fbpx
Recensioni Serie Tv

Episodes – 1.01 Pilot

Facciamo due conti: Courtney Cox è impegnata in Cougar Town (che tra l’altro è stato rinnovato per un altro anno, quindi gioiamo), Matthew Perry debutterà presto in Mr. Sunshine, e Matt LeBlanc è protagonista della comedy Episodes. Lisa Kudrow pure sta facendo qualcosa, la non meglio identificata web series Web Therapy che Showtime pare abbia acquistato. E Jennifer Aniston beh, tra un flirt e l’altro, esce in sala con tutta una serie di adorabili commedie che religiosamente io mi guardo. Insomma altro che Visitors, i Friends ci hanno invaso. Solo che loro vengono veramente in pace. Almeno credo.

Matt LeBlanc, dicevo, è protagonista della nuova commedia targata Showtime ed intitolata Episodes.

Il serial parte una premessa molto semplice: un grande produttore americano convince una coppia di talentuosissimi autori inglesi a creare un remake della loro serie,  un grande successo in patria. Inizialmente riluttanti, come solo quei simpaticoni snob degli inglesi sanno fare, i due si lasciano poi sedurre dall’idea e accettano. Quello che non sanno, però, è che il presidente del network per cui dovranno lavorare – che tanto aveva lodato il loro serial, in realtà neanche l’aveva visto; e che la libertà creativa di cui avrebbero bisogno, non ce l’avranno, a partire dalla scelta del presidente del network di sostituire il protagonista della serie originale con un altro attore:  Matt fucking LeBlanc in persona.

In effetti la trama è molto, ma molto più semplice di quanto potrebbe trasparire dalla mia descrizione senza senso.

Una cosa è certa: Episodes racconta una verità. La frenesia degli americani di rifare tutto ciò che è possibile rifare, è una verità inconfutabile. Alla vigilia della partenza dei remake di Skins e Being Human, e pochi giorni dopo l’inizio della versione USA di Shameless, direi che nessuno potrebbe avere da ridire in contrario.

Quello che Episodes dovrebbe offire, però, a questo punto è una versione comica di una situazione assolutamente realistica. Insomma, dovrebbe prendere in giro i grandi network e le loro scelte. Ed è qui che fallisce, in realtà. Perchè di risate, durante i venti minuti di Episodes, non me n’è scappata neanche una. Ci sarà stato qualche leggero sorriso obliquo, forse. Tanti cliché, poca sostanza. Ma io voglio essere ottimista, perchè Showtime non avrebbe prodotto una simile cagata e Matt LeBlanc non vi avrebbe preso parte (anche se, Joey.. non è stata una genialata, ecco) – se non ci fosse in serbo qualcosa di buono, in futuro. Non credete? Quindi diciamo che il pilota è risultato abbastanza fiacco – anche perchè quanto si sarà visto LeBlanc? Due minuti? E lui è l’unica ragione per cui ho iniziato Episodes, quindi ci sta che la delusione offuschi il mio giudizio.

I due interpreti della coppietta inglese sono molto bravi e credibili, come anche il resto del cast; questo in realtà gioca in favore di Episodes, e i personaggi – nonostante sia durato solo 20 minuti, questo pilot – vengono presentati tutti in una maniera piuttosto ben delineata.

Insomma, una seconda possibilità se la merita sicuramente.

Ah, l’unica cosa divertente per ora di Episodes è che subito dopo su Showtime va in onda Shameless. Remake appunto dell’omonima comedy inglese. Oh, the irony.

Cristiano

Fondatore

Articoli correlati

Back to top button