fbpx
Recensioni Serie Tv

The Good Wife: Recensione dell’episodio 7.16 – Hearing

Ci sono state volte in cui la chiave ironica usata nella scrittura di The Good Wife, suo marchio di fabbrica tra l’altro, non mi ha divertito come avrebbe dovuto; troppo caricata e poco spontanea, altre volte però, come nel caso di questo episodio, l’ironia e la comicità sono talmente ben dosate ed equilibrate da trasformare un episodio in un piccolo capolavoro d’intrattenimento.

 The Good Wife recensione episodio 7x16
The Good Wife recensione episodio 7×16
 The Good Wife recensione episodio 7x16
The Good Wife recensione episodio 7×16

Hearing è l’episodio che molti fan di The Good Wife aspettavano da molto tempo, che acquista un peso ancora più importante se pensiamo che la serie è alle sue battute finale e a Maggio si concluderà definitivamente.
Se il disegno degli sceneggiatori è sembrato confuso per quanto riguarda le sorti degli altri personaggi principali, è stato invece abbastanza chiaro sin dall’inizio di questa stagione che si volesse dare una svolta al personaggio di Alicia. Hearing è l’inizio di questa svolta, è vero che Alicia ha già avuto “scappatelle” e avvicinamenti ad altri uomini che non fossero Peter e Will in passato, ma con Jason sembra subito tutto molto diverso. Tant’è che per sottolinearci il coinvolgimento di Alicia, i nomi di Will e Jason si intercambiano durante una conversazione con Lucca, per sbaglio. Un lapsus freudiano che ci dice molto.
Alicia e Jason passano il weekend di passione chiusi in casa, mangiando junkfood consegnato a domicilio e accoppiandosi come conigli in giro per l’appartamento, fin quando il tenore dell’episodio cambia repentinamente diventando esilarante; per non appesantire la narrazione e renderla melensa, arrivano in forze la madre e il fratello di Alicia. Nel giro di pochi minuti, il nido d’amore di Alicia si affolla. Prima Veronica e Owen che cercano consulenza per una frode perpetuata ai danni della madre di Alicia, ma che poi ci intrattengono con una serie di battute e frecciatine dirette a Jason e alla sua relazione con Alicia, poi Eli e l’avvocato Tascioni che cercano il sostegno di Alicia per l’indagine dell’FBI che coinvolge Peter.

L’episodio è ben scritto perché anche questa parte dedicata alla deposizione dei vari testimoni al Gran Giury non è affatto male, ma e anzi funzionale  a mostrarci quanto sia sempre più stonato il ruolo di Alicia come figura di supporto a Peter. Ormai la resa dei conti è vicina e sono certa che manca pochissimo al fatidico divorzio.
the good wifeIl fine settimana rovinato, permette però ad Alicia di metabolizzare la sua relazione con Jason e di soffermarsi e iniziare a capire che non è solo una “scappatella” come in passato, ma che è qualcosa di più, qualcosa che si avvicina al sentimento provato per Will.
Parallelamente vediamo anche Cary e David Lee, arrabattarsi per arginare in qualche modo Diane; se inizialmente l’idea di uno studio tutto al femminile sembra un’idea frutto delle farneticazioni di Cary e David, il pranzo tra Diane e Alicia ci informa che è tutto vero: Diane vuole tagliare fuori Cary.
Il povero Cary, non è all’altezza secondo lei, di tenergli testa come uomo e come capacità, Alicia invece sì.

Hearing è un bell’episodio che strappa più di un sorriso e intrattiene, gettando allo stesso tempo delle buone basi per il finale imminente.

Maura Pistello

Fondatore/ Admin Giornalista pubblicista Serie tv dipendente, accanita lettrice, amante del cinema e dell'arte

Articoli correlati

1 commento

  1. Davvero bello come episodio <3 Equilibrato e divertente. E mi è piaciuto molto come hanno trattato la relazione tra Jason e Alicia. Ben fatto davvero. Spero che lei abbia la decenza di parlare con Cary dopo che lui l'ha ripresa per darle una mano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio