fbpx
Recensioni Serie Tv

Melrose Place – 1.08 Gower / 1.09 Ocean

Wow. Gower, l’ottavo episodio di Melrose Place, è stato veramente da urlo! Primo perchè, finalmente, abbiamo David protagonista senza vederlo andare a rubare a casa di altri, e secondo, perchè la trama a lungo termine (che comunque terminerà al dodicesimo o tredicesimo episodio) la si manda avanti.

E proprio grazie a David, che era ancora l’unico sospettato della morte di Syd di cui non avevamo visto ancora nessun flashback. Come per i già sospettati Ella e Auggie, nell’episodio assistiamo al loro primo incontro, avvenuto in un cimitero, dove David si era recato per salutare la sua defunta madre. David è molto triste a causa della morte della mamma, ed ecco che arriva però Sydney a confortarlo; si presentano, si piacciono e finiscono a letto. Ma David, grazie ad Ella, ricordate nell’episodio pilota?, scopre che Sydney sapeva da sempre che lui era figlio di Michael, ovvero la causa di tutti i mali di Sydney. Ma ecco che passiamo all’ultimo suo flashback, il più intenso, il più importante per la trama: David è insanguinato in casa di Syd mezzo nudo (Sydney nel secondo episodio nel flashback di Auggie dice che David non regge l’alcol), con un coltello in mano, e ritrova in piscina il cadavere d Syd. Corre quindi in un luogo abbandonato e seppelisce il coltello. Peccato solo che, nel presente, David torna a cercare il coltello, ma non c’è più e lo ha trovato la polizia. Nel frattempo, la nostra amata prostituta Lauren, fa venire qualche dubbio sulla sua posizione alla boss, Ella. Ma nulla viene messo lì a caso (come in One Tree Hill o Gossip Girl, si, è una frecciatina contro questi due telefilm che quest’anno sono una grande delusione), e Ella può usare quest’arma con Lauren, offrendole 50.000 dollari in cambio, solamente, di falsificare delle carte ospedaliere per un suo cliente, un tale che, a detta sua, è un incrocio tra Zac Efron e i Jonas Brothers.. paura, eh? E dopo averci dato qualche lezione su chi sia River Phoenix, Ella capisce che quello che ha fatto è sbagliato, e chiede scusa a Lauren la quale si sente molto a suo agio con Ella (peccato che Lauren non sia un try-sexual come Ella) e, a fine episodio, saranno andate a guardarsi un film di Julia Roberts (Ella non lo ammetterebbe mai, ma sono convinto che si son messe a guardare Pretty Woman e lei a fine film si è messa pure a piangere). Intanto, la coppietta felice non è tanto felice, i due si baciano ormai con chiunque ma, ovviamente, cosa volete che facciano a fine episodio? Pace. Riley, Jonah, ve lo dico con tutto me stesso: o vi lasciate o vi sposate, inutile gingillarsi. Dulcis in fundo, Violet e Auggie. Nell’episodio scorso li abbiamo lasciati mentre costruivano un letto IKEA a casa di Violet dopo che quest’ultima spiaccica al suolo delle uova di canarino dalla grondaia di Riley e Jonah, ora, invece, li vediamo al loro apice: assistiamo infatti ad una delle più squallide interpretazioni di Ashlee Simpson-Wentz, punte trash che, azzardo, manco Andrew Shue nell’originale era riuscito ad arrivare a tanto. Il suo urlo durante la rissa tra Auggie e Marciello, come lo pronuncia Violet, è già un cult nella storia di Melrose e un ricordo fin troppo recente per cercare di eliminarlo dalle nostre menti. Comunque, fanno sesso, il che vediamo Colin Egglesfield e la Wentz che si contorgono più o meno nudi (non nel letto dove molti episodi fa’ Violet si strusciò in modo creeposo e sensuale).
E poi c’è il nono episodio, Ocean, il più emotivo, se vogliamo. Ed è pure uno dei più belli. Passo indietro con gli episodi: vi ricordate Violet che ricatta Michael con quell’assurda scena in cui dice “Ora, la pagherai“. Bene, e chi pensava che Violet lo dicesse letteralmente? Io mi aspettavo chissà quale ricatto da parte della progenie di Sydney, e invece nada, si fa pagare dei bei dollaroni che poi perde perchè Michael è molto più furbo e figo di lei, mentre lei è sempre più pazza.
Nel frattempo, sempre Violet, va a vantarsi in giro di aver fatto sesso con Auggie, il quale scompare da Melrose proprio mentre…….. la polizia irrompe in casa sua! Ricordate il famoso coltello di David? Ecco, su quel coltello c’era il sangue di Aug, ora principale sospettato. Lui è scappato e si sente su internet solo con Riley (e si sfoga dicendo di aver rovinato la sua vita) ma che, come buona amica, a fine episodio chiama la polizia.
Poi c’è la boss, che chiama Jonah per farsi aiutare ad ottenere un cliente. Mentre stanno parlando, il cliente, un famossisimo regista tetesco di cui solo Jonah conosce l’esistenza, inizia a fare delle avances a Ella e quindi Jonah lo blocca facendo finta di essere fidanzato con lei. E si baciano. E lei è totalmente presa dalla cosa e da Jonah, ma lui non lo capisce. Ma capisce che ama veramente Riley! E non l’avrei mai detto, eh! E voi? Fatto sta che la boss è la boss e non si discute.
L’episodio comunque, nonostante il richiamo al caso della stagione si sentiva, eccome se si sentiva, è bello per David: a parte che Shaun Sipos è veramente bravo oltre che figo (curiosità: sa imitare gli accenti), David è un gran bel personaggio, e son contento che finalmente lo stiano sfruttando. David nell’episodio l’abbiamo visto molto “umano”: vuole stare con il fratellino più piccolo, lo porta alle giostre ma accade la disgrazia: il piccolo, per prendere un pupazzo, cade e si fa male, al punto che lo deve portare all’ospedale, dove c’è la sempre battona Lauren che fa il suo dovere (comunque a inizio episodio si prende una grossa sgridata da Michael Mansini), e dove quindi viene scoperto da Michael. Il sempre steronzo Michael lo intima di non avvicinarsi più al fratello, ed è già tanto se non lo scomunica come figlio. Chi non vorrebbe un padre come lui? Fatto sta che, comunque, a fine episodio abbiamo una scena molto carina tra lui e Lauren, e si baciano! Io, però, tifo Ella e David insieme, quindi speriamo bene. E nulla, questo è quello che è successo a Melrose negli ultimi due episodi: come avrete notato la storia va avanti, i personaggi si delineano sempre più, Ashlee Simpson Wentz è sempre peggio, mentre gli altri sono comunque piuttosto bravi. Sul lato tecnico comunque la serie è impeccabile: i flashback sono inseriti molto bene, con dei toni più spenti e caotici rispetto al classico andazzo delle scene “al presente”, musiche molto azzeccate per le scene, e pure le varie melodie (come caspita si chiamano quelle muscihe create apposta per i telefilm? quelle tipo o divertenti o quelle con i tuoni e la musica creepy quando succede qualcosa di brutto?) molto molto belle.
Ed ora, un ultima cosa: il prossimo episodio, il -come lo chiamano in USA- “Most anticipated event” di questi Sweeps di novembre, è DECISAMENTE IMPERDIBILE: THE BITCH IS BACK. HEATHER LOCKLEAR TORNA AD INTERPRETARE LA STRONZERRIMA AMANDA WOODWARD. Il che, come potete intuire, è veramente, ma VERAMENTE imperdibile. Ed inoltre è la nostra ultima speranza per tentare di salvare gli ascolti di questa serie, che sono troppo bassi perfino per The CW.

Voto all’episodio 8: 8+
Voto all’episodio 9: 7+
Voto ad Ashlee Simpson-Wentz: non pervenuto.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button