fbpx
Recensioni Serie TvSerie Tv

White Collar – 4.09 Gloves Off

Neal decide di condividere con Peter e Mozzie la visione del filmato lasciatogli da Ellen, in cui la donna gli rivela di aver raccolto in una scatola tutte prove di corruzione di molti poliziotti che ha trovato. L’unico modo che Neal ha per trovare la scatola è quello di trovare una chiave all’interno di un medaglione.
Neal e Peter devono decidere come affrontare questa vicenda una volta e per tutte e con una bella stretta di mano sanciscono un patto: Neal non mostrerà il video a Sam e Peter non coinvolgerà l’FBI fino a  quando non avranno trovato un modo di lavorare insieme.

Nel frattempo, il bureau indaga per inside trading su Eric Dunham, pezzo grosso di Wall Street e vecchia conoscenza di Neal, risalente a quando lavorava per Adler.
Peter decide di mandare sotto copertura Neal nei panni di Nick Holden.
Il ragazzo non ha molto problemi a farsi assumere da Dunham e presto scopre che l’uomo gestisce una sorta di “fight club”, un locale in cui si ricevono informazioni segrete sui titoli in cambio di una vittoria sul ring.
Per cogliere in flagrante Dunham, Peter e Neal sono costretti ad indossare i guantoni. Naturalmente, la sfida viene anticipata da prove in cui i due imparano tutte le mosse da fare per far arrivare Peter alla vittoria. Molto carine le scene in cui i due, aiutati da Jones e Mozzie, si preparano all’incontro e studiano le mosse da fare.

Intanto, Neal incontra Sam, senza però mostrargli il filmato. Peter viene a sapere dell’incontro grazie ad Elizabeth che, andata a fare una visita a Neal si insospettisce, invece di andarsene parcheggia l’auto – con uno dei più fastidiosi product placement che abbia mai visto – e si ferma a spiarlo.
Peter, pensando che Neal abbia violato il patto, chiede a Diana di fare dei controlli su Sam e, scoperto dove vive, va a trovarlo, chiedendogli di collaborare.

Ma ora torniamo al ring. Tutto è pronto per il finto  scontro, ma Neal riceve la telefonata di Sam che gli dice che è costretto a scappare poiché, a causa della visita di Peter, è saltata la sua copertura.
Neal, ferito, non riesce a perdonare Peter di aver violato la sua fiducia e il finto match diventa un vero e proprio combattimento, con un Neal arrabbiatissimo in cerca di sfogo.
Alla fine, Peter riesce comunque a prevalere e ad arrestare Dunham.
Ma non ha nulla per cui festeggiare.Il suo rapporto con Neal è di nuovo compromesso.

Sono sotto la tutela dello Stato e farò il mio lavoro per l’FBI. Ma per quanto riguarda la mia vita privata, io e te abbiamo chiuso. Abbiamo chiuso.

Questo episodio, scritto da Mark Goffman, fa bene il suo dovere di assist al summer finale, lasciandoci col fiato in sospeso, sia per quanto riguarda la vicenda Ellen/padrediNeal/Sam, sia per il rapporto tra Neal e Peter, i quali sembrano non riuscire mai a fidarsi pienamente l’uno dell’altro.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio