News Serie TV

Weekly TV Rating: cancellazioni, rinnovi, flop della TV USA a fine Febbraio

weekly tv rating

Un mese è passato ormai dall’ultimo appuntamento con l’analisi dei rating, per motivi più o meno personali di chi scrive questa rubrica, ma siamo di nuovo qui ad analizzare cosa va e cosa no nella TV americana, almeno a livello di ascolti, perché per la qualità, si sa, ormai nelle tv generaliste trovare una serie decente è come cercare il famoso ago nel pagliaio, mentre ultimamente pure il via cavo si sta facendo soppiantare dalle nuove piattaforme come Netflix, Hulu e Amazon, tranne poche eccezioni. La tv è sempre più in crisi? Quella tradizionale si, decisamente e, nonostante gli ascolti non siano l’esatto termometro della qualità, questa volta si accodano alla tendenza e gli ascolti dei canali broadcast, come di quelli cable, tranne eccezioni particolari, stagnano o calano. Pure The Walking Dead, che rimane pur sempre a rating stratosferici, possiamo essere sicuri che ha i suoi giorni migliori alle spalle e non sicuramente davanti, visto che una parte di pubblico ormai è andata e altri seguiranno questo stillicidio perenne.

Ma potràrecuperare qualità la tv broadcast? Ne dubito, anche perché, ormai, nessuno che scriva un buono show lo va più a vendere alla tv generalista, perché su piattaforme diverse si trovano maggiori sicurezze e continuità e credo che ormai nemmeno le broadcast cerchino qualcosa di diverso da un appuntamento seriale che non impegni troppo il cervello ma che sia più familiare e confortante possibile.

Un altra eccezione, a livello di ascolti, è stata X-Files. In un periodo, quello degli ultimi anni, in cui hanno preso piede revival dalle incerte fortune e dalla dubbia necessità (24, Heroes, X-Files, Twin Peaks) quello che finora ha avuto più seguito di pubblico è stato sicuramente il misterone complottaro di Mulder e Scully, che nonostante avesse visto giorni migliori, ma pure di molto, in passato, ha mantenuto un decoro di ascolti e, visti i tempi odierni, è stata pure una serie di successo per Fox, tanto che magari ci pensano a resuscitarla di nuovo. Come a dire: largo alla fantasia e all’innovazione nella tv generalista.

Ma andiamo a vedere, per fare un miglior analisi, i rating, come al solito, canale per canale, prendendo in considerazione, visto che manchiamo da un po’, il rating medio dell’ultimo mese:

ABC

modernfamily

I top della settimana:
The Middle 1,9 (=)
The Goldbergs 2,0 (=)
Modern Family 2,5(=)
Black-ish 1,8 (=)
Grey’s Anatomy 2,2 (=)
Last Man Standing 1,2 (=)
Dr. Ken 1,0 ()

In mezzo al guado:
Once Upon a Time (in pausa)
Quantico (in pausa)
Fresh off the boat 1,3 ()
Agents of SHIELD (in pausa)
Scandal 1,9 ()
How to get Away with Murder 1,6 ()
Mistress RINNOVATO

I flop:
Castle 1.0 ()
The Muppets 0,8 ()
Agent Carter 0,8 ()
American Crime 0,9 (=)
Nashville (in pausa)
Galavant TERMINATO
The Astronaut wives club CANCELLATO
The Whispers CANCELLATO
Wicked City CANCELLATO
Blood & Oil CANCELLATO

Che succede in ABC?
In crescita in questo ultimo mese in ABC non c’è nulla, anzi, c’è qualcosa che è preoccupantemente in calo. Se il mercoledì comedy (The Middle, The Goldberg, Modern Famiy, Black-ish) rimane un caposaldo del canale, anche se Black-ish è l’anello un po’ più debole, l’altra serata forte, il giovedì di Shonda, inizia a collassare. E non è nemmeno lo show più vecchio, Grey’s Anatomy, a far cominciare il crollo, ma è Scandal il problema principale. Lo show sembra chiaramente arrivato alla frutta e forse pure Shonda non lo regge più, tanto che sta affossando progressivamente la serata e, quasi quasi, inizia ad insinuarsi l’idea che sia meglio cambiare cavallo in corsa e non riproporre Scandal il prossimo anno. Si metteranno d’accordo Shonda e la ABC per chiudere lo show in modo degno quest’anno o ce lo trascineremo ancora? Le prossime settimane saranno indicative.

Appunti sparsi sulle altre serate: con la domenica praticamente ferma e il lunedì che ha solo la “seconda serata” rappresentata da un sempre più misero (come rating) Castle, rimangono due serate in ABC: martedì e venerdì. Il venerdì con Last Man Standing e Dr. Ken ha la sua dimensione e va discretamente bene, mentre il martedì è un buco nero: il sostituto Marvel, Agent Carter, è un flop, mentre i Muppets sono un buco di proporzioni epiche, tanto che il tutto si trascina a fondo pure Fresh off the boat. Il martedì ormai è serata della morte in ABC, tanto che ormai ci sopravvive il meno peggio (Agents of SHIELD, fortunatamente per noi).

CBS

TBBT

I top:
Supergirl 1,6 ()
Scorpion 1,9 ()
NCIS 2,4 ()
NCIS New Orleans 1,9 ()
Criminal Minds 1,8 ()
The Big Bang Theory 3,8 (=)
Life in pieces 2,1 (=)

In mezzo al guado:
Madam Secretary 1,2 ()
NCIS LA 1,5 (=)
Limitless 1,2 (=)
2 Broke Girls 1,6 (=)
Mike & Molly 1,6 (=)
Code Black 1,2 ()
Mom 1,8 (=)
Hawaii Five-O 1,2 ()
Blue Bloods 1,3 ()
Zoo RINNOVATO

I flop:
The Good Wife 1,0 ()
CSI Cyber 0,9 (=)
Elementary 1,1 (=)
Angel from Hell CANCELLATO
Extant CANCELLATO

Che succede in CBS?
Una boccata d’ossigeno per alcuni programmi CBS, ma questo perché la rete quest’anno non va decisamente bene, se si esclude il solito fenomeno di The Big Bang Theory che si tira dietro anche i discreti ascolti di Life in Pieces. Il resto sta andando malino, tanto che in alcune sere la CBS viene battuta non solo dalla ABC che è da sempre la rete che le contende lo scettro (telefimicamente parlando), ma pure dalla NBC che negli ultimi anni era diventata il buco nero e non parlo di programmi fenomeno contro medi performer, parlo proprio di medi contro medi, nella maggior parte delle “seconde serate” e a volte pure alle 9. Una tragedia.

Da questa tragedia si riprendono un po’ i vari NCIS e parzialmente la serata del venerdì (Blue Blood e Hawaii Five-O), mentre Criminal Minds continua a peggiorare. Angel of Hell è stato cancellato (non ho ancora capito perché sia andato in onda, sinceramente) e di Code Black e Limitless il destino è incerto, mentre di Elementary la legge degli ascolti dovrebbe avere finalmente la meglio.

CW

the-flash-tv-series

I top:
The Flash 1,5 ()
Arrow 0,9 ()

In mezzo al guado:
iZombie 0,5 ()
Supernatural 0,8 (=)
Legends of Tomorrow 0,9 ()
The 100 0,6 (=)
Reign (in pausa)
The Vampire Diaries 0,4 ()
The Originals 0,4 (=)

I flop:
Crazy Ex Girlfriend 0,4 ()
Jane the virgin 0,3 ()

Che succede in CW?
La CW non va male, ma il tutto probabilmente è mascherato da The Flash che, soprattutto con l’accoppiata di episodi su Earth-2, ha fatto il botto degli ascolti in questo mese. Tutto questo però mentre chi gli stava accanto boccheggiava. Arrow è in lieve calo, ma tiene, chi invece inbocca già la via del declino è Legends of Tomorrow, show effettivamente troppo stupido per essere credibile e che quindi non sta facendo il bene della rete. Si, rating lo fa discreto, ma visto quanto ci avevano investito, è considerabile un flop.

Il lunedì c’è un inversione di tendenza: Jane andava meglio della Crazy Ex Girlfriend, ora il discorso s’è ribaltato, ma restano entrambe degli show poco visti, così come i vampiri, soprattutto the Vampire Diaries, che però hanno nel fatto di andare al venerdì almeno una parziale scusante. Dei programmi in ballo per il rinnovo peggiora un po’ iZombie e resta stabile The 100 tanto che per il secondo direi che non ci sono dubbi su una nuova stagione mentre per il primo, pur peggiorando l’outlook, resta probabile.

Fox

X files banner

I top:
Gotham (in pausa)
The X-Files 2,4 ()
Lucifer 1,7 (⇓)
Rosewood (in pausa)
Empire (in pausa)

In mezzo al guado:
Last Man on Earth (in pausa)
New Girl 1,3 ()
Granfathered 0,9 (=)
Brooklyn Nine-Nine 1,0 (=)
Bones (in pausa)

I flop:
Cooper Barrett’s guide to surviving life 0,8 ()
The Grinder 0,6 ()
Sleepy Hollow 0,8 ()
Second Chance 0,6 ()
Scream Queens RINNOVATO
Minority Report CANCELLATO

Che succede in FOX?
Tante freccette meno, ma volendo sono ingannevoli, almeno per la stagione in generale, nel senso che Fox, dopo i passati anni di disastri, sta andando discretamente. Oltre ad Empire ed al discreto Gotham, X-Files è stato un successo, il meno è rispetto all’esordio, ma la media stagionale è sicuramente ottima e quindi va promosso. Da qui a dire che ne rifacciano altre di puntate ne passa tanta di acqua sotto i ponti, però, non si sa mai. Anche Lucifer è in calo dalla premiere, anche se qui il calo sembra molto più costante e marcato, però per ora si difende ancora. Per ora è la parola chiave, comunque .. bisogna vedere a dove si arresterà l’emorragia.

Notizia di settimana: dopo una lunga e onorata carriera Bones viene rinnovato per un’ennesima stagione, che però sarà l’ultima. Un lungo addio per un programma ormai giunto ad annoverare tanti, forse troppi, anni.

E poi ci sono i flopponi veri e propri: se lo sono anche Sleepy Hollow e The Grinder il top del flop deve andare a Cooper Barret e Second Chance, programmi scomparsi dal radar del pubblico subito dopo l’esordio e che saranno dimenticabilissime meteore nel firmamento televisivo.

NBC

chicagofire

I top:
Blindspot (in pausa)
Chicago Med 1,5 ()
Chicago Fire 1,7 ()
Law & Order SVU 1,7 ()
Chicago P.D. 1,7 ()

In mezzo al guado:
The Blacklist 1,4 ()
Shades of Blue 1,1 (())
Aquarius RINNOVATO

I flop:
The Misteries of Laura 1,1 (=)
You, me and the apocalypse 0,7 ()
Grimm 0,9 ()
Undateable TERMINATO
Heroes Reborn CANCELLATO
Truth to be told CANCELLATO
The Player CANCELLATO

Che succede in NBC?
Il cuore pulsante di NBC ne sta decretando il ritorno dal baratro in cui si era infilata. Non arriveremo mai a vette top su questo canale, ma, quantomeno, sono in controtendenza rispetto a molti altri broadcast. Il cuore pulsante, non serve nemmeno dirlo, sono gli show a brand Chicago a cui si aggiunge l’ormai incredibilmente longevo Law & Order che però si toglie pure lo sfizio di battere in alcune serate pure Criminal Minds. Insomma, questa parte di NBC va (relativamente al canale) bene.

Poi siamo sempre su NBC e rimangono sempre cose imbarazzanti, che però normalmente hanno vita breve. L’ultimo floppone è You, me and the Apocalypse, ormai ad un livello di invisibilità da fare invidia al mantello di Harry Potter. Già morto e sepolto come show, pur andando ancora in onda.

Eye on Cable

The Walking Dead

Vabbè, è tornato The Walking Dead e fa i migliori ascolti della tv, se parliamo di serie scripted. Però, c’è un però, la serie, come detto ad inizio articolo, ha i suoi giorni migliori alle spalle e non di fronte, con ascolti che se confrontati con gli stessi episodi di 1 o 2 anni fa sono decisamente minori. Tutto questo non le impedirà di ammorbarci ancora per anni con filleroni inutili che si susseguono in rapida successione, almeno per chi continuerà a seguirla e, nell’enorme massa, sono sempre un pelo meno.

Tolto The Walking Dead andiamo a vedere come va il resto della tv via cavo e partiamo dai network con maggiore “qualità”: sulla HBO è un dramma, meglio evitare anche i giri di parole; Vinyl non lo guarda nessuno e sebbene sia rinnovato per una seconda stagione (a meno che non gli muoiano troppi cavalli, cit. Luck) per il network è una tragedia, visti gli investimenti e i nomi coinvolti (un po’ meno l’ostica ambientazione) tanto da fare meglio solo di poco degli invisibili Girls e Togetherness. Va meglio a tutti gli altri cable di qualità, tanto che in AMC, tolto il fenomeno di ascolti, vivono bene col punto di rating di Better Call Saul e in Showtime si tengono stretto Shameless che fa sempre il suo discreto 0,7 e Billions che cresce a 0,4. Ultimo ma non ultimo c’è FX che ha proposto la nuova creatura di Murphy, American Crime Story, partito con un roboante 2,0 di rating ma già calato a 1,3 dopo 4 episodi che fa il pari come calo al quasi invisibile Baskets che però si è portato a casa il rinnovo. Chiude History con Vikings partito con un discreto 0,8 che si trasforma in un meno brillante 0.6 al secondo episodio e che certifica un calo anche in questa brillante serie storica.

Network giovanili: in Freeform (ex ABC Family) continua ad essere programma di punta Pretty Little Liars che comunque con il suo 0.6 è dimezzato come ascolti rispetto ad un paio di anni fa. Successori non ce ne sono però, tanto che subito dietro troviamo Shadowhunters con un modesto 0,4 ma che fa meglio di tutta la pletora di 0,3 fisso degli altri show (The Foster, Baby Daddy, Young & Hungry) con l’unica eccezione a 0,2 e flop del canale Recovery Road. Su MTV invece si è proprio stabilita la gerarchia: Teen Wolf (0.5) sta sempre davanti a Shannara (0,4) tanto che non sembra proprio che il secondo, visti soprattutto i costi, possa sostituire il primo a fine corsa.

Altri network: Su USA Network continua ad essere Suits la guida con 0,5 davanti a Colony, ma, se non altro, dobbiamo rilevare come almeno a livello qualitativo negli ultima anni USA stia andando verso buoni livelli, per alcune produzioni. TNT invece è l’ombra del suo glorioso passato, tanto che ormai ha procedurali di lunga data che non fanno più ascolti particolari: al momento è il turno di Rizzoli & Isles e Major Crimes di attestarsi su un modesto 0,4. Sy-Fy invece vede calare gli ascolti di The Magicians ad uno 0,3 che è sostanzialmente sotto media del canale.

Network minori: WGN ha trovato la sua piccola perla con Outsiders che continua a tenersi su ascolti molto più elevati rispetto alla media del canale (0,3) così come Workaholics tiene Comedy Central su un decoroso 0,3 (portandosi dietro Idiotsitter a 0,2). Fxx fa un po di pubblico con l’ennesima stagione di Sunny in Philadelphia mentre non ne fa con Man seeking woman. Black Sails continua a difendersi bene (0,2) su Starz al sabato, tanto che potrebbe diventare una delle serie più longeve del canale.

Legenda: in rosso le serie a rischio cancellazione anticipata o a fine stagione (o all’ultima stagione), in verde le serie probabilmente rinnovate, in arancione le serie in bilico, in blu le serie già rinnovate. I dati del venerdì e sabato della cable tv si riferiscono alla settimana precedente.

Spiegazioni tecniche – come leggere i dati: Cosa sono i rating? quelli che esponiamo qui sono semplicemente la percentuale di pubblico americana tra i 18/49 anni che guarda un determinato show, ossia la percentuale di persone nella fascia di età che spende e che interessa ai pubblicitari che sono quelli che danno alle tv i soldi per fare gli show. Certo, non sempre questo è il dato più importante: ci sono canali che puntano ad altre fasce d’età (CW, ABC Family) o sono non supportati da pubblicità (Showtime, HBO) ma vivono sugli abbonamenti. Per non complicarci troppo la vita, comunque ci limitiamo a questo dato indicativo.
Il Live+7. Di cosa stiamo parlando? Con la visione in “diretta” delle serie sempre più asfittica, da qualche tempo ha preso sempre più importanza il dato relativo alla visione degli show nelle repliche e nella visione differita e registrata (DVR) perché comunque continua a mantenere al suo interno la pubblicità e può essere un aiuto per capire se uno show ha potenziale o meno. Certo, non ha ancora l’importanza del dato della prima messa in onda, ma può aiutare a decidere per gli show in bilico.

Fonti: Tvbythenumber, Thefutoncritic, EN Wiki, Showbuzzdaily

Comments
To Top