente Elena e i Salvatore. Perchè sbarazzarsi di lei in quattro-e-quattr’otto, perchè?? Per non parlare poi dell’orologio del padre di Elena e Jeremy, che ci avevano presentato come un oggetto antico dal chissà quale potere, e invece serve come bussolotto per rintracciare i vampiri. No, così non va: dilunghiamo per piacere i tempi, conosciamo i personaggi a poco a poco durante la loro fase di sviluppo, in modo da notare i loro cambiamenti man mano che si trovano davanti a situazioni diverse da affrontare. Serve spessore, alla serie ma soprattutto ai personaggi.
Una nota di merito mi sento di darla a Matt, che nella scena con Caroline sono entrambi troppo carini e teneri. Matt è un personaggio molto di secondo piano, marginale, eppure è quello che sta subendo maggiori cambiamenti senza mai risultare odioso.

L’episodio, di per sè, non è male anzi, rispetto al pilot abbiamo fatto notevoli passi in avanti. Ma, ripeto, è tutto troppo sbrigativo e molte cose sembrano gettate a random, senza un disegno preciso ma solo per infarcire la struttura tematica.

Staremo a vedere cosa ci riserveranno gli autori nei mesi a venire.

Valentina Colombo

Loves TV series, geekeries and especially Joss Whedon. Serie preferite: Buffy, Supernatural, Firefly, Battlestar Galactica, Friday Night Lights, Glee, Doctor Who, Torchwood, White Collar, The Big Bang Theory, Leverage, Alias, The West Wing, Merlin, Agents of SHIELD, Suits, Sherlock Network:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio