fbpx
0Altre serie tv

Watchmen: Jeremy Irons confermato nel ruolo principale della serie tv

jeremy irons watchmen

C’erano poche cose che sarebbero state in grado di rendere una serie tv come Watchmen ancor più straordinaria. Bastava, infatti, aggiungere ad un cast già straordinario e un regista estremamente capace un nome come quello di Jeremy Irons.

Il premio Oscar e vincitore di un Emmy, Jeremy Irons si unisce al cast (stellare) della serie tv diretta da Damon Lidelof, che ha da poco concluso la sua esperienza con The Leftovers. Nel cast, insieme ad Irons, nomi di attori già ampiamente noti: Regina King, Don Johnson, Tim Blake Nelson, Louis Gossett Jr., Adelaide Clemens e Andrew Howard.

LEGGI ANCHE: Ma come ti vesti? – Rinascimento italiano Edition: Borgias e Da Vinci’s Demons

Jeremy Irons sarà il Lord di un Maniero britannico 

jeremy irons watchmen

Jeremy Irons, che ha vinto il suo premio Oscar per  Il Mistero Von Bulow, nonchè un Emmy per il suo ruolo di Lord Dudley nella miniserie Elizabeth I del 2005, arriva da una carriera straordinaria, sia nel mondo del cinema che delle serie tv. Nell’ambito di quest’ultimo l’abbiamo visto recentemente nei panni del patriarca della famiglia Borgia nella serie omonima, in cui interpretava il papa Alessandro VI. Tra i suoi film, invece, possiamo citarne tantissimi di tanti generi differenti: La Maschera di Ferro, Eragorn, Lolita, La Corrispondenza, Die Hard – Duri a Morire. L’elenco potrebbe continuare ancora a lungo!

LEGGI ANCHE: L’uomo che vide l’Infinito – Recensione del film con Dev Patel

L’attore britannico sarà – secondo le pochissime indiscrezioni rilasciate dalla HBO, canale che produce Watchmen un vecchio e burbero lord di un maniero britannico. Possiamo solo dedurre che il suo personaggio sarà altrettanto magnetico e carismatico da attrarre il resto del cast e farlo gravitare intorno alla sua persona. Probabilmente. Diciamo che HBO non si è dilungato in dettagli circa le caratteristiche del personaggio.

Watchmen: Come sarà la serie tv di Damon Lindelof?

 

leftovers

Credits: HBO

La storia che Lindelof sta sviluppando per la HBO sarà un mix tra la serie di fumetti originale e una storia nuova. Nel mondo di Watchmen i supereroi sono trattati come dei fuorilegge e la storia ruoterà anche intorno a questo. Una storia sviluppata, tra gli altri, dai produttori esecutivi Tom Spezialy e Nicole Kassell, anche lei in arrivo dal mondo di The Leftovers e dietro la macchina da presa del pilot della serie tv.

“I 12 episodi originali [di Watchmen] sono il nostro Vecchio Testamento. Con l’arrivo del Nuovo Testamento, quest’ultimo non ha cancellato quello che c’era prima. la Creazione, il Giardino dell’Eden, Abramo e Isacco. Il Diluvio Universale. E’ successo, e così sarà anche per WatchmenIl Comico è morto, Dan e Laurie si sono innamorati, Ozymandias ha salvato il mondo e Dr. Manhattan se ne è andato dopo aver fatto esplodere Rorschach in mille pezzi nel freddo dell’Antartica. Per essere molto chiari, Watchmen è canon. Non siamo creando un “sequel”, nemmeno quello. La storia sarà ambientata nel mondo che i suoi creatori hanno idealizzato. Ma la nel rispetto della tradizione del lavoro che ha ispirato questo mondo, la nostra storia deve essere originale. Alcuni personaggi sono sconosciuti. Nuovi volti, nuove maschere per nasconderli.”

Lindelof ha letto i fumetti quando era un bambino, nel 1980 e questo influenzerà senz’altro il suo lavoro. Proprio come sarò influenzato dall’esperienza conclusasi con The Leftovers. In un momento in cui la scena televisiva e filmografica è satura di supereroi, sarà senz’altro interessante vedere come Lindelof darà vita a questo mondo di eroi “diversi”. Proprio come sarà interessante vedere Jeremy Irons tra le fila dei suddetti eroi.

LEGGI ANCHE: The Borgias – Il Protagonista parla del suo personaggio, il papa Alessandro VI

Comments
To Top