fbpx
Recensioni Serie Tv

Desperate Housewives – 6.04 The God-Why-Don’t-You-Love-Me Blues?

L’ombra di un sorriso. Sì, so bene che la frase è stata usata per dar titolo ad un episodio della quarta stagione ma, devo dire, ci sta bene anche per questa puntata dal titolo lungo e bizzarro quale “The God-Why-Don’t-You-Love-Me Blues?”. Questo perché ci troviamo dinanzi ad una classica sceneggiatura di “Desperate Housewives” dove il soggetto principale è l’apparenza come possiamo intuire dall’introduzione della mitica Mary Alice nei primi secondi dopo la “sigla”.
Nonostante la poca originalità della tematica utilizzata, ci troviamo dinanzi un altro capitolo ben scritto, recitato e del tutto in linea con le aspettative.

(Per visionare l’intera recensione clicca su “Leggi Tutto”)

(Nella nostra gallery tutte le foto promozionali di questa puntata)

Come già dichiarato nelle recensioni passate, il merito principale della bellezza di questa stagione è la nuova famiglia, i Bolen, e in particolare la matriarca Angie (Drea De Matteo) che esercita un tale carisma da rendere le sue scene tra le più interessanti. Qualcuno penserà sia normale, essendo la donna al centro del mistero di stagione… eppure, vi dirò, al momento ci sono state alcune rivelazioni sul passato dei Bolen che fanno percepire una certa ‘scontatezza’ circa i torbidi segreti che la famiglia porta con sé. Staremo a vedere.

Un’altra casalinga di “contorno” che sta dando il meglio di sé in questa serie è senza dubbio Katherine (Dana Delany), assentissimo lo scorso episodio ma decisamente tra le migliori di questa settimana. L’abbiamo vista al centro delle preoccupazioni di Bree (Marcia Cross), sua socia nell’attività di catering, che le consiglia di prendersi un periodo di lontananza dal lavoro per rilassarsi e dimenticarsi di Mike. Incapace però di percepire quanto quel consiglio le sia dato a fin di bene, Katherine rompe l’amicizia con Bree graffiandole l’auto con le chiavi come ‘ciliegina sulla torta’.
Prima di questo drammatico epilogo però c’è da dire che le due donne sono state protagoniste di alcune scene davvero divertenti ed esilaranti.

Stessa cosa per quanto riguarda le trame di Lynette (Felicity Huffman): piuttosto irrilevanti e di poca importanza ma sicuramente utili a spezzare il clima drammatico del resto delle storylines. La casalinga, infatti, s’è trovata alle prese con un “problema” piuttosto comune tra le donne incinte, l’aumento del seno, che rischia di rivelare il suo ‘stato interessante’ a lavoro. Per questo finge di essersi sottoposta ad un intervento di mastoplastica additiva e accetta di presentarsi ad una cena di lavoro con il davanzale in mostra per ‘migliorare’ le trattative.

Si conclude invece, dopo soli due episodi, il tanto decantato ritorno di John Rowland. Ana sorprende l’uomo baciare sua zia Gabrielle (Eva Longoria) e minaccia di dire tutto a Carlos. Sarà Gaby a farle capire che non tradirebbe mai più suo marito e che è stato il suo ex-giardiniere a forzare il bacio.

Susan (Teri Hatcher) si trova a fare i conti con gli innumerevoli segreti di sua figlia Julie, da poco risvegliatasi dal coma, quali la gravidanza scongiurata, l’abbandono del college e la relazione con un uomo sposato cui lei fa riferimento nei suoi diari come D. Colpo di scena finale, l’uomo dalla misteriosa iniziale altri non è che Nick Bolen!!!  E sembra proprio che il giovane Danny sia a conoscenza della relazione extra coniugale del padre, come lascia intendere durante una festa in suo onore.

E’ proprio tutto questo che lascia pensare ad una certa banalità nel mistero di stagione… nel nostro forum, infatti, sono partite congetture e teoria già dalla season premiere e, su molti elementi, già “c’abbiamo preso”, come si suol dire J. Ciononostante la qualità del telefilm, non smetterò mai di ripeterlo, è notevolmente elevata e, ad ogni modo, il mistero ha ancora buone possibilità di svilupparsi in maniera imprevista: ancora devono ben spiegarci com’è andata l’esplosione che ha causato l’ustione ad Angie e, anche se ormai i sospetti sembrano diventare certezze, non ancora è stato ‘ufficializzato’ lo strangolatore di Julie.
Nota più che positiva di questa serie inoltre è l’ottima divisione delle scene. Ogni casalinga ha il proprio spazio e le proprie vicende, nessuna di loro è messa in secondo piano come poteva capitare in passato per personaggi come la compianta Edie Britt o la stessa Katherine.
Non ci resta che attendere, come sempre, domenica per “an all new Desperate Housewives!”… stay tuned!

LE PAGELLINE DELLE CASALINGHE:

Susan: Trame toccanti e interessanti le sue che, per la prima volta in sei stagioni, riescono a mettere in luce le capacità recitative, anche in campo ‘drammatico’, di Teri Hatcher. 7,5/10
Lynette:
Una casalinga che ha dato tantissimo nelle stagioni passate e che, da qualche anno a questa parte, non riesce a trovare il giusto spessore che la caratterizzava. Peccato, perché l’attrice rimane una delle migliori nel cast. 7/10
Bree:
Anche lei piuttosto sottotono, ma godibile. Il suo rapporto con Katherine è qualcosa di davvero ben orchestrato. Tuttavia, in quest’episodio, non ha avuto vicende ‘a se stanti’ e questo l’ha messa un po’ in secondo piano. 7,5/10
Gabrielle:
Mah. A tratti sì, a tratti no. Questo ritorno di John Rowland non le ha giovato, purtroppo. Ma le scene con le figlie sono troppo esilaranti. Qualcuno dica a Cherry di sfruttare di più quelle ragazzine nel telefilm! 7/10
Katherine:
Una sola parola: Disperata! È quello che purtroppo manca alle casalinghe ‘storiche’, quella disperazione che le caratterizzava e le rendeva così interessanti. Katherine ormai è praticamente al limite della pazzia. 8,5/10
Angie:
Donna del mistero? Sembra proprio di no. Anzi, in quest’episodio abbiamo potuto vedere una madre amorevole, forte ed una moglie un po’ ingenua. Mi appello nuovamente a “promuoverla” casalinga a vita (come i senatori J)… è troppo avanti. 8,5/10

Pietro

Seguace fedele di (quasi) ogni prodotto che porti la firma di Alan Ball (Six Feet Under; True Blood) o del più mainstream Ryan Murphy (Nip/Tuck; Glee; American Horror Story), iniziato al mondo telefilmico da Desperate Housewives e attualmente telespettatore di Homeland, Mad Men, Game of Thrones, Shameless. Appassionato anche di Cinema (con una passione per gli auteur), Musica, Letteratura, Costume Dramas, Parigi (beh, più che una città è uno stile di vita!). Presenza fantasma dello staff di Telefilm Central, leggende narrano che appaia e scompaia in varie sezioni del sito a piacimento (o in vista di incarichi stimolanti).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio