fbpx
Gates (The) - Dietro il cancello

The Gates – 1.05 Repercussions & 1.06 Jurisdiction

Ricapitolando: nella puntata numero 4, Dylan uccide Teresa per salvare Nick. Lo fa da vampiro, quindi con i canini e tutto, lasciando senza parole quel palloso di Nick che quindi ora è a conosenza di uno dei “piccoli” segreti di The Gates.

In Repercussions, Teresa è scomparsa, quindi, e il povero agente Marcus, ovviamente, non riesce a convincersi che la sua ragazza l’abbia lasciato così, da un momento all’altro. Nel frattempo Dylan, che si è già liberato del corpo della ragazza, deve convincere Nick ad aiutarlo a fermare le indagini. Titubante, il nostro chief of police, non può che fidarsi di quest’ultimo. Anche perchè, voglio dire, ha salvato la vita a te e alla tua famiglia? Hello?? E poi, Dylan è il mio personaggio preferito, quindi, hands down. Continuando nelle sue indagini, Marcus scopre la verità su Teresa: ovvero che quello non era  il suo vero nome, e che si trovava a The Gates col solo intento di fare del male a Nick. Teresa esce quindi di scena, con lei la mia Shannon Lucio , e tanti saluti. Quello che però Nick e Dylan non sanno è che Frank – che è tipo il sindaco di The Gates, una roba del genere, io comunque non l’ho ancora capito – è un po’ feticista e gli piace la roba amateur e quindi a casa ha una collezione di cassette che ritraggono gli abitanti di The Gates in atteggiamenti poco consoni, ad esempio l’ultima aggiunta è la registrazione delle telecamere di sorveglianza che vede Dylan e Nick e l’omicidio di Teresa. Nel frattempo Barbara continua a rompere le balls, Claire prima la vuole uccidere ma poi ci ripensa, Andie è depressa perchè ha scoperto di essere un succubus, e Davon continua a fare le cose sue. Ecco, il personaggio di Davon al momento è quello che mi incuriosisce di più: che nasconde questa donna? Che poteri ha? E, relativamente agli sviluppi dell’episodio seguente, che piani ha per la comunità di The Gates?

Jurisdiction si apre con l’omicidio di Barbara. E no, non è stata Claire, e neanche Christopher, ma la donna presenta due fori sul collo, quindi qualcosa di strano c’è. Nick vuole sapere da Dylan quindi i nomi dei vampiri residenti a The Gates, ma Dylan non può perchè altrimenti sarebbe espulso dalla comunità; Nick quindi indaga per conto suo, e arriva a scoprire che la socia di Barbara – ed in realtà anche amante – è una vampira (lesbians vampires, urca!). Poichè i sospetti cadono su di lei, gli “altri” (Lost docet)  vampiri provvedono a liberarsene. Per chi infatti viola la regola del non cacciare all’interno di The Gates, c’è solo una punizione: la morte. Peccato, però, che la donna non sia colpevole, e che l’omicidio di Barbara abbia invece cause umane, essendo un delitto a sfondo passionale. Nick scopre che il colpevole è l’ex marito – tradito, lasciato – che la rivoleva con sè. Nel frattempo Davon mette a disposizione il suo negozio per un’occasione benefica che Sarah deve organizzare. Come ormai è chiaro a tutti tranne a Sarah che da si merita ufficialmente il titolo di quella col prosciutto davanti agli occhi del serial, Davon non fa mai niente senza un tornaconto, e infatti collezione mascherine. (Mi capirà solo chi ha guardato l’episodio, ma l’intera procedura sarebbe troppo dispendiosa da raccontare, e poi s’inceramente mi intendo poco di beauty farm ed estetiste, quindi mi manca la terminologia di base.) Dylan s’imbatte in Christopher e lo invita a casa per una piccola reunion, ignaro del fatto che Claire, in realtà, lo sta già vedendo da un po’.. Chissà quando lo scoprirà! A fine episodio, Frank chiama nella sua umile dimora Nick e Dylan e gli mostra il filmino che li ritrare la famosa notte dell’omicidio di Teresa. Come a dire: vi ho in pugno.

Partiamo dal presupposto che da come li ho raccontati, gli episodi sembrano fare di The Gates una soap opera da quattro soldi a sfondo soprannaturale. Forse è proprio così? Però che vi devo dire, dopo sei episodi mi ha decisamente preso. Sarà la curiosità, e quindi la necessità di avere risposte a domande del tipo: a chi devono fare riferimento i vampiri di The Gates? Perchè Davon colleziona mascherine? Si prepara al Carnevale di Rio De Janero? Quali altri misteri nasconde The Gates? Che poi, il fondamento di The Gates è mettere a disposizione di persone benestanti una comunità dove praticamente non succede un cazzo e tutti sono al sicuro. Considerando che dal primo episodio, ogni volta sta morendo/scomparendo qualcuno, mi verrebbe da dire: ‘sticazzi. Ma nessuno che pensa di trasferirsi, eh? Si sta più sicuri nel Bronx, mi sa.

Peccato che la serie non abbia futuro. Alla fine della trasmissione degli episodi ordinati, dubito che la ABC estenderà l’ordine. Gli ascolti non sono catastrofici, ma neanche ottimi. Certo, considerando però che la serie viene mandata in onda senza uno straccio di promozione..

Comments
To Top