fbpx
Recensioni Serie Tv

White Collar – 2.03 Copycat Caffrey

Molto divertente questa terzo episodio di White Collar, la volta scorsa dicevo che il punto di forza dello show è il rapporto speciale tra Neal e Peter; ma c’è sicuramente un ‘altra cosa che fa funzionare il tutto però: White Collar non si prende mai troppo sul serio, le puntate scivolano via i casi sono a volte elaborati altre volte lineari e a volte quasi scontati, ma sono comunque 45 minuti passati guardando qualcosa di rilassante una vera boccata d’aria fresca.(soprattutto se come me state recuperando serie che parlano di sociopatici (Dexter) o procedurali, per quanto belli piuttosto seriosi (The Good Wife))

In Copycat Caffrey scritto da Channing Powell e diretto da Paul Holahan

Peter ha un duro compito: cercare di arginare l’ego di Neal ,che analizzando dei falsi ha scoperto di essere stato copiato, ciò lo lusinga molto, ma quando proseguendo le indagini sul quadro rubato, scopre di essere anche l’oggetto di un ciclo di lezioni di criminologia sui truffatori più illustri, il suo ego rischia di straripare letteralmente, impagabili le espressioni di Neal quando legge il programma delle lezioni di Criminologia .

Questo è il momento in cui ha gongolato di più

A new breed of forger,technological virtuoso with a classical artistic foundation”, se volete leggere tutta la descrizione guardate qui

Mentre Neal e Peter cercano quindi di incastrare il professore di criminologia , artefice dei furti insieme ad alcuni suoi studenti, fa la sua comparsa una vecchia conoscenza: Alex infatti è tornata a New York per cercare aiuto (ufficialmente lo chiede a Mozzie). Le stesse persone che hanno ucciso Kate (mancando il vero bersaglio: Neal) ora sono sulle sue tracce.

Alex iniziava a mancarmi, già dalla sua prima comparsa mi piaceva molto il modo in cui interagiva con Neal e Mozzie, il suo rapporto con Neal poi non è totalmente chiaro,quando le cose non sono chiare sono sempre molto interessanti.

Sono amici? Si vogliono bene come fratellini?(neanche per idea,no,no!), sono attratti?

Alex è in realtà da sempre innamorata di Neal, quest’ultimo gli vuole bene ma non la ama? (Ecco,accenderei questa)

Mettetela come volete, il personaggio funziona, e spero vivamente che ritorni (Peter la spedisce in Italia a fine puntata , ufficialmente per salvarla da chi la sta cercando,in cuor suo,secondo me, per allontanarla da Neal in quanto ritiene eserciti una cattiva influenza sul suo “protetto” ).

Dicevamo, Alex,in possesso delle monete d’oro di krugerand, ha bisogno di soldi per sparire così ,grazie all’aiuto di Mozzie ,organizza uno scambio con un ricettatore.

Neal quindi, cerca di risolvere il caso aiutando al contempo Alex; sfruttando il professore e i 3 studenti complici inscena un furto delle monete, qualcosa va inizialmente storto,ma Peter con l’aiuto di Mozzie, si finge un mafioso e minaccia pesantemente il professore che impaurito cerca di rivendere subito le monete, peccato per lui che la compratrice altro non è che Alex, dalla parte dell’FBI, per questa volta.

La puntata si chiude con la partenza di Alex e un mezzo bacio a Neal, che ci riporta alle domande poco sopra elencate e alla natura del loro rapporto poco definito, gli lascia un pezzo di Music Box, chiedendogli di lasciar perdere ormai tutta la faccenda, nello stesso momento Peter e Diana ,analizzando il Carillon nelle loro mani si chiedono cosa nasconda .

Quindi: Cosa nasconde il Music Box?

Chi sono le persone che danno la caccia ad Alex? lei parla di persone potenti e influenti.

E ultimo quesito:

Ma è possibile che Matt Bomer diventi sempre più bello?

A questo proposito ho scovato un bel fanvideo che vi propongo:

voto Episodio: 8 1/2
Commenta la puntata

Maura Pistello

Fondatore/ Admin Giornalista pubblicista Serie tv dipendente, accanita lettrice, amante del cinema e dell'arte

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio