fbpx
Recensioni Serie Tv

Nikita – 1.07 The Recruit e 1.08 Phoenix

Il settimo ed ottavo episodio non offrono molti spunti e soprattutto non danno nulla ai fans relativamente al trio Nikita-Michael-Alex. Ma andiamo con ordine e per vostra (e mia) comodità, dividerò i commenti con i titoletti, in modo tale che possiate capire a quale episodio faccio riferimento.

 

Nikita – 1.07 The Recruit
Nel settimo episodio abbiamo ulteriori flashback che ci raccontano la preparazione di Alex prima di entrare nella Divisione. Nikita decide subito di avvertire la ragazza che le altre reclute avranno passati di abbandono e abuso proprio come accadde a loro due e sarà facile simpatizzare con altri ragazzi.
Ed è così che veniamo introdotti a due nuovi personaggi: le reclute Sarah e Robbie. Robbie vive per la Divisione e sta per essere promosso mentre Sarah al contrario ha continui problemi nel superare l’addestramento.  Alex racconta di Sarah a Nikita e quando la giovane recluta viene mandata in missione prima del previsto, Nikita capisce che si sta parlando di una missione suicida. Grazie anche a Michael che mente alla Divisione, Sarah riesce a sopravvivere e viene salvata da Nikita che prima di farle lasciare il paese la porta un’ultima volta a vedere – seppur da lontano – sua figlia.

Un altro destino è quello di Robbie che promosso a guardia e dunque ancora costretto entro le mura della Divisione, decide di ribellarsi e inizia a sparare nei sotterranei. Dopo aver ammazzato delle guardie, Robbie punta la pistola ad Alex, pronto ad uccidere gli amici pur di fuggire dalla Divisione. Chiaramente Robbie non riesce a farla franca e viene ricatturato. Tutte le reclute pensano sia stato ucciso, ma in realtà il finale ci svela Amanda che informa il ragazzo di esser stato promosso a “cleaner – pulitore”, proprio com’era Owen.

Un episodio pieno d’azione ma tutto concentrato sulle reclute e poco su Michael-Nikita, la ragione primaria della mia passione per la storia.

Nikita – 1.08 Phoenix

In questo episodio assistiamo alla promozione di Thom ad agente e la sua prima missione che lo porterà ad uccidere, a sangue freddo, una donna: Anna Harcourt. Dopo qualche scena scopriamo che Anna era una spia che lavorava per Gogol che ha avuto una relazione nascosta con un senatore degli Stati Uniti. La Divisione era stata costretta ad ucciderla perché il Senatore avrebbe ricompensato l’organizzazione in modo cospicuo.

Anche in questo episodio assistiamo alla lotta Nikita-Divisione e al tentativo dell’ex agente di mettere i bastoni tra le ruote all’organizzazione, facendole così sbagliare l’ennesima missione. Per cercare di scoprire la verità sul Senatore e sulla vita di Anna, Nikita si reca a far visita ai genitori di Anna che però la prendono in ostaggio, in quanto agenti di Gogol.

La visita del capo di Gogol costringe Nikita a partecipare alla missione per uccidere il Senatore e sfidare così la Divisione. Chiaramente con l’aiuto di Alex, Nikita non avrà conseguenze dovute al veleno iniettatole nelle vene da Gogol e il Senatore è salvo. A fine episodio assistiamo ad un ennesimo incontro tra Gogol e Nikita con la confessione dell’uomo di essere a conoscenza delle black box e del desiderio di avere Nikita al suo fianco per distruggere la Divisione. L’indipendenza di Nikita porta la donna a rifiutare l’offerta e a continuare a lavorare da sola.

Ora che Thom è un agente, questo suo ruolo porterà problem nella relazione tra Nikita e Alex? Ma soprattutto visto l’ennesimo buco nell’acqua, Percy è convinto che ci sia una talpa nella Divisione: per Alex sono dunque ore contate?

Mara D.

Founder e Admin di Telefilm-Central.org. Amante delle serie tv, del cinema e dell'universo Internet :-)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio