fbpx
News Serie TV

Speciale RomaFictionFest – 6/11 Luglio 2009

6-11 Luglio 2009

Il RomaFictionFest è giunto quest’anno alla sua terza edizione, che ha preso il via dal 6 luglio per culminare sabato 11 con la cerimonia di premiazione.

Un evento questo che ha acquisito negli anni sempre più importanza e rilievo, segno questo di quanto la fiction, italiana ed internazionale, sia sempre più dominante e incisiva nel panorama televisivo.

 

Un dovuto riconoscimento ad una forma di spettacolo che negli anni ha saputo rinnovarsi e diversificarsi, trovando soluzioni nuove e spesso originali; una manifestazione che sicuramente contribuisce a conferire alla fiction, ai telefilm, e ai serial la dignità e l’importanza che spesso, nel confronto con la realtà cinematografica, gli vengono sottratti.

Le sedi dell’evento sono l’Auditorium Conciliazione per le anteprime e le premiazioni, e la Multisala Adriano per incontri, conferenze stampa, proiezioni e Masterclass.
Il programma è vario e si propone di far conoscere agli addetti ai lavori ma soprattutto ai principali consumatori, ovvero il popolo, le novità e le curiosità delle serie più amate e di quelle appena nate, sia figlie di casa nostra che importate.

Quest’anno grazie all’interesse di Telefilm Central ho avuto modo di approfondire questa realtà e di mischiarmi ai volti e ai grandi nomi che hanno contribuito a rendere la manifestazione un’occasione imperdibile per approfondire la conoscenza di questo “spettacolo popolare”.

In particolar modo ho seguito con interesse ed entusiasmo l’arrivo di Matthew Fox, il famoso Dottor Jack di Lost, grande protagonista di questa edizione, giunto insieme ad altri elementi fondamentali della serie: Damon Lindelof ( ideatore, autore e produttore esecutivo ), Carlton Cuse ( autore e produttore esecutivo ) e Jack Bender ( regista e produttore esecutivo ).

Mercoledì invece è stata la volta dei due sexy dottori di Grey’s Anatomy, Eric Dane ( Dr. Mark Sloan ) e Justin Chambers ( Dr. Alex Karev ).

Esaurita la bellezza e il fascino maschile, venerdì 10 luglio è stata la volta della splendida Dottoressa Cuddy di Dr. House, Lisa Edelstein, presente ai quaranta minuti di contenuti speciali di una delle serie mediche più famose e discusse degli ultimi anni.

Non posso ovviamente esimermi dal tracciare una panoramica di ciò che è stato e ha rappresentato questo Festival nella sua totalità.

Anzitutto i titoli in programma sono stati circa 250, con 27 anteprime mondiali provenienti da tutto il mondo, in modo da mostrare realtà e modalità differenti di pensare e di realizzare fiction, ma evidenziare anche le comunanze che legano questa forma di spettacolo indipendentemente dalle barriere geografiche e culturali.

Tre le sezioni competitive: Concorso internazionale ( diviso in tv movie, miniserie, lunga serialità ), Concorso internazionale Factual ( per documentari e docu – fiction ) e Concorso Fiction Italiana Edita.

Molti sono stati gli ospiti premiati, a partire da Terence Hill che il 6 Luglio ha ritirato il Premio Speciale RomaFictionFest; il duo creativo di Lost, Damon Lindelof e Carlton Cuse hanno ricevuto invece il secondo premio speciale il 7 Luglio, direttamente dalle mani di Matthew Fox. Il 9 Luglio il terzo premio speciale viene affidato ad un altro duo, da anni ormai re della comicità e dell’intrattenimento, Ezio Greggio ed Enzo Iacchetti, durante la serata dedicata alla Fiction “Occhio a quei due”.

l’11 Luglio, durante la cerimonia di premiazione, invece Virna Lisi ha ricevuto il Premio alla Carriera.

Il successo della manifestazione è stato testimoniato dallo straordinario numero di presenze: il 7 luglio è stato battuto ogni record, con ben 4.000 partecipanti, anche grazie all’offerta totalmente gratuita di biglietti per ogni proiezione ed anteprima.

L’idea della Fondazione Lazio, del Direttore Generale Michele Misuraca, e del Direttore artistico Steve Della Casa era quella di avvicinare il pubblico ad un prodotto molto amato e premiato già dagli ascolti e dalla fedeltà, ovvero la fiction, ed il modo migliore per celebrare questo fortunato incontro è stato quello di rendere consentito a tutti l’accesso per la fruizione della varietà di serial proposta quest’anno dalla manifestazione.

Una conclusione gloriosa questa, un giusto tributo al mondo della fiction e dei telefilm, che da anni sono protagonisti seguiti, discussi e criticati del mondo televisivo, e dunque anche familiare.

Una giusta celebrazione all’impegno e al lavoro che questi prodotti popolari richiedono, per essere sempre più innovativi, interessanti, appassionanti ma soprattutto, amati.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button