fbpx
Celebrità

Comic-Con 2011: il panel di Dexter

Il panel di Dexter è iniziato con un trailer della nuova stagione!

Una serie di clip montate sulla cover di ‘Personal Jesus‘ dei Depeche Mode, interpretata da Marilyn Manson – e da queste immagini sembra proprio che la fede diventerà un tema importante nei prossimi episodi.

All’evento erano presenti i produttori esecutivi Scott Buck e Sara Colleton, insieme a C S Lee (Masuka), David Zayas (Batista), James Remar (Harry Morgan), Colin Hanks (che interpreta il nuovo personaggio Travis) e ovviamente Michael C. Hall (Dexter).

Colin Hanks non ha rivelato nulla riguardo il ruolo che avrà ma ha ammesso di ritenersi la persona più fortunata di San Diego in questo momento.

– Per quanto riguarda il tema principale della nuova stagione, Sara Colleton conferma che Dexter esplorerà aspetti della fede ma che lo farà in un modo unico, tutto suo. La storia riprenderà esattamente un anno dopo la storyline di Lumen e la morte di Rita, con Dexter che finalmente è tornato quello di una volta.

– Alla domanda se la sorella di Dexter (Jennifer Carpenter) riuscirà mai a scoprire il suo segreto, Scott Buck risponde che “Deb è intelligente, ma Dexter lo è di più“.

– Un fan tra il pubblico sorprende tutti chiedendo se può salire sul palco e unirsi al cast. Si trattava in realtà di Mos Def, una new entry del cast. Ha affermato che se avesse rivelato qualcosa riguardo il suo personaggio, Brother Sam, poi Dexter lo avrebbe ucciso.

– Per quanto riguarda i sentimenti C S Lee rivela che ci mostrerà “qualche nuovo lato” di Masuka e Michael dice che Dexter ha comunque un genuino “appetito” nel connettersi con altri esseri umani.

– Alla tipica domanda “qual è la tua scena preferita?Michael risponde che è quella della quinta stagione in cui si apre al suo lato umano e dice ad Astor che le vuole bene.

– Tutto il cast e lo staff hanno idee diverse riguardo il finale della serie ma Michael C. Hall rassicura tutti dicendo che è ancora molto lontano. Parlando di piani per il futuro Michael C. Hall rivela che gli piacerebbe lavorare in un progetto “con un inizio, uno sviluppo e una fine, dove il conto dei morti sia pari a zero“.

Comments
To Top