fbpx
Cinema

Jackie: La conferenza stampa con Natalie Portman a Venezia 73

natalie portman

Forse tra i titoli più attesi di questa mostra cinematografica, oggi al Lido sbarca Jackie di Pablo Larrain, con protagonista Natalie Portman. Il biopic – applaudito alla proiezione stampa – offre un’immagine nuova di Jackie Kennedy nella vicenda che “le ha portato via la corona”.

Ad interpretare la first lady è Natalie Portman, vincitrice del premio oscar come miglior attrice per la sua interpretazione in Black Swan accanto a Vincent Cassel e Mila Kuniz, presentato proprio a Venezia nel 2010 per la sua 67ma edizione.

natalie portmanA prendere la parola alla conferenza sono stati il regista e l’attrice, che per prima ha risposto alla domanda come avesse fatto a separare la parte privata e quella pubblica della first lady. “Penso che guardando i film esistenti e ascoltando le registrazioni, la sua voce, era molto diversa quando faceva un’intervista pubblica. C’erano tanti piccoli dettagli su come si mostrasse in pubblico rispetto alla vita privata. Era un tono diverso da quello che usava parlando con gli amici, per esempio. Quando sai di essere un simbolo, che la gente ti vede dall’esterno, come puoi mantenere la tua umanità?”

“Abbiamo cercato di inserire una camera proprio in quei momenti privati e guardare a come avrebbe potuto essere. – ha confermato il regista – Jackie era incredibilmente misteriosa, la più sconosciuta delle persone conosciute della storia. E’ stata una bella sfida. Abbiamo lavorato a lungo con Natalie a riguardo. Del resto è un film su qualcuno che si trova in una cristi profonda e su come questa persona scelga di affrontarlo.”

La pellicola ha dato un primo piano a Natalie Portman e alla sua Jackie, puntando non solo sull’aspetto – che per Larrain è un elemento secondario – ma anche sulle impressioni.

natalie portman“E’ quello che accade con i biopic: qualche volta rischi quando cerchi di far assomigliare l’attrice al personaggio e ti concentri unicamente su quello. Poi il film inizia ed è una foto e basta. Si, ci abbiamo lavorato, ma il film non poteva essere solo un’imitazione e basta. Abbiamo cercato di creare un’illusione che parla di dolore, bellezza, desiderio. E’ un biopic? Non credo. E’ un approccio affascinante? Sicuramente si.”

Qualcuno ha azzardato a chiedere a Natalie Portman se si trattasse del ruolo più impegnativo della sua carriera. L’attrice ha preferito restare diplomatica e non sbilanciarsi.

E’ sicuramente stato il più pericoloso, perché tutti sapevano come si comportava Jackie e tutti avevano un’idea di lei. Ci sono immagini che puoi accostare e vedere le due versioni, la mia e la realtà, e non ho mai fatto nulla del genere. In ogni caso hai sempre te stessa dentro di te.”

Comments
To Top