0Altre serie tv

Wired Next Fest: Firenze si Tinge di Serie TV

Il Wired Next Fest quest’anno si è fatto in due, proponendo una seconda data per la manifestazione che mette insieme professionisti in ambito di tecnologia, innovazione, comunicazione e intrattenimento.

Qui ci occupiamo dei protagonisti di serie tv e cinema.

Alcune professionalità di primo piano hanno tenuto il palco del suggestivo Palazzo Vecchio a Firenze nei giorni del 17 e 18 settembre 2016.

I relatori al Wired Next Fest di Firenze

 

Fabio Volo

 

Il primo a parlare di cinema e tv è il DJ, scrittore e attore Fabio Volo, che da poco si è lanciato nella produzione di una serie tv tutta sua.

Ecco cosa abbiamo scoperto:

  • Il titolo sarà Untraditional
  • Sarà composta da 9 episodi da 40 minuti – 5 verticali e 4 orizzontali
  • Tutti gli episodi sono stati scritti da Fabio Volo
  • La serie andrà in onda a fine ottobre su Canale 9

Mentre Volo definisce la sua serie come 9 mini film, scopriamo che è un grande fan delle serie tv.

Untraditional è un sogno. Ho raccontato la storia del paese e delle persone nel modo in cui volevo‘ ha poi continuato, ‘Sono un fan delle serie TV e ho deciso di farne una‘.

Volo è riuscito a produrre l’intera stagione in modo quasi del tutto autonomo, o almeno con molta libertà così da riuscire a liberare la propria creatività che definisce come ‘il respiro della personalità‘.

Il mio personaggio sogna di fare una serie tv in USA. Si scontra col paese in cui nessuno ti dice di no, ma che poi si realizzano molto difficilmente‘.

Infatti la serie è girata in parte negli Stati Uniti, paese di adozione di Fabio Volo. In Untraditional lo speaker di Radio Deejay servirà anche come attore (oltre che da sceneggiatore) interpretando il personaggio principale.

Conclude nominando, Seinfeld, BreakingBad, Shameless, Episodes, HoC e GoT tra le sue serie preferite.

 

Lorenzo Richelmy

Il giovane attore di Marco Polo ha preso posto sul palco di Palazzo Vecchio per parlare di cinema e di wired next festcome stia cambiando il contesto delle serie.

Lorenzo Richelmy si presenta composto e calmo mentre parla di come servizi come Netflix stiano cambiando la fruizione delle serie e del cinema.

Chi non ama fare binge watching?

Richelmy parla anche della storia mongola e di come sia affascinante, anche se in pochi la conoscono.

Serie, storia e cinema, non manca nulla.

Stella Egitto, Ilenia Pastorelli, Matilda De Angelis

 

Stella Egitto a breve presenterà il nuovo film di Pif, che dopo La Mafia Uccide Solo d’Estate, porterà nelle sale una pellicola ambientata negli anni ’40. In Guerra Per Amore uscirà il 27 ottobre.

Egitto ha anche dichiarato che le piacerebbe, in futuro, fare un ruolo da super cattiva. 

Ilenia Pastorelli è la spalla di Jeeg Robot nel film di Mainetti. 

La più spigliata e divertenti delle tre, la Pastorelli, mette in mostra la sua (piacevole) romanità e ci svela che tornerà al cinema presto, ancora una volta con un’opera prima. Visto il successo di Lo Chiamavano Jeeg Robot, perché cambiare?

Matilda De Angelis è arrivata sotto i riflettori quando nelle sale italiane è arrivato Veloce Come il Vento.

Un film di grande successo che ha portato la giovane attrice vicino a Stefano Accorsi in questa opera drammatica di Matteo Rovere.

La ragazza racconta di come Rovere l’abbia contattata mentre stava prendendo la patente, con un tempismo perfetto. In futuro le piacerebbe fare un film di supereroi, proponendosi per Lo Chiamavano Jeeg Robot 2 (se mai sarà prodotto).

 

The Jackal

Se non conosci ancora i The Jackal, devi assolutamente correre a guardare i loro video.

Belli dal punto di vista qualitativo e divertenti nella composizione.

Adesso sono pronti per un film vero e proprio che (sperano) arrivi nel 2017. Promettono anche tanti ospiti nella prima produzione cinematografica degli sciacalli.

Per il momento ci confermano che ci saranno altri video riguardanti l’effetto che la serie Gomorra ha sulla gente. Ormai la seconda stagione è finita, è quindi tempo di mostrarci come sia cambiato il nostro punto di vista dopo i nuovi episodi.

 

 

Pierfrancesco Favino

 

Il discorso che porta avanti Favino sui social è di riservata circospezione.

Crede che ai giovani dovremmo chiedere cosa ne pensano del mondo.

I social non sono il male, ma dovremmo porci più domande e vivere nel mondo reale. Qui introduce il suo pensiero su le serie. ‘La serialità è rassicurante. La narrazione ti racconta una storia che usa gli elementi che già conosci‘.

Come sempre affascinante e posato, Piefrancesco Favino dipinge un mondo fatto di mondi reali e di racconti intriganti.

 

La Scienza delle Serie TV – Andrea Gentile

 

Tre esempi che confrontano in modo semplice e divertente le serie tv e la scienza.

  • The Big Bang Theory – Un fisico scrive e controlla tutte le formule che sono scritte sulle lavagne di Leonard e Sheldon. Sono tutte reali e funzionano, *Si sono fatte controllare

 

wired next fest

 

  • Breaking Bad – Anche qui ci sono stati dei controlli. I creatori della serie hanno effettivamente ricostruito il modo di produrre metanfetamina. La DEA (agenzia governativa anti droga americana) ha supervisionato ogni sceneggiatura affinché non si potesse risalire alla processo per intero. Evitare di diffondere il procedimento di produzione della droga in prima serata, sembra una buona idea.

 

wired next fest

 

  • Game of Thrones – Ebbene sì, c’è della scienza anche dietro le molte centinaia di personaggi morti durante le stagioni del Trono di Spade.

 

wired next fest

 

 

Ecco qui il nostro resoconto telefilmico dell’interessante Wired Next Fest 2016 a Firenze.

Comments
To Top