fbpx
Mr. Robot

Mr Robot : Recensione dell’ episodio 1.10 – eps1.9_zer0-day.avi

mr. robot

Pur avendoci convinto e straconvinto della bellezza di questa serie, non era totalmente scontato riuscire a costruire un episodio all’altezza delle aspettative e che potesse reggere tutta la tensione e il movimento inesorabile che erano stati creati nei nove episodi precedenti. Eppure Sam Esmail e la sua squadra, per quel che mi riguarda, ci riescono perfettamente, fino a quei titoli di coda che cadono come una mannaia inaspettata e la rivelazione finale che piove inevitabile.

Come si fa a mettere in scena l’evento che rappresenta il culmine di tutta la narrazione senza rischiare di esagerare oppure, al contrario, di farlo apparire deludente dopo tutta l’attesa? Semplice, non lo si mette in scena. Ormai Mr Robot ne ha fatto un marchio di fabbrica, il volerci sorprendere sempre, il prendere sempre la strada inaspettata. E infatti apriamo l’episodio con Krista e da Lenny e solo lentamente scopriamo che sono trascorsi tre giorni da quando il mondo è impazzito. Perchè la Fsociety ha vintoElliot è finalmente riuscito nel suo scopo, ma lui neanche se lo ricorda.

Mr_Robot110-02  Tutto intorno è il fermento, il casino di una società scossa alle fondamente e ubriaca di libertà. Libertà vera? Presunta? E’ una confusione di gente che corre e urla, ma è troppo presto per calcolare il risultato mentre i frammenti dell’esplosione devo ancora schiantarsi al suolo e sta alle persone prendere nelle proprie mani la possibilità di un cambiamento. Ma sono solo persone, come quelle della Fsociety, come gli impiegati della Evilcorp. Grazie ad una colonna sonora strepitosa, noi spettatori ci ritroviamo sballottati dalla folla e dalle corse di Elliot, un momento siamo euforici ed esaltati come la gente in piazza. Sta succedendo? Potrebbe succedere? Ma il momento dopo siamo incerti e confusi quanto il protagonista. Era quello che volevamo? Era la cosa giusta da fare? Tutto questo ha davvero un significato? O niente ha senso ed è solo furore ed emozioni pazze e le persone sono solo persone e in verità tutto questo non fa alcuna differenza?

La paranoia. Ecco il frutto di questo telefilm. Noi stessi siamo diventati paranoici e diffidenti proprio come Elliot. La regia, la musica, il montaggio aumentano il nostro disagio scena dopo scena. E insensatamente siamo portati a chiederci se i personaggi sullo schermo siano davvero reali, se quello che sta accadendo sia reale, se l’intera storia lo sia. L’incertezza, per quanto assurda, pervade ogni istante. E una donna con neonato in braccio ci appare la cosa più pericolosa dell’intero episodio. Santo cielo che ansia! Se avesse tirato fuori una pistola da carrozzina mi sarebbe sembrata la cosa più naturale del mondo.
E in questo quadro assume una luce tutta speciale la nuova avventura di Angela. Lei è la vera PERSONA dell’episodio.
Sorprendentemente accetta il lavoro alla Evilcorp ed è uguale al ragazzo che incenerisce i cani che nessuno vuole più. E’ solo un lavoro. E perchè non dovrebbe essere solo un lavoro? Eppure si ritrova sporca di sangue assistendo ad un cruento suicidio in diretta e quello che fa è andare a comprarsi delle scarpe di Prada per sostituire quelle sporche. Si becca un bel predicozzo dal commesso indignato, che ha ragione, ma che allo stesso tempo odiamo un po’ e che siamo felici di vedere battere in ritirata. L’atto di comprare delle scarpe nuove e costose è così rivoltante o è l’unica cosa sensata da fare in un mondo senza senso?
Non siamo forse anche noi guidati dalla morbosa curiosità di capire come funziona la testa di queste persone che controllano il mondo con i loro soldi, capire se sono dei mostri o se sono assolutamente pazze o semplicemente quello che tutti potremmo essere? Phillip Price vomita delle orribili cattiverie sul morto prima di affacciarsi ad un balconata e pMr_Robot110-04roporre un minuto di silenzio per il caro e coraggioso collega e sul pavimento troneggia una E gigante degna di una setta o di un impero del male.

E cosa ne è della sanità mentale di Elliot? Che ne è del suo voler afferrare con due mani la sua esistenza, di mettere ordine nelle cose, di salvare il mondo… di salvare se stesso? C’è una donna anziana in metropolitana con un pappagallo sgargiante appollaiato sulla spalla, ecco a cosa si è ridotto il suo mondo.
Ce l’ha fatta, ha portato a termine il piano, ma a Darlene dice che è tutto sbagliato e che non avrebbe voluto farlo. Ora che il destino ha ripreso la sua strada e gli è di nuovo sfuggito dalle mani, cosa gli resta? Non è forse ancora più solo e fuori controllo di quando lo abbiamo incontrato ad inizio serie? Noi, i suoi amici immaginari, non possiamo che restare a guardare la sua rinnovata autodistrazione, meMr_Robot110-03ntre le voci dentro di lui aumentano di numero al posto di diminuire e Mr Robot non allenta la sua presa.
E’ quasi assurdo che la sua preoccupazione principale sia ora quella di ritrovare Tyrell. Che ne è stato del pazzo arrampicatore senza scrupoli? Che ne è stato della pistola nascosta nei pop corn e di tre interi giorni di nulla?

Ci lasciano così, con un bussare alla porta e un trionfo che sa di amaro, mentre il party della Fsociety è in pieno svolgimento e Darlene urla per rendere più reale un successo già lontano.
La Evilcorp è piegata ma non spezzata e il colpo di grazia lo riceviamo trovando White China al party dei cattivi a dimostrare che anche l’atto di completo disinteresse compiuto dalla fsociety è stato irrimediabilmente contaminato.

Il disagio ci pervade e rimane con noi destinato a non abbandonarci per un po’… fino alla prossima stagione almeno. Sarà una lunga attesa ma un’ottima scusa per riguardare questa piccola serie intelligente e provocatoria. Ben fatto a tutti, davvero ben fatto!

PS. neanche ve lo dico quanto sono stati stellari Rami Malek e Christian Slater…

1.10 – eps1.9_zer0-day.avi
Sending
User Review
4.8 (10 votes)
Comments
To Top