fbpx
Recensioni

Touch: Recensione dell’episodio 2.08 – Reunions

Ci sono percorsi di vita che si incontrano o che si separano perché è così che deve andare e ci sono poche possibilità di deviare da questo cammino, ma alcune volte entrano in gioco delle forze che ti allontanano dalla traiettoria. E una volta che avviene questa deviazione, ti ritrovi su questo nuovo percorso sconosciuto in cui non si sa cosa avverrà. E’ di questo che parla Jake nella voce in sottofondo di questa ottava puntata della seconda stagione di Touch ed è di questa tematica che essa parla. Tutto l’episodio vede un susseguirsi di eventi legati al tema dell’essere distanti e del ritrovarsi e tutti questi avvenimenti sono molto importanti e rilevanti ai fini della trama.

touch_208-02Martin, Jake e Lucy, seguendo un indizio lasciato dal bambino, incontrano nuovamente Calvin che sta cercando il suo ex collega Tony Rigby per vendicare l’uccisione della madre. Insieme si recano nel loft del ragazzo e qui Jake entra in contatto con un macchinario già usato su Amelia: una volta collegato alla macchina, vengono stimolate parti del suo cervello che gli fanno incontrare Amelia nel luogo immaginario in cui anche lei si reca di frequente. E qui, finalmente, sentiamo per la prima volta parlare il bambino. Speravo che, come avvenuto per la figlia di Lucy, anche lui avrebbe cominciato a parlare dopo essere entrato in contatto con questo macchinario che stimola aree del cervello legate alla parola, invece così non è. Aspetto comunque il momento in cui ciò avverrà, perché Jake ha già fatto passi avanti (dalla paura di qualsiasi contatto fisico ora riesce almeno a prendere per mano suo padre e Lucy) quindi prima o poi dovrà avvenire anche per lui il risveglio del linguaggio vocale. In ogni caso, dalle poche informazioni che lui e Amelia si scambiano nel luogo immaginario, il gruppo capisce in quale struttura della Aster Corps si trova la bambina e dopo qualche difficoltà riescono a giungere nell’edificio. Jake e Lucy rimangono fuori, mentre Martin entra da solo per salvarla. Qui viene imprigionato dalle guardie, ma viene liberato da Kase che ha voltato la faccia a Calvin per collaborare con la perfida azienda. Kase lo aiuta anche a trovare Amelia, riescono a liberarla e con un po’ di difficoltà riescono ad uscire dall’edificio e a raggiungere Jake e Lucy. Madre e figlia si lasciano touch_208-03andare ad un abbraccio tanto sognato, ma c’è poco tempo di festeggiare perché bisogna pensare a cosa fare da qui in poi. Martin dice a Lucy che è meglio prendere due strade diverse e le suggerisce di scappare con Amelia in un posto sicuro in cui non sono mai state perché a questo punto avrà la Aster Corps alle calcagna, senza dimenticare il pericolo Ortiz che continua a cercare le persone speciali. Così prendono due macchine diverse e ognuno va nelle sua direzione. Però, proprio quando la situazione sembra per un attimo tranquilla, ecco sbucare le auto della Aster Corps sulla strada di Lucy e Amelia. La bambina vede tutti i possibili futuri e solo in una delle possibilità una di loro due può salvarsi. La madre così le dice di iniziare a correre in modo che almeno lei non venga catturata. Mentre corre via per suo immenso orrore sente uno sparo: gli uomini della Aster Corps hanno ucciso Lucy. Come dice Jake, le due si erano appena ritrovate, ma per cause di forza maggiore si sono dovute dividere. E stavolta per sempre. L’ordine di uccisione è stato dato da una donna apparentemente importante all’interno dell’organizzazione: come spesso accade nelle serie tv, anche qui alla base di quelle che sembrano aziende “normali” c’è dietro un mondo immenso tutto da scoprire. Quindi ecco anche qui sbucare la donna elegante e losca che dà ordini, ma tanto si scoprirà che anche lei non è che una piccola pedina di una enorme compagnia!

touch_208-04C’è anche spazio per Calvin che, grazie a Jake, ha trovato l’ultimo tassello per riuscire a svegliare suo fratello William dal coma. Ci riesce e con immensa felicità ha un po’ di tempo in cui poter parlare con lui, ma poi qualcosa va storto e William ritorna allo stato vegetativo precedente.

Insomma, un episodio bello e davvero fondamentale. Amelia ora è libera, ma sconvolta dalla morte della madre vaga da sola nel deserto e chissà come uscirà da questa situazione e chi incontrerà (anche se, visto le capacità di predizione del futuro sue e di Jake, sarebbe logico pensare che la ragazza si ricongiungerà al bambino e a Martin). Calvin sembrava riuscito nel suo intento con il fratello, invece deve rifare tutto da capo e in più vuole vendicarsi di Rigby. Mentre Martin e Jake, ora che hanno raggiunto lo scopo di liberare Amelia, cosa faranno? Il loro unico pensiero sarà scappare dalla Aster Corps e da Ortiz? Staremo a vedere.

Comments
To Top