fbpx
Recensioni Serie Tv

Glee: recensione dell’episodio 4.15- Girls (and Boys) on Film

Dopo due settimane di atroce attesa, Glee is back! Glee è tornato! Ed è tornato alla grande, con un episodio, come ben sapete, dedicato alle colonne sonore, con i ragazzi che si sono cimentati in alcune tra le più belle colonne sonore di sempre. Ma ovviamente non poteva trattarsi solo di questo, considerando che ci eravamo lasciati con delle vere e proprie bombe ad orologeria: Kurt è andato a letto con Blaine, ma restano amici, Rachel va a letto con Finn e fa un test di gravidanza e pare sia incinta, ma di chi? Emma lascia Will da solo come un broccolo all’altare, Ryder che bacia Marley, a cui non sembra affatto dispiacere, Brody che esce dalla camera di una donna con dei soldi, il che porta a pensare che possa avere una vita segreta in cui di professione fa il gigolò. Se vi gira la testa, non vi preoccupare è un normale sintomo da episodio di Glee prima di una pausa. Sono sempre un po’ cattivelli ci lasciano in sospeso per settimane dopo episodi importanti, ma li amiamo anche per questo.

L’episodio come previsto è stato molto “cantato” con ben 8 esibizione e davvero poco spazio per sviluppare le diverse situazioni lasciate in sospeso nell’episodio precedente, ma alla fine hanno dato qualche risposta soddisfacente, nonostante tutto. L’episodio è stato uno dei migliori in assoluto a livello musicale, con delle esibizioni che vanno dritte nella top 10, a mio parere.

Glee-4-15-Girls-And-Boys-On-Film-Promotional-Photos-glee-33685087-960-664Come ho detto, però, nonostante il poco tempo messo a disposizione per lo sviluppo delle diverse storyline, si sono fatti dei passi avanti, ma ancora non tutto è stato chiarito. Al McKinley c’è chi vuole fare ammenda e cercare di rimediare ai propri errori, quanto meno di essere più sinceri ed onesti. Quindi abbiamo da un lato Finn che cerca di fare di tutto affinché Will si impegni per trovare Emma e riprendersela, in quanto si sente in colpa per averla baciata, temendo tra l’altro che al centro della confusione della mancata sposa ci sia proprio il bacio. Vedendo che Will proprio non si muove, Finn decide che se Maometto non va dalla montagna, l’amico adolescente di Maometto trova la montagna e vi ci porta Maometto, ma dopo che Maometto e la montagna si sono ritrovati decide bene di confessare il proprio peccato, con Will che devo dire non sembra particolarmente entusiasta, ovviamente! E, dopo aver visto il promo, sembra proprio che i due ci regaleranno dei momenti di tensione, ma che sembrano divertenti, perché staremmo in teoria parlando di un uomo adulto che si mette a bisticciare con un ragazzino, che nonostante all’anagrafe abbia 19 anni, ne dimostra massimo 10!

Dall’altro lato c’è Marley che dopo il bacio con Ryder è sempre più indecisa, che poi come si faccia ad essere indecisi su Jacob Artist Glee-4-15-Girls-And-Boys-On-Film-Promotional-Photos-glee-33685086-960-664(Jake) per me resta un mistero. L’ingenuità di questa ragazza sfiora però il ridicolo a volte: ma tra le tante persone con cui di puoi confidare, ti vai proprio a confidare con l’arpia che ti ha spinta verso la bulimia!?!?! In ogni caso alla fine è la stessa Marley a dire a Jake del bacio dopo che questo le confessa che c’era Ryder dietro le romanticherie di San Valentino e che le organizza una scena stile Ghost con i vasi di terracotta. Come è ovvio che sia neanche Jake la prende molto bene. Però davvero in questo caso mi sembra più comprensibile, in fondo sono dei 15enni!!!

Nel frattempo a New York Kurt, Rachel, la nuova coinquilina Santana e Adam senza le mele sono costretti a restare in casa per via della neve. Superato qualche piccolo problema di sopportazione reciproca, in particolare tra Rachel e Santana, che non ha peli sulla lingue e deve continuamente essere messa in riga, i quattro decidono di vedere un film e su proposta di Kurt decidono di vedere Molin Rouge. Neanche a dirlo, Kurt si commuove immaginando che siano lui e Blaine a cantare Come What May, con il suo nuovo ragazzo proprio a fianco a lui. Kurt siete solo amici certo, vallo a Glee-Come-What-May-Full-Performance-Video-2-622x349raccontare a qualcun altro! Ma, e spero che nessuno mi odi dopo questo, credo sia normale trovare difficile andare avanti dopo la fine di una relazione importante, soprattutto se finisce a causa di un tradimenti e non per la fine dell’amore. Per la prima volta, però, credo che gli autori abbiano creato un vero pericolo per la Klaine. “Adam senza le mele” o anche solo Adam. Un gentiluomo di altri tempi, che corteggia Kurt nella maniera più dolce e delicata possibile. E’ un ragazzo maturo, ha talento, è bello: ha tutte le carte in regola per conquistare Kurt e sembra davvero intenzionato a farlo. Personalmente ho trovato il confronto che i due hanno alla NYADA, dopo la fine della tempesta di neve,  una delle cose più mature che io abbia mai visto in questa serie: Adam non chiede a Kurt il suo cuore ancora, chiede solo una possibilità, una possibilità di prenderselo lui stesso. Kurt gli apre il suo cuore facendogli sapere di non aver ancora superato la rottura e di amare ancora Blaine, ma di avere tutta l’intenzione di andare oltre. La risposta si Adam è matura, romantica e dolce allo stesso tempo: “Andiamo al cinema ora. Sono serio! Troveremo la più sdolcinata storia d’amore e allora quello sarà il nostro film”. Anche se sono convinta che alla fine Kurt e Blaine torneranno insieme, soprattutto per evitare l’ira di milioni di fan scatenati, credo che Adam rappresenterà una vera minaccia, e mi dispiacerà molto vederlo con il cuore spezzato.

Sempre a New York è ufficialmente iniziata la campagna anti-Brody di Santana, assoluta star di questo episodio, uno dei personaggi meglio riusciti della serie e sono felicissima che abbia di nuovi più spazio, anche perché è una di quelle che ci fa fare delle sane risate, grazie alla sua schiettezza, alle sue espressioni e alla sua lingue biforcuta, il connubio con Kurt sarà una perla, ne sono più che certa! In ogni caso dopo aver discretamente frugato tra le cose di Brody, Santana trova non solo dei soldi, ma anche un bilancino di precisione, il che la porta alla conclusione che il belloccio di Rachel sia niente altro che uno spacciatore. Oh mi piace dove sta andando questa storia. Nello scorso episodio ci hanno lasciato intendere che Brody potesse essere un gigolò, adesso uno spacciatore, non vedo l’ora di vedere come Santana cercherà di scoprirlo! Nel frattempo però c’è Rachel da consolare, dato il bebè in arrivo!!

Veniamo però alle esibizioni che sono state tutte meravigliose con alcuni picchi. L’episodio si apre con You’re All The World To Me da Sua altezza si sposa, cantata da Will e Emma, in un’esibizione vecchio stile che richiama sicuramente il film e che a parere mio è stata di altissimo livello, con un Matthew Morrison fenomenale. La seconda esibizione è stata “Shout” da Animal House, che è entrata ufficialmente nella mia Top 3. Hanno davvero superato se stessi con questa esibizione: Darren Criss come al solito meraviglioso, ho adorato la coreografia, quindi un plauso a Zach Woodlee, nel complesso davvero geniale! Sono seguite le due esibizioni della sfida dei mash-up, con i ragazzi che hanno portato un mash up tra Old Time Rock and Roll da Risky Business e Danger Zone da Top Gun con un’alternanza di costumi che ha reso il tutto molto divertente. Il mash up delle ragazze è stato un pò più banale considerando che era qualcosa di già fatto, proprio in Moulin Rouge, ossi “Diamonds are Girls Best Friends/Material Girl”. L’unica esibizione di New York, anche se si tratta di un’immaginazione è Come What May anch’essa da Moulin Rouge, con Kurt e Blaine che si dichiarano amore eterno su un tetto di New York meravigliosamente addobbato. In Your Eyes a Unchained Melody non mi sono piaciute molto, soprattutto la seconda che ha perso molto rispetto all’originale. L’episodio si conclude con l’esibizione di gruppo sulle note di Footlose, dall’omonimo film in perfetto stile Glee e mi meraviglio come non l’abbiano fatta prima.

In generale l’episodio mi è piaciuto molto, nonostante l’eccesso di musica, ma trattandosi di uno speciale, c’era da aspettarselo, ma devo dire che sono comunque riusciti a sviluppare le varie storie, in modo abbastanza soddisfacente e poi le esibizioni sono state talmente belle che non è per niente pesato, almeno a me, che fosse stato messo un po’ da parte lo sviluppo delle varie storyline, ma per questo c’è ancora tempo!

Bibiana

"Shakespeare once wrote that life is about a dream, and that's exactly how i live my life. From one dream to the next."

Articoli correlati

Back to top button