fbpx
Recensioni

War and Peace: Recensione dell’episodio 1.01 – Episode 1

Sono passati tre anni dall’ultimo masterpiece della BBC, Death comes to Pemberley e iniziavamo e sentire la mancanza di una bella miniserie in costume dai toni epici ambientata sullo sfondo della solita perfezione inglese per le ricostruzioni storiche. Dopo mesi di teaser e trailer, di poster e immagini promozionali l’attesa è dunque cessata con la messa in onda del primo episodio dell’adattamento inglese di “Guerra e Pace” di Tolstoy.

Quando un libro di qualsiasi genere viene adattato per lo schermo, sia esso piccolo o grande, ci sono delle aspettative soprattutto da parte di chi, come chi scrive, ha letto il romanzo, ma se l’opera in questione è una delle pietre della letteratura mondiale, se non il miglior romanzo storico di sempreAnna-Pavlovna, l’aspettativa di assistere a qualcosa di indimenticabile pervade tutti gli spettatori. Per quanto difficile cercheremo inizialmente di scindere le due cose e limitarci a recensire l’episodio come se stessimo guardando una storia nuova, mai narrata e di cui non conosciamo la fine.

Questo primo episodio introduce bene i personaggi, incasellandoli subito come ben differenziati tra di loro, ma tutti pervasi da una sensazione di impazienza e irrequietezza. Conosciamo Pierre, figlio illegittimo del conte di Bezukhov, ragazzo giovane con idee poco vicine all’aristocrazia russa a cui non ritiene di appartenere, ma da cui si fa coinvolgere e manovrare, ha un cuore puro e sembra irrimediabilmente incapace di decidere cosa fare della sua vita. Al contrario Andrej Bolkonsky, c2E03FAC000000578-3299332-image-a-21_1446406327262he condivide con Pierre la sensazione di non appartenere all’ambiente che lo circonda, decide fermamente di fuggire dalla monotonia di San Pietroburgo per andare a combattere Napoleone che avanza velocemente. Vengono descritti velocemente gli intrighi di palazzo con protagonisti la principessa Pavlovna e il principe Kuragin che ha due figli particolarmente torbidi e infine una breve fotografia viene fatta anche della famiglia Rostov ed in particolare della figlia Natasha.

Le micce che danno il via all’azione sono la campagna di Russia di Napoleone e la morte del padre di Pierre che lo nomina suo erede contrariamente a quanto tutti, compreso lui stesso, si aspettavano, da qui attacca il primo giro di walzer della grande epopea familiare che è la storia di Guerra e Pace.

Ma a parte dare una caratterizzazione generale dei personaggi, un buon primo episodio cosa deve fare? Dare allo spettatore una ragione per continuare a guardare la serie sette giorni dopo. A mio parere questo primo episodio non ci riesce. La BBC fallisce, come era successo con “Fleming”, nel creare l’atmosfera: i personaggi sono perfetti, ben delineati, ben recitati, il cast è giusto, ma è la cornice che rimane sciatta, fatta di costumi non adatti all’epoca e poco curati, fatta di una colonna sonora inesistente che invece dovrebbe sovrastare le inquadrature, fatta di una regia che non respira. In poche parole non sembra di essere in Russia, e se la neve finale un po’ aiuta, la regia non è iPicture shows: Natasha (LILY JAMES) **Strictly embargoed for publication** EMBARGOED UNTIL WEDNESDAY 12TH AUGUST - WAR AND PEACE EXCLUSIVE IMAGE - LILY JAMEntrigante, è didascalica, non utilizza nessun tipo di tecnica visiva interessante.

A questo punto allora forse, quello che è necessario fare è ritornare indietro, poche righe sopra quando avevamo detto della necessità di esaminare la serie indipendentemente dal libro. Forse in questo caso non è possibile farlo, perché a causa di una carenza della serie è necessario per il lettore attaccarsi a Tolstoy, al ricordo della sua “luce del bosco” per continuare a vedere la serie, perché altrimenti poche sono le cose che invogliano la visione.

Ci sono molti modi di raccontare una storia, soprattutto se sai che il tuo pubblico questa storia la conosce già; non sarebbe stato sbagliato rischiare, magari usare dei flashfoward o una prospettiva narrativa diversa o anche semplicemente un’altra regia.

Aspettando di vedere tutti e sei gli episodio di cui si compone la serie, continuate ad amare i period drama e i classici letterari.

Good Luck!

Angolo della Vipera:

  • Lily James, io di vederti in ogni locandina non ne posso più…

  • Aboliamo l’utilizzo delle frangette per ringiovanire i personaggi

  • C’è mezza Inghilterra in questo adattamento.

  • Mi spiace James Norton, sei bravo, sei bello, ma Alessio Boni lo era di più (recuperatelo l’adattamento del 2007)

  • Bedelia (Anna Pavlovna) non facciamoci sempre riconoscere con quelle spalle scoperte…

  • Ma tutto questo sesso e nudo io me lo sono perso tra le pagine o ho letto una versione censurata?

1.01 - Episode 1
  • SCIATTO
Sending
User Review
3 (1 vote)
Comments
To Top