fbpx
Recensioni Serie TvSerie Tv

Glee: Recensione dell’Episodio 6.04 – The Hurt Locker, pt.1

Una forchetta verde di plastica è per noi comuni mortali una semplicissima insignificante forchetta, niente di più. Al McKinley, invece, forchette di plastica lasciate incustodite sui tavoli della mensa possono dare vita a perfide terze guerre mondiali. Nonostante tutta la buona volontà di questo mondo, Sue, dopo un lungo processo catartico, comprende che Will Shuester non potrà mai essere suo amico. 604glee_ep604-sc17_0960_f_hires2Mentre Rachel chiede a Will di ritirarsi dalle provinciali perché i Vocal Adrenaline sono eccessivamente bravi in confronto alle quattro galline contate della schiera delle New Directions, Sue prepara insieme alla sua insostituibile Beckie la vendetta finale che abbatterà definitivamente William e contemporaneamente anche Rachel. Ma se da un lato Sue può apparire come una perfida ed insensibile “bitch”, il risvolto della moneta ce la presenta come un’inguaribile romanticona pronta a tutto pur di fare in modo che i Klaine tornino insieme. I tentativi per separare Blaine e Dave Karovsky sono tra i più disparati: cuccioli d’orso e impensabili relazioni di terzo grado tra i due innamorati spuntano all’improvviso come funghi, ma ciò nonostante, almeno per questo episodio, con Kurt che continua ad avere appuntamenti privi di regolarità ed anche un po’ surreali, per Blaine e Kurt sembra non esserci nemmeno lontanamente l’intenzione di poter tornare insieme, insomma, il capitolo del primo amore tra i due sembra bello che finito (ma noi non ci crediamo e non vogliamo crederci!).604glee_ep604-sc19_1614_f_hires2

Nel frattempo, l’instancabile Sylvester, si dà da fare anche sul fronte Will Shuester: ma nel suo tornado viene risucchiata anche Rachel, e Sue fa in modo di poter acchiappare due piccioni con una fava, portando i due amici a scontrarsi tra di loro. Ma se qualcuno crede che Sue organizzi vendette solo come passatempo, si sbaglia di grosso: qui davanti a noi abbiamo una vera e propria professionista in fatto di rivalse! E chi la butta giù la nostra Sue?! Dopo aver spiato Rachel con un fantastico drone-videocamera (un urrà per il secondo riferimento a Game of Thrones nella sesta stagione –your khaleese loves you) inganna ed ipnotizza un’altra pedina del gioco, il povero Sam, costretto a prendersi gioco senza rendersene conto dell’altrettanto povera Rachel.

Benché Sam sia stato un po’ con tutte – Quinn, Santana, Birttany, Mercedes ed infermiere ignote che si sono sciolte poi come neve al sole – e nonostante, parliamoci chiaro, non saremo mai abituati a vedere nessun altro accanto alla nostra Berry che non sia un quarterback alto e bruno di nome Finn, per un nano secondo, sulle note di “Thousand miles” ho visto la fine del tunnel e un po’ di luce per Rachel ed un possibile futuro per la coppia che poi tanto non mi dispiace. lmw_605stills002Sappiamo già che Santana finirà con Brittany, che Kurt e Blaine finiranno insieme, in un modo o nell’altro, Quinn e Puck hanno ormai capito di non poter stare l’uno senza l’altra (e finalmente, direi!)  Ma spesso mi sono interrogata sulla sorte amorosa della nostra protagonista. La performance si corona con un bacio al quale Rachel dà molta più importanza di Sam, ma semplicemente perché, terminata l’ipnosi, non ne ha alcun minimo ricordo. Faccia sconsolata alla “Funny girl” mode on quando Sam le confessa di essere ancora innamorato di Mercedes. Ma chi ci crede più a Sam e Mercedes insieme, coppia scoppiata più di una volta? Insomma, per come la vedo io, è stato timidamente gettato un semino, ora abbiamo altri nove episodi per vedere che frutti darà…

Per il resto, un episodio tiepidamente piatto. Delle vecchie “new directions” non abbiamo avuto grandi notizie. Premuto pause sul matrimonio delle Brittana – unica storyline che meriti un po’ d’attenzione tra quelli della vecchia guardia – nemmeno un po’ di apparizione random per gli altri e ci sta, dal momento che nei primi tre episodi mi sono sembrati tanti zombie che vagano per il liceo, piazzati nelle scene giusto per riempire qualche buco temporale di troppo. Un grande e grosso “bravo” invece va agli sceneggiatori che dopo tanto, tanto tempo, finalmente sembrano aver ingranato una storyline che il pubblico, sicuramente, non si aspettava: nessuno avrebbe mai detto che Sue, in segreto, per tutti questi anni, aveva shippato fortemente i Klaine… In definitiva, ogni tanto abbiamo bisogno di un episodio Sue-centrico per tirarci su di morale!

6.04 - The Hurt Locker, pt.1

SueSTRE

Valutazione globale

User Rating: 3.7 ( 2 votes)

mmorìn92

Amo i libri, il cinema, la fotografia, l'arte, l'architettura e soprattutto...i telefilm! Amo, insomma, la vita. Ma una "biographical info" sarebbe davvero troppo riduttivo per descrivermi. Lascio quindi a voi l'ardua sentenza! https://www.facebook.com/MorinPhotographer?fref=ts

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button