fbpx

Scoprite l’abitante geek di Stargate Universe, David Blue

Brad Wright, il co-creatore della serie Stargate Universe di SYFY, ha raccontato al pubblico del Comic-Con che lo show ha ottenuto non solo un attore, nella persona di David Blue, ma anche un consulente tecnico: Blue – che interpreta Eli, un genio fannullone – è stato fan del franchise dall’inizio e ha visto ogni episodio di Stargate SG-1 e Stargate Atlantis.

Tratto da SCI FI Wire

Il nostro primo giorno di addestramento alle armi, veramente, l’abbiamo passato sul set di Atlantis, di fronte al portale di Atlantis“, ci ha detto Blue in un’intervista esclusiva, aggiungendo: “È difficile quando i tuoi colleghi non sono stati così fans fin dal principio, perché non puoi fare il genietto di fronte a loro senza sentirti un idiota. Dovevo aspettare tipo l’ora di pranzo, quando se ne erano andati tutti, per andare allo Stargate e toccarlo e fare fotografie con me lì di fronte“.

 

Blue ha aggiunto, “Amo ogni scena in cui è presente lo Stargate. …Quando vedi sul viso di Eli che è davvero eccitato per il portale, è ciò che provo realmente io. …Continuo a dire alla gente che questo luogo sembra così reale e che è così figo, che non c’è pericolo di non essere finanziati dal governo. È solo liberare alla gente la traccia che tutto questo esiste realmente. …Da qualche parte lassù, ci sono persone in navi spaziali e stanno attraversando degli Stargate, e queste cose succedono veramente“.

SGU, di Wright e Robert C.Cooper, vede una squadra di soldati, scienziati e civili che devono badare a loro stessi mentre sono costretti a passare attraverso uno Stargate quando la loro base segreta viene attaccata. I disperati sopravvissuti si ritrovano a bordo di una nave degli Antichi, la Destiny, che è bloccata da una maledizione sconosciuta e non è in grado di ritornare sulla Terra. Nell’affrontare la ricerca dei beni più basilari come cibo, acqua e aria, il gruppo deve scoprire i segreti dello Stargate della nave per sopravvivere. Il pericolo, l’avventura e la speranza che trovano a bordo della Destiny rivelerà gli eroi e i cattivi tra loro.

Stargate Universe si svolge nello stesso mondo e nello stesso universo di SG-1 e Atlantis, ma essenzialmente è un gruppo di persone portate lì a fare qualche ricerca“, ha detto Blue. “Scienziati portati lì per scoprire questo leggendario indirizzo del nono Chevron, …un numero telefonico a nove cifre, e nessuno sa dove porta. E attraverso un succedersi di eventi, [lui] finisce a raccogliere le cose e partire, e non partono invece le persone giuste che dovrebbero andare in missione ad esplorare“.

Blue ha aggiunto: “Finisci in un gruppo di persone che non sarebbero dovute essere lì, …a contare gli uni sugli altri, che non sono necessariamente quelli che hanno le abilità adatte alla sopravvivenza…dall’altra parte dell’universo, cercando di scoprire come sopravvivere. Come non morire. Come non uccidersi a vicenda. E genuinamente dover andare d’accordo ed affrontarsi“.

Lo show si differenzia dalle precedenti puntate del popolare franchise. “A differenza degli show passati, dove avevate alieni dalla faccia elastica che parlavano con accento britannico, riguarda più l’insieme del cast“, ha detto Blue. “Le persone con le quali devi collaborare. Alle quali ti leghi e scopri che puoi rilassarti, …è grande, perché puoi vedere tutti questi nuovi strati e livelli in situazioni che in genere hai la possibilità [di vedere] negli show in questi tempi“.

SGU è stato descritto più cupo nei toni rispetto ai suoi predecessori, ma Blue la vede in modo diverso. “Tendo a dire che non è tanto più oscuro quanto più è reale“, ha detto. “E forse è un modo pessimistico di vedere il mondo, ma credo che…la realtà stessa sia più oscura. Non è solo un solare, ‘Hey, siamo sopravvissuti ancora! Woo-hoo!’ Ci sono più livelli, nei quali guardi la persona seduta di fianco a te, ed inizi a pensare, ‘Mi fido di loro oggi?’ E guardi qualcun altro seduto di fianco a te ed inizi a vedere una scintilla e dici, ‘Cosa provo realmente per quella persona?’ E quando la tua vita sta per essere minacciata, tendi realmente, in un modo strano, a trovare dell’ironia per farti reagire. Puoi dire ‘più oscuro’, perché in qualche modo lo è,…ma quando ti impegni realmente, è proprio come la vita di tutti i giorni. È questo più o meno che mi piace“.

Blue ha detto che lo show è parte di un trend più grande degli show in televisione che riflette il mondo intorno a loro. “Guardate i reality“, ha detto. “Vogliono sentirsi come se fossero una mosca sul muro, guardando una situazione che accade. Quindi quando puoi fare questo con qualcosa che riguarda anche lo sci-fi, penso che sia perfino più figo per i fans. Perché ti fa sentire ancora di più come se il portale esistesse davvero. Come se fosse Wormhole Extreme, e queste persone arrivassero a rapirti ad ogni momento perché hanno bisogno del tuo aiuto“.

Quando gli ho detto che a me andrebbe certamente bene questo, ha riso e detto, “Anche a me! Ed è successo! In realtà ti sto chiamando da una vera nave spaziale“.

Al Comic-Com, i creatori dello show hanno detto al pubblico che chi guarda SGU non deve essere familiare con gli show precedenti per poterlo guardare. Blue è d’accordo. “Credo che sia grande, perché la verità è che, molti amici e parenti non guardano molto sci-fi, o in modo specifico Stargate“, ha detto. “Continuano a chiedermi, ‘Dovrei guardare tutto?’ E io dico, ‘Sentiti libero di farlo’. È quasi come gli easter-egg. Ma la verità è che non ne hai bisogno. È una delle cose che amo di Eli, il mio personaggio. Sono là per essere il pubblico. Sono là per essere il cuore e gli occhi e le orecchie del pubblico che si è ficcato in questa situazione in cui non si aspettava di trovarsi e di dover dire, ‘Wow, wow, wow! Cosa sono gli Antichi?’ e doverglielo spiegare“.

Ma i fans fedeli troveranno un sacco di riferimenti alle serie precedenti, con guest star conosciute, scherzi che solo loro possono capire e piccoli assaggi di informazioni, ha promesso Blue. “Puoi sentirti speciale su quel lato“, ha detto. “Odio fare questo riferimento, ma per qualche ragione sta uscendo. È un po’ come nei Muppets. Sai da piccolo lo guardi e credi che sia grande e divertente?…E poi cresci e lo guardi e dici, ‘Oh, è molto più sporco di come pensavo?’ É più o meno così!“.

(Potere seguire David Blue su Twitter.)

By Jenna Busch 28/08/09

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio