fbpx
Recensioni Serie Tv

Revenge: Recensione dell’episodio 2.10 – Power

Anno nuovo, stesso elettrizzante “Revenge”.

La trama ingarbugliata, i personaggi misteriosamente  concatenati, i legami sciolti e poi saldamente riallacciati, caratterizzano la serie ancora una volta, accompagnandoci durante questo decimo episodio dal titolo “Power”. Revenge 210-04I giochi di potere, il potere delle passioni, il potere della giustizia, il potere della verità e della dovuta vendetta, il potere della fedeltà e dei legami di sangue. Il potere è il tema primario di questa settimana.

Ma andiamo con ordine. Da dove iniziare se non dalla misteriosa alleanza che unisce di punto in bianco , la Queen Victoria e la nostra Emily Thorne. Le due donne, infatti si coalizzano per obiettivi apparentemente simili, ma poi di fatto totalmente diversi: Victoria vuole sfruttare i sentimenti di Daniel nei confronti di Emily per fargli abbandonare il timone della compagnia di famiglia ed Emily… bé, Emily è alle prese con la nuova preda destinata a cadere sotto la sua rete. Il giudice Barnes è stato la causa dell’ingiusta condanna subita da David Clark ed Emily è tornata per vendicarlo. Per raggiungere l’intento la donna si serve di Patricia Barnes e del suo ruolo di presidente presso un’associazione che combatte le ingiuste sentenze pronunciate in tribunale. Revenge 210 aNon contenta la donna sfoggia una serie di lividi lungo tutto il corpo causate dal marito violento. Però fortunata la nostra Emily, non vi pare!?! Infondo non si è dovuta applicare poi tanto per eliminare il suo ennesimo bersaglio, si può dire che in un certo senso, questa settimana il destino le ha teso una mano, lasciando che fossero semplici conseguenze a condurla al successo. Eppure la nostra cara Emily dovrà rispondere delle conseguenze delle sue azioni, ora che gli autori, hanno deciso di creare intorno al personaggio un triangolo in perfetto stile Twilight!

Daniel da un lato, Aiden dall’altro. Sono curiosa di vedere come la nostra protagonista riuscirà a gestire una situazione che ha tutti i presupposti per diventare l’ennesimo groviglio della serie, soprattutto se a mettere lo zampino dovesse intervenire la perfida Victoria.

Accantonando per un momento il personaggio di Emily e dedicandomi un solo istante a Nolan per affermare con assoluta certezza l’importanza di dare più spazio al personaggio rispetto a quanto fatto in questo episodio, passo ad analizzare le questioni che coinvolgono i Porter Boys.

REVENGE - "Power" - Victoria begins plotting a scheme which, surprisingly, involves Emily, while Emily locks in on her next target, and Declan discovers something that may threaten the future of the Stowaway, on "Revenge," SUNDAY, JANUARY 6 (9:00-10:01 p.m., ET) on the ABC Television Network. (ABC/VIVIAN ZINK)MICHAEL TRUCCO, CHRISTA B. ALLEN, CONNOR PAOLO, JR BOURNE, NICK WECHSLERJack e Declan scoprono le reali intenzioni dei fratelli Ryan, che voglio servirsi del bar per spacciare droga, passando inosservati, ma nel momento in cui Jack e Declan decidono di agire per liberarsi degli intrusi, quest’ultimi dimostrano la loro abilità, facendo arrestare Jack. E’ impressionante come fin dal primo episodio, i due personaggi abbiano dimostrato di non saper affrontare le faccende. Essi appaiono sempre come i meno intraprendenti. Se da un lato questo aspetto tende ad evidenziare l’animo genuino dei fratelli Porter, non abituati agli artifizi degli uomini e donne di potere (tutto il contrario dei Grayson), questa “ingenuità”, impedisce loro di stare al passo con gli altri personaggi, creando un dislivello eccessivamente netto. Credo che sia arrivato il momento per Jack e Declan di riscattarsi! Soprattutto ora che c’è il piccolo Porter da tutelare!

Ad ogni modo, mi sento di confermare ancora una volta la resa dell’episodio. Nel complesso Revenge ha offerto anche questa settimana una trama avvincente che nonostante le critiche e gli scetticismi, mi spinge a seguire la serie con entusiasmo. Le vicende di Emily, interpretata da una sempre più convincente Emily VanCamp, coinvolgono ed appassionano, incuriosendo lo spettatore, desideroso di conoscere la sua prossima mossa!

Madame Tussauds

Convertita alle serie tv in giovane età, ha trascorso l’infanzia sognando di essere una sorella Halliwell, circondata da un gruppo di amici scatenati come quelli di Friends, ma validi ed eterni come quelli di Dawson’s Creek. E’ passata all’adolescenza ammirando le feste in piscina di OC e le avventure mozzafiato di Sydney Bristow di Alias, ritagliando un po’ di tempo per i medici impareggiabili di ER, ma senza scordare gli eroici bagnini di Baywatch. Oggi nel fiore dell’età, si augura un ambiente di lavoro come quello di Ally BcBeal, con il successo e la bravura di Dottor House, un marito come Neal Caffrey ed un amante come Damon Salvatore, per una vecchiaia scoppiettante come quella di Nora Walcker.

Articoli correlati

Back to top button