fbpx
0Altre serie tv

Xena Reboot: La principessa guerriera è pronta a tornare?

Xena

“Al tempo degli dei dell’Olimpo, dei Signori della Guerra e dei Re che spadroneggiavano su una terra in tumulto, il genere umano invocava il soccorso di un eroe per riconquistare la libertà: finalmente arrivò Xena, l’invincibile Principessa Guerriera, forgiata dal fuoco di mille battaglie…”

starweek98g

Chi non ricorda il mitico prologo della serie cult degli anni Novanta, che mostrava, forse per la prima volta, una protagonista femminile potente e imbattibile. Xena – La principessa guerriera andò in onda dal 1995 al 2001 e probabilmente ha ispirato la maggioranza dei personaggi femminili che sono apparsi in TV da quel momento fino ad oggi, da Buffy alla Sposa di Kill Bill.

Adesso, dopo quindici anni, la principessa guerriera sembra pronta a tornare. NBC ha infatti ordinato un episodio pilota per un reboot della serie. I fan di tutto il mondo sono ovviamente andati in visibilio, ma sono arrivate anche cattive notizie. A quanto pare si tratterà di un ravvio della serie in piena regola, con tanto di re-casting e una nuova storia. Lucy Lawless (la mitica Xena in carne e ossa) e la sua fedele spalla Renee O’Connor (Olimpia/Gabrielle) non saranno, dunque, presenti nella nuova serie. L’attrice neozelandese, che al momento è impegnata nella serie Ash vs. Evil Dead, ha postato un tweet di risposta in cui dichiara di non essere coinvolta nel progetto al momento, ma è impaziente di vedere cosa inventerà uno scrittore “di talento”: qualunque cosa sia sarà grandioso.

Lo scrittore “di talento” a cui si riferisce la Lawless è probabilmente Javier Grillo-Marxuach, uno degli sceneggiatori di Lost e The 100, serie per la quale è stato protagonista di un’accesa polemica dallo sfondo arcobaleno. Durante un Domanda-e-risposta su Tumblr un fan chiede allo scrittore se dopo la controversia si senta scoraggiato a parlare di argomenti LGBT, Marxuach risponde:

“Sto per riavviare Xena, quindi no. Al contrario, mi viene voglia di sistemare le cose e farle bene stavolta”.

56g

Questa nuova versione della serie del ’95, infatti, renderà la relazione tra Xena e Olimpia più esplicita, raccontandola senza nessuna ambiguità. Javier Grillo-Marxuach lo dice chiaramente:

“Non c’è motivo di riportare in vita Xena se non con l’intento di esplorare al meglio una relazione che poteva essere raccontata solo in maniera sottointesa in prima visione negli anni ‘90”.

Lo sceneggiatore sembra avere le idee chiare. Per quanto riguarda la struttura della serie, il reboot comprenderà solamente 8 o 13 episodi, configurandosi come una limited event style series che andrà in onda fuori dalla programmazione autunnale. Nonostante non ci sia ancora un copione o un ordine ufficiale per un pilot, qualcosa si muove già in pentola e se NBC darà l’OK, Grillo-Marxquach scriverà e produrrà la serie, insieme a Sam Raimi e Bob Tapert, i creatori della serie originale.

1438274544_lucy-lawless-and-renee-o-connor-xena-441

Sebbene i fan siano perplessi, ma allo stesso tempo impazienti, la fan numero uno della serie, Lucy Lawless, si augura che il reboot rimanga fedele allo spirito della serie, che parlava di onore e integrità oltre che della forza e indipendenza delle donne, e che non si tratti solo di una serie di tits and ass.

Noi ci auguriamo lo stesso, e mentre proviamo ad immaginare chi potrebbe interpretare la nuova principessa guerriera, ci chiediamo se le grandi aspettative dei fan accaniti saranno affrontate “con indomito coraggio da colei che sola poteva cambiare il mondo”.

Comments
To Top