fbpx
Attori, Registi, ecc.

Glee: Intervista a Melissa Benoist, la Marley delle New Directions

TCimmaginiPer i fan di Glee la quarta stagione suscitava molte curiosità ma anche perplessità. Se da un lato tutti erano molto entusiasti di seguire le gesta di Rachel Berry (Lea Michele) appena trasferita a New York, dall’altro c’erano molti dubbi sulle vicende del Glee Club del liceo McKinley e, soprattutto, se le nuove reclute avessero avuto lo stesso carisma dei seniors, freschi di diploma.
Ma, quando i riflettori si sono accesi per Marley, i dubbi sono svaniti.
Ragazza dallo sguardo limpido, grandi sogni nel cuore ma poca coscienza di sè (a differenza della sua predecessora, fin troppo esaltata e a tratti irritante), ha dimostrato subito molto carisma e una gran bella voce in grado di sorreggere il peso delle aspettative. Peso, parola ambiguamente ironica, in quanto l’abbiamo appena vista alle prese con problemi di bulimia, scaturiti dalla paura di diventare obesa come sua madre e istigati dalla sua nemesi, Kitty.

A dare il volto a Marley è la giovane attrice, apparsa anche in telefilm come The Good Wife e Homeland, Melissa Benoist che ha concesso di farsi conoscere meglio ai fan nella seguente intervista.

– Eri consapevole di quanto fosse importante il personaggio che avresti interpretato, durante le audizioni?
Era tutto molto abbozzato, si sapeva poco di lei. L’annuncio per il ruolo la descriveva come ‘una ragazza di cui i ragazzi potrebbero invaghirsi’. [ride] Ero a conoscenza però delle sue difficoltà economiche e delle trame riguardanti sua madre, perché erano parte dei provini.

– Com’è stato il tuo primo giorno di riprese? Eri nervosa di unirti ad un cast già consolidato da anni?
Ovviamente, ero molto nervosa. Sentivo uno strano senso di intimidazione ma, il resto del cast, è un gruppo molto divertente e accogliente. Il primo giorno ho passato circa 12 ore nella sala canto e, già dalle prime cinque ore, stavamo scherzando e ballando.

I fan dello show sono molto appassionati. Eri preoccupata di ricevere una cattiva reazione da parte di Gleeks?
Si, molto. Loro sono una…. specie diversa di fan! Fortunatamente ho avuto molti consensi. Ci sono persone che hanno opinioni molto decise su ciò che amano e ciò che non amano del telefilm. Ognuno ha diritto alla propria opinione anche se a volte è un po’ doloroso leggere ciò che hanno da dire.

– Marley ha avuto delle trame molto intense per via dei disturbi alimentari. Come hai reagito nel sapere che avresti dovuto toccare quel tasto dolente?
Mi sono sentita fortunata. Mi piace molto questo genere di cose. Se faccio l’attrice è in parte anche perché voglio esplorare queste problematiche. Ryan Murphy me l’ha comunicato durante la mia prima settimana di lavoro, mi ha portato nel suo ufficio con Jacob Artist [l’attore che interpreta Jake Puckerman] e ha detto: ‘Voglio che Marley sia un personaggio in cui ci si possa rispecchiare e credo le farò avere dei disturbi alimentari o qualcosa del genere, quindi fate le vostre ricerche. Voglio che sia un ritratto veritiero e onesto.’

– Cosa riserva il futuro al tuo personaggio?
Il suo futuro sarà molto brillante. Penso che abbia dovuto attraversare tutte queste difficoltà per apprezzare davvero la sua forza e riconoscere le sue debolezze. C’è un nuovo giorno per lei, all’orizzonte.

– Se Glee dovesse avere una quinta stagione, vorresti farne parte?
Oh, ma certo che vorrei! Mi sto divertendo così tanto, lavorando in questo show. E’ un grandissimo gruppo di persone e sto imparando tantissimo. Lavoriamo duramente e molto, ogni giorno sembra una lezione, è magnifico!

– Che cosa, relativa all’intrattenimento, ti ha ossessionata quest’anno?
Sono ossessionata da Michael Fassbender. E’ incredibile. Credo sia una sorta di Marlon Brando dei giorni nostri. Mi ha rapito in ogni film che ha fatto nell’ultimo paio d’anni. E’ estremamente affascinante.

– Ora che il 2012 sta finendo, cosa ti auguri per il nuovo anno?
Non lo so. Ora come ora ho una visione molto ottimistica del mio futuro. Mi incuriosisce vedere che direzione prenderà ma cerco di non fare mai progetti perché so bene quanto sia imprevedibile la vita. Specialmente quella di un attore e soprattutto quella di un attore di Glee. Voglio solo essere felice e in salute, circondata dalle persone che amo.

Comments
To Top