fbpx
Recensioni Serie TvSerie Tv

Nikita – 2.22 Crossbow e 2.23 Homecoming

E finalmente scopriamo qual è l’obiettivo di Percy: controllare l’intera nazione usando un sistema satellitare in grado di far esplodere detonatori in giro per il paese; dopo aver messo le mani su un vecchio hardware e su un satellite, Percy ha infatti il potere di effettuare atti di terrorismo e tenere così il Presidente degli Stati Uniti d’America in pugno. La dominazione del mondo è dunque (così sembrerebbe) il piano principale di Percy e l’uomo lo sta portando a termine con maestria. Ryan giunge immediatamente alla Casa Bianca insieme al Direttore della CIA, Morgan Kendrick, pronto ad aiutare il Governo facendo da trait d’union con il team di Nikita, senza però rivelarne l’ubicazione e le reali mosse.

Nel frattempo Birkhoff ritraccia due scienziati che potrebbero aiutare il team a fermare il satellite nucleare comandato da Percy. Nikita e Michael si dirigono da uno dei due studiosi mentre Sean ed Alex cercano di rintracciare il secondo. Ma Percy non è uno sprovveduto e grazie all’aiuto di un cleaner, un’ex recluta amica di Alex, fa saltare una centrale per dimostrare quanto sia enorme il suo potere. Alex e Sean non possono far nulla per evitare l’incidente, ma riescono comunque a salvarsi.

E’ in questo momento che Nikita si rende conto che l’unico modo per fermare Percy è intrufolarsi nella Divisione, distruggendo la base e l’hardware rubato dall’interno della base. Una missione suicida che porta Birkhoff a baciare appassionatamente Nikita prima che la donna parta per la Divisione. Un ultimo saluto che suona come un addio e che lascia Micheal pressoché interdetto, come del resto tutti i telespettatori.  Ma in fondo, come confessa lo stesso Birkhoff, c’è tempo per un confronto con Michael quando la missione verrà portata a termine.

Crossbow’ termina con Nikita e Michael intrappolati nella Divisione (come volevasi dimostrare), Alex e Sean che devono difendersi dall’attacco di alcuni operativi mentre Birkhoff è da solo alla base, quasi escluso dalla missione e comunque non d’aiuto per gli amici. Cosa succederà al team? La season finale si prospetta davvero interessante, ricca di azione e speriamo indimenticabile! Da sottolineare la coppia Alex & Sean che si dimostra, ancora una volta, un duo pressoché perfetto, oltre che assolutamente tenero. Possiamo davvero definirli i Mikita 2.0, non trovate?

Nikita – 2.23 Homecoming

Un finale impeccabile, dall’inizio alla fine. 45 minuti pieni di azione, adrenalina, suspense e svolte inaspettate.

Nikita e Michael si ritrovano infatti intrappolati nella Divisione e l’unico modo per uscire è affrontare tutti gli operativi, avvicinare Percy e ucciderlo. Ma due imprevisti portano i protagonisti a dover rivedere i piani:

1)      la presenza di un dispositivo installato nel cuore di Percy e collegato a un segnale che, nel caso venisse acceso a seguito della morte di Percy stesso, attiverebbe Roan dandogli il ‘via’ alla missione finale: far saltare una centrale nucleare a DC.

2)      l’attivazione di un piano, da parte del Presidente degli Stati Uniti, per distruggere definitivamente la Divisione, non curante del fatto che Nikita e Michael sono intrappolati all’interno della struttura così come altri agenti ignari della verità sugli obiettivi della Divisione.

Ryan cerca di convincere, inutilmente, il Presidente degli Stati Uniti a non distruggere la Divisione ma oramai è troppo tardi; 205 truppe di marines sono giunte sul posto per porre fine alla base e agli operativi al loro interno. L’unico in grado di aiutare il team è Birkhoff che contatta immediatamente Sonya per chiederle una mano a rintracciare Roan prima che possa attivare il detonatore. Quando comprende il reale pericolo, Nikita decide di scortare Percy fuori dalla base così da evitare che possa morire e attivare così la missione di Roan. Ma una volta fuori dalla base, i due ingaggiano un corpo a corpo davanti ai marines e al Vice Presidente.

Onestamente nessuno si sarebbe aspettato la morte di Percy, non dopo due stagioni ricche di colpi di scena, missioni ad alto rischio e numerosi compromessi tra le parti. Eppure Percy questa volta non ce l’ha fatta; davanti agli occhi dei marines, di Ryan e del Vice Presidente, Nikita decide di non salvare l’uomo che precipita miseramente in un buco che lo porta dritto a sfracellarsi dentro la Divisione, più precisamente dentro la gabbia di vetro che l’ha visto protagonista per molte puntate. Alla sua morte, un ‘bip’ raggiunge Roan che viene dunque attivato per la missione finale. Per fortuna alle sue spalle sopraggiungono immediatamente Alex e Sean che, dopo un duro corpo a corpo, sconfiggono l’agente, ponendo fine alla sua vita.

Una season finale davvero piena di azione che fa cadere due pedine fondamentali sul fronte ‘villain’: Percy e l’amato braccio destro Roan. L’unica a sopravvivere è Amanda che si intravede lontano dalla base mentre decripta una black box, pronta a tornare sulla scena.

Con ‘Homecoming’ finisce l’era della Divisione così come la conoscevamo. Se prima Nikita aveva come obiettivo quello di distruggere l’organizzazione, ora la donna si ritrova infatti a guidarla insieme a Ryan e Michael con l’obiettivo di fermare tutti gli operativi sul territorio che, alla notizia della morte di Percy, potrebbero trasformarsi in opeartivi ‘dormienti’.
Tutto quello che aveva reso la Divisione un posto pericoloso è oramai distrutto. Percy è stato eliminato e in fondo Carla aveva ragione: l’organizzazione è nata per dare una seconda possibilità alle persone e ora Nikita ha la possibilità, insieme ai suoi amici, di fare la cosa giusta e trasformare questo gruppo in qualcosa di buono e utile per la società.

Dopo esser fuggita per anni dalla Divisione e dai suoi capi, ora Nikita l’ha affrontata, ha preso coraggio e ha combattuto contro tutto ciò che ha odiato fortemente in questi ultimi anni. Per lei è giunto ora il momento di combattere gli ultimi nemici per salvare delle vite umane (gli agenti ignari del male perseguito da Percy e Amanda in questi anni) e per portare a termine la missione: eliminare definitivamente il male che ha distrutto la Divisione dal suo interno . Ari e Amanda sono ancora là fuori così come altri nemici che Nikita deve ancora combattere, ma questa volta non è sola; oltre a Michael e ai suoi amici, la donna ha anche il Governo e gli altri operativi al suo fianco.

E dopo Alex & Sean, ecco giungere una nuova coppia che, siamo sicuri, porterà scene divertenti e tenere nella terza stagione (confermata) di ‘Nikita’. Stiamo parlando di Birkhoff e Sonia che si salutano con un bacio appassionato quando si rincontrano alla Divisione. Una bella coppia, non trovate?

Mara D.

Founder e Admin di Telefilm-Central.org. Amante delle serie tv, del cinema e dell'universo Internet :-)

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio