fbpx
Recensioni

Lipstick Jungle non riesce ad eguagliare il successo di Carrie & Co.

Era già nell’aria. Poi la notizia definitiva. La terza stagione di “Lipstick Jungle” non si farà. A dare la notizia una delle protagoniste: Brooke Shields. La serie aveva già subito bruschi spostamenti di palinsesto causati dai bassi ascolti,  tale decisione era quindi prevedibile.
Ricordiamo che la serie basata sul bestseller di Candace Bushnell (autrice di “Sex & the City”) narra le vicende di tre affermate amiche (Shields, Price, Raver) alle prese con amori, lavoro e una vita vissuta al top in una New York competitiva e alla moda. L’ultimo episodio della seconda stagione era stato pubblicizzato come “serie – finale” ma le vicende delle tre donne sembravano tutt’altro che concluse, lasciando ben sperare i fan.

La posizione della NBC riguardo il futuro di “Lipstick Jungle” non è mai stato chiaro. Sembrava si potesse arrivare ad una terza serie, perché in definitiva lo show non era stato ancora cancellato.

Come per altre serie prima di questa (“Veronica Mars”, “Jericho”, ecc.) la reazione dei telespettatori non si è fatta attendere. In 23.000 hanno firmato una petizione online con lo scopo di salvare il telefilm. Tale iniziativa sembrava aver raggiunto lo scopo, la NBC ancora restia ad eliminare “Lipstick Jungle” sembrava stesse per cedere alle pressioni dei fan. Infine il colpo di grazia. Quando sembrava ci fossero ancora speranze e che le trattative stessero per andare in porto, venne annunciato che una delle tre protagoniste, Lindsay Price, si era ufficialmente legata ad un nuovo progetto della NBC, una serie televisiva basata sull’omonimo romanzo “le streghe di Eastwick”. Il destino della serie era segnato. Solo dopo tentennamenti ed un lungo silenzio ecco arrivare il comunicato ufficiale, prima da parte della Shields, poi dall’emittente NBC che confermavano la cancellazione di “Lipstick Jungle”.

La formula “Sex & the City” non trova più consensi negli Stati Uniti, i tentativi fatti finora sono stati una delusione costante. Basta pensare che un altro drama ambientato a New York  è stato bruscamente soppresso. Difatti, “Cashmere Mafia” ha chiuso i battenti dopo una solo stagione e sette episodi al suo attivo.
Difficile eguagliare un successo come quello di Carrie e le sue amiche. “Sex & The City” ha avuto il merito di esplorare, per la prima volta, l’universo femminile con un linguaggio schietto ed irriverente. Della serie, stata trasmessa sul canale HBO, è stato realizzato persino un film per il grande schermo.

Il telespettatore provato da un momento difficile per l’economia americana non viene coinvolto in vicende e situazioni lontane da lui. Sembra proprio che in questo momento di crisi l’audience americana non riesca ad appassionarsi alle avventure di donne belle ed affermate, le cui uniche preoccupazioni riguardano la ricerca dell’amore e delle scarpe giuste da indossare ad una festa.

Comments
To Top