fbpx
Fargo

Fargo: Noah Hawley parla del rapporto con i fratelli Coen e della rivalità con True Detective

fargo_fx

Entertainment Weekly ha intervistato di recente Noah Hawley. Il creatore di Fargo ha parlato della prima stagione, del rapporto con i fratelli Coen e della rivalità con True Detective. Ha inoltre dato alcune indicazioni sulla nuova stagione.

EW: CosNoah-Hawley-Fargo-Inlinea ti emoziona di più della seconda stagione?
Noah Hawley: Il campo di azione della narrazione sarà molto più grande, a livello di  personaggi e di storia. Avrà un tocco più epico, molto emozionante. Ma abbiamo comunque mantenuto il mood di Fargo. La mia impressione è che Joel e Ethan non si ripetano mai nei loro film. Sarebbe stato falso cercare di fare la stessa cosa di nuovo. Dovremmo seguire il loro esempio.

Cosa ci puoi raccontare della storia di questa stagione?
Avrà come protagonisti una coppia di sposi di provincia che si ritrova in mezzo ad una guerra tra l’ultima banda di piccoli criminali e un nuovo gruppo più articolato.Vedremo come la coppia gestirà questa situazione.

Quanto sarà ampio il cast principale rispetto a quello scorso anno?
L’anno scorso erano in quattro (Allison Tolman, Colin Hanks, Billy Bob Thornton e Martin Freeman). Quest’anno saranno il doppio. Le loro storie sono tutte collegate. Stanno venendo fuori diverse prospettive della stessa storia. Una delle cose a cui miro è che i personaggi di norma antipatici ispirino simpatia, o al fatto che si può fare il tifo per un personaggio che entra in scena e quando esce si tifa poi per un altro. Credo che ciò renda la narrazione più interessante.

Tu ci tieni molto ad avere un forte senso di empatia nei confronti dei tuoi personaggi.
Penso sia particolarmente importante. Non voglio essere accusato di essere stato cattivo con il Minnesota o con gli abitanti di questa regione. Noi abbiamo la nostra parte di idioti nello show, ma non siamo idioti perché vengono da quel posto. Sono idioti perché sono idioti. Sotto l’auspicio de l”questa è una storia vera,” si possono anche evitare i tropi narrativi più familiari. Come nel film Fargo, quando Bill Macy viene arrestato alla fine, non vediamo Marge perché è in una giurisdizione diversa. É meno drammatico, ma non meno interessante.

Che significato avrà il diverso periodo storico?fargo 1.04
Nel 2006, che è l’anno in cui è ambientato la prima stagione, è stato un momento di boom per l’America. Stavamo combattendo due guerre, ma in termini di sicurezza credo che gli abitanti di una piccola città si sentissero relativamente al sicuro. Quando tutta quella violenza è arrivata in città, è stato davvero scioccante.
Nel 1979 a Laverne – una città più piccola del Minnesota, circa la metà di Bemidji –  ci furono molti omicidi, la guerra del Vietnam, Watergate. Si crede che uomini come Lou Solverson e altri veterani abbiano portato a casa la guerra. C’è un parallelo con Non è un paese per vecchi, che è ambientato nel 1980/81. Come dice Tommy Lee Jones, di crimini in questi giorni, non puoi averne la misura.

Quando arrivi in un piccolo remoto paese e vai così indietro nel tempo, diventa quasi il selvaggio West – non vedi più cose come i telefoni cellulari e il test del DNA.
Vero. Il North Dakota è la frontiera, lo era anche nel ’79. É una mentalità di frontiera la loro, con un’aria di Western. Non sono gli anni ’70 di Boogie Nights, ma  la sbornia e i postumi degli anni ‘60, il momento prima che Ronald Reagan arriva con la sua città splendente sulla collina. L’idea è che quello è stato il momento più basso della storia americana dalla Grande Depressione.

Il clima invernale ha avuto un ruolo fondamentale nella prima stagione, ma questa volta state iniziando a girare più tardi.
Abbiamo iniziato a girare per la prima stagione la prima settimana di novembre. Ora non lo faremo fino a metà gennaio. Quindi avremo sicuramente una prima parte della stagione ambientata in inverno e poi arriveremo alla primavera. Credo che sarà interessante vedere cosa succede e come cambia il Minnesota e se potrà essere ancora Fargo senza la tundra ghiacciata.

Hai mostrato un debole per le favole e gli aneddoti. Sarà lo stesso questa volta?
No, credo che sarebbe solo un espediente per fare scena. C’è una grande tematica da sostenere. E c’è un lavoro di sotto-testo da fare, ma non sarà lo stesso. Ciò non significa che non ci sarà qualche parabola biblica, ma non è questo il senso che guiderà lo show quest’anno.

Fargo1x05mollyMi piace il modo in cui la prima stagione è stato diretta. So che i fratelli Coen sono l’ispirazione, ma ho anche pensato molto a Stanley Kubrick. Sarà lo stesso per questa stagione, hai già qualche regista sotto contratto?
Sì, tornerà Randall Einhorn. Ha diretto gli episodi tre e quattro della prima stagione. Girerà il primo e altri due episodi. Anche io sarà alla regia quest’anno, e abbiamo un paio di altri registi che dovrebbero essere dei nostri.
Tornare agli anni ’70  è ottimo dal punto di vista visivo. É davvero particolare e molto divertente a livello di progettazione. Credo che continueremo a seguire il linguaggio del cinema classico, lo stesso che abbiamo usato la scorsa stagione. Non si vede alcun lavoro con Steadicam o a mano nei film dei fratelli Coen. C’è un sacco di movimento intenzionale della telecamera. Abbiamo stabilito nella prima stagione un linguaggio ed un ritmo che sono sicuramente la  firma dello show.

Deve essere una presenza pesante, inquietante.
La cosa interessante dei Coen è che un sacco di loro film sono davvero film horror. C’è quella stessa sensibilità sul piano morale del “non andare in cantina. Se trasgredisci, sarai punito.” Pensate a  Sangue facile o a Non è un paese per vecchi, quando Josh Brolin è seduto sul letto del motel e si vede la luce sotto la porta: è quella tensione, quel ritmo, che crea tale terrore.

O anche in Barton Fink – quella infernale stanza d’albergo.
Giusto, sì. Quella atmosfera opprimente. Devi farla respirare. Non puoi affrettarti. É un messaggio che viene stabilito da quel senso di presagio, “io sono qui e sto aspettando.” Più io aspetto, più tensione ottengo.

True Detective è considerato come il vostro rivale. Cosa pensi dello show e questa rivalità ha qualche fondamento?
Davvero non so. Sono andato ad un festival del cinema ad Austin quest’anno e ho passato un sacco di tempo con Cary Fukunaga, un vero gentiluomo e artista. Non credo ci sia rivalità. Siamo due serie antologiche con grandi ambizioni cinematografiche, ma di certo non ci sentiamo rivali – a meno che Nic Pizzolatto non stia parlando male di me alle mie spalle!

fargo 1x4Chi lo sa!
Guarda: io amo questo momento della televisione, e credo che il fatto che Nic possa fare il suo show alla HBO e noi possiamo fare il nostro, e abbiamo un altro show di Vince Gilligan in arrivo.. sempre più voci interessanti, lavori originali in tutto il mondo… è pazzesco. Ho sentito che ci sono qualcosa come 350 serie televisive attualmente in produzione. Si tratta di un numero impressionante.

L’ultima volta i fratelli Coen hanno dato la loro benedizione. Hanno danno qualche suggerimento per questa stagione?
No, stanno girando Hail, Caesar  nel caldo di Los Angeles, mentre io sono qui a morire di freddo. Ho parlato con loro all’inizio e abbiamo inviato loro del materiale. Ma sono chiusi nel loro lavoro e siamo tutti più contenti per questo. Penso che siano entusiasti per il successo della prima stagione. Non so quanto si sentono responsabili di questa cosa o se sono solo divertiti dal fatto che si tratta di qualcosa che sta succedendo senza di loro.

La loro mancanza di risposte ti fa esasperare visto che sei sempre a chiederti cosa possano pensare delle scelte che fate?
Non vorremmo tutti noi una telefonata a settimana dai nostri eroi che ci dicono quanto siamo grandi? Ma ciò non renderebbe il lavoro più difficile? DI sicuro. Guarda, io ho così profondo rispetto per quei ragazzi che apprezzo tutte le conversazioni che ho con loro o qualsiasi loro suggerimento sulla regia e la narrazione. Ma direi che, dal momento che non vogliono davvero contribuire alla storia, ciò lo rende più semplice a livello professionale. Quando stai raccontando storie con un sacco di pezzi che devono svolgersi in un modo molto specifico, è più facile avere una singola visione. Così, mentre mi piacerebbe avere da loro suggerimenti ed opinioni, stiamo collegando i pezzi senza di loro.

Comments
To Top