fbpx
Americans (The)

The Americans: Recensione dell’episodio 3.01 – Est Men

Joel Fields

Il 10 Novembre del 1982 morì  Leonid Brezhnev, Segretario generale del Partito Comunista dell’Unione Sovietica che tra il 64 e l’82 ha rappresentato di fatto il capo assoluto dell’ Unione Sovietica. Apprendiamo, l’informazione della morte di Brezhnev dal telegiornale che Paige guarda appena ottiene il suo turno alla televisione, divisa democraticamente con il fratello minore. Il link offerto in questa scena ci serve per darci il riferimento temporale preciso della cornice storica che in The Americans si fonde sempre con l’aspetto più privato e intimo del racconto.

the Americans_301-3Mentre, infatti, i russi si dibattono aspramente in  Afghanistan nella lunghissima guerra che li vide impegnati tra  il 1979 e 1989, Elizabeth  vive con difficoltà il suo duplice ruolo di madre e figlia.
Per rendere più chiaro, nel caso ancora non lo fosse, il metodo educativo di Elizabeth ci viene mostrato un breve frammento di flashback; quel momento delicato in cui i genitori insegnano a non aver paura dell’acqua ai propri figli, Elizabeth sceglie il modo più incisivo e violento: getta in acqua con l’inganno la piccola Paige che è costretta a nuotare per esigenza e non per scelta.
Questo momento ci indirizza oltre che al tema cardine della stagione anche a comprendere in modo più profondo la grave frattura che sta per ricrearsi tra i coniugi Jennings e la difficoltà tangibile di Elizabeth a instaurare un legame con la figlia.  Philip ed Elizabeth sono in profondo disaccordo sul possibile coinvolgimento di Paige nel KGB e la scoperta che Elizabeth sta da qualche mese osservando la figlia non più come tale ma come possibile recluta crea una forte tensione tra i due che viene momentaneamente messa da parte alla notizia che Elizabeth sta per perdere sua madre. In realtà il personaggio di Elizabeth è così complesso, sfaccettato e sarebbe riduttivo sostenere che il suo interessamento alla figlia sia solo esclusivamente dovuto al KGB; è ovvio che la sua difficoltà di essere madre, che si riflette in quella di essere stata una figlia strappata dalla sua terra e dalla sua stessa madre, si traduce nei comportamenti singolari e a volte per nulla materni della protagonista.
the Americans_301-2In questa premiere fa il suo ingresso un nuovo personaggio, molto importante che presumibilmente prende il posto di Claudia e Kate: Gabriel.
Capiamo subito che l’anziano uomo è considerato da Philip ed Elizabeth come una persona di famiglia, quasi come un genitore. Anche Gabriel, dopo qualche convenevole di rito, però spinge sul tasto Paige e quindi chiaro che in questa stagione vedremo la piccola Jennings venire a patti con la verità sui suoi genitori. sarà interessante vedere la sua reazione e la sua scelta definitiva.
Anche per Elizabeth le cose non si mettono molto bene, Est Men si apre con una colluttazione che finisce con una spalla contusa e qualche livido ma che mette Elizabeth in pericolo, considerando che è stata vista in volto dall’Agent Gaad. La vicinanza di Stan ai Jennings e all’FBI resta il rischio più grande per loro, ora  più che mai. A Philip non va meglio, la debolezza di Annelise evidentemente non pronta al ruolo che le era stato assegnato le costa caro ma alla fine si rivela un mezzo utile a Philip per avvinare Yousaf.

In conclusione una premiere introduttiva, che riprende le fila delle varie storyline ma non per questo noiosa o poco incisiva. The Americans conferma ancora la sua eleganza nell’affrontare il tema famigliare ben incastonato della cornice della guerra fredda e nello scontro tra due culture.

Comments
To Top