fbpx
Recensioni Serie Tv

Girls: Recensione dell’episodio 2.03- Bad Friends

Sesso, droga e cattive amicizie. Può bastare per definire il terzo episodio della seconda stagione di Girls?  Be’, direi che con piccole aggiunte, il trittico prima citato somma abbastanza bene l’episodio, che però, e questo va detto, è stato a parer mio uno degli episodi più divertenti di sempre, seppur con forse troppa crudezza. Girls sta avendo un successo strepitoso soprattutto grazie alla sincerità con cui si affronta la realtà dei giovani d’oggi: non c’è l’attico nell’Upper East Side, ma un appartamento in un quartiere poco raccomandabile con vicini di casa che di sicuro non assomigliano alla famiglia della mulino bianco. Ma la vita è questa: la maggioranza dei giovani non può vivere nell’Upper East Side, fatica a trovare un lavoro e soprattutto si ritrova messo di fronte una realtà di merda (passatemela) che impedisce loro di sognare e combattere per i propri sogni. Personalmente trovo che in questo episodio abbiano un tantino esagerato, chiamatemi moralista, ma bisogna sempre fare attenzione quando si affronta un tema delicato come quello della droga: diciamo che non si è proprio capito che non è una cosa positiva fare usco di cocaina per sentirsi meglio, ma il target dello show dovrebbe in teoria essere un po’ più alto, quindi si spera che gli spettatori lo sappiano già.

Passiamo però all’episodio ed addentriamoci nelle situazioni in cui le nostre “girls” si sono andate a mettere questa volta. Innanzitutto l’episodio si concentra su Hannah e Marnie, che si ritrovano a vivere due situazioni alquanto assurde, che le condurranno ad un punto di rottura della loro amicizia.

tumblr_mhe4mo4gnh1rzr4z8o1_500Hannah accetta un lavoro come freelance presso un giornale online e la sua nuova editrice le consiglia degli argomenti su cui scrivere: l’esperienze di un rapporto sessuale a tre o dell’uso della cocaina. Lo spirito, se pur in termini fin troppo estremi, è quello di uscire fuori dal proprio guscio, dalla proprio “comfort zone”, è proprio lì che si trova la magia. In sostanza bisogna rischiare, esplorare addentrarsi in ciò che non conosciamo e questa è una cosa che i giovani oggi non fanno, o almeno fanno nel modo sbagliato.

Hannah, in ogni caso, decide che la scelta migliore sia quella di provare la cocaina, ma Elijah la convince che non può bastare, così i due vanno a ballare, imbottiti di cocaina e proprio sotto l’effetto girls bad friendsdi questa, il ragazzo racconta ad Hannah della sveltina avuta con Marnie (più sveltina di così!!).

Marnie, invece, mentre è al lavoro si ritrova davanti un volto non nuovo per quanto riguarda Girls.  Ve lo ricordate Booth Jonathan? L’artista che nella prima stagione aveva messo in crisi Marnie e la sua relazione dicendole che qualora avessero fatto sesso lei si sarebbe spaventata. In quella occasione la giustificazione di Booth era state quella di essere “un uomo che sapeva bene come dovevano essere fatte le cose”. Be’, mio caro Booth, Marnie è sicuramente spaventata, ma non perché sei un macho, bensì perché sei strano forte!! Questo porta una bellissima ragazza a casa sua e le mostra le sue opere d’arte: prima una casa delle bambole insanguinata poi la rinchiude una “gabbia” di televisori che trasmettono scene di animali che si sbranano, con “Barely Breathing” di Duncan Sheik in sottofondo, e per chiudere in bellezza fa sesso con lei, costringendola nel frattempo a guardare una bambola di porcellana! OMG!! Booth mio caro tu non sei un’artista, sei un malato r-GIRLS-JORMA-TACCONE-large570mentale! Marnie rendendosi conto di essere capitata nelle mani di un folle, manda un messaggio ad Hannah chiedendole di raggiungerla, ma le cose non vanno come previsto. Hannah infatti, non appena arrivata a casa di Booth affronta Marnie sulla faccenda della sveltina con Elijah accusandola di essere una cattiva amica e per finire scarica Elijah cacciandolo di casa (nooo niente più Andrew Rannells, ma io lo adoro!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!). Ah per la nostra girl non finisce qui, perché una volta tornata a casa decide che sia una buona idea andare al letto con lo strano vicino ex-tossico che dopo averle fornito la cocaina, l’ha seguita tutta la notte.

L’episodio è stato, come ho detto prima, uno dei più divertenti di sempre, per me. L’interazione tra Hannah ed Elijah durante tutto l’episodio è stata qualcosa di epico, così come la stranezza di Booth. Personalmente trovo che ci siano serie più divertenti, per cui non condivido tutti i riconoscimenti che Girls sta ricevendo, ma resta comunque una serie frizzante, divertente e “vera”.

Bibiana

"Shakespeare once wrote that life is about a dream, and that's exactly how i live my life. From one dream to the next."

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio