fbpx
Recensioni

Under The Dome: recensione episodio 2.11- Black Ice

Non siete stati negli scout? Avete sempre amato i videogiochi survival ma siete troppo pigri per provare a viverli sulla vostra pelle? Avreste sempre voluto mettere in pratica gli insegnamenti del “Manuale delle giovani marmotte” ma la mamma vi incollava alla sedia per studiare? Bene dopo la visione dell’ultimo episodio del Cupolone non dovete assolutamente preoccuparvi, perché possiederete tutte le nozioni e le abilità per sopravvivere a qualsiasi evento, mutazione climatica, o pioggia di rane dovesse verificarsi nei dintorni di casa vostra.

Innanzi tutto è necessario sapere, cari piccoli avventurieri, che quando la temperatura scende precipitosamente dovete trovare una fonte dith calore che sia alimentata esclusivamente a benzina. Buttate via le stufette, i fiammiferi, il legno di noce, e abbracciate il vostro condizionatore alimentato da qualche generatore del secolo scorso; evitate di stare in spazi chiusi ma preferite quelli aperti in maniera da non sentire troppo vicino il calore corporeo delle altre persone sul collo, onde evitare spiacevoli incontri tipo migliori amiche che avete ucciso e che sono resuscitate giusto per ricordarvelo. 

L’abbigliamento è importante miei piccoli Bear Grylls in erba, se vedete che i vetri di casa vostra si ghiacciano come bastoncini Findus mi raccomando state leggeri, giusto un piumino leggero aperto, qualche camicia di Jeans e mai e dico mai guanti, cappello e sciarpa che possono farvi male. Cercate di essere collaborativi e aiutate i vostri amici a distribuire trapuntine di cotone a chi magari sente più freddo, e se proprio volete andare fuori a spasso, fate come Big Jim: la camicia di flanella vince su tutto (con quella panza il freddo non lo sente di sicuro).

Se avete intenzione di farvi una nuotata di qualche giorno assicuratevi che il lago si ghiacci nel modo giusto, quando cioè saranno presenti sulla superficie dei piccolissimi triangoli di ghiaccio (volevo dire polistirolo) che sparpagliati galleggiano in allegria, e non lastroni che ricoprono l’intero lago allora è il momento giusto per tuffarsi. Ricordatevi di stare a mollo tanto e di riemergere solo quando nei pressi ci sarà qualcuno che possa tirarvi fuori con un galleggiante dell’ante-guerra.

th (1)Sopravvivere in compagnia è più bello, se poi siete la terza punta di un triangolo amoroso tra adolescenti, allora siete a cavallo! Questa distrazione vi darà più tempo da non dedicare ad aiutare chi ha bisogno, potrete frugare negli zaini invece di salvare vite e pedinare la gente giusto per scoprire che i veri amici non tradiscono mai (o almeno non fino in fondo).

Ma quando tutte le condizioni sono critiche: il freddo polare che rompe i vetri e  voi intrappolati dentro l’unica ambulanza al mondo sprovvista di un kit di pronto soccorso e piena solo di tubetti di vasellina, mentre la vostra fidanzata sta morendo perché un’enorme lastra di metallo le si è conficcata nella gamba e tutto quello che potete fare è coprirla con il vostro calore corporeo (Barbie quando vuoi sai dove abito…) avete bisogno solo di una cosa: un forno. Di quelli dove cuocete la parmigiana di melanzane, basterà accenderlo e sarà in grado di sviluppare poteri magici tipo la resurrezione di persone morte congelate, e il fermare le emorragie, vi basterà avvicinarvi al suo sportello (confidando che sia rimasto un po’ di gas) e voi e la vostra bella sarete in salvo, felici, fighi e innamorati.

AUnder-the-Dome-Season-2-Episode-11-Black-Ice-8-550x309vrete molte avversità da affrontare ma nulla dopo questo episodio vi sembrerà impossibile, maneggerete con destrezza ogni abilità: acchiappare uova epilettiche, recitare male come Melanie, farvi offendere da tutto e tutti come Big Jim, persino curare una povera donna assiderata come fa Sam (o forse no). Insomma, niente potrà impervi di sopravvivere a parte il solito caramelloso lieto fine di ogni singolo episodio… E se dovesse improvvisamente venire a mancare lo spazio no preoccupatevi che come dice Big Jim ” Meno siamo meglio stiamo”.

Good Luck!

Note: -Ma la corrente per ricaricare la Prius (pulitissima nonostante la pioggia di sangue) dove la trovano? -Ma Lyle perde capelli ogni volta che lo inquadrano? -Ma da quando la cupola è una sfera? Cosa mi sono persa? E cosa se ne fa di girare, cambia le stagioni?

-Scusate per la recensione dal tono giocoso ma questa serie o la prendiamo sul ridere o sembrerebbe di stare in ginocchio sui  ceci tutte le volte.

Per restare sempre aggiornati su Under The Dome, con foto, news, interviste e curiosità, vi consigliamo di passare per Under The Dome Italia e per vedere sempre prima gli episodi di Under The Dome seguite la pagina Facebook di Angels & Demons – Italian Subtitles

Comments
To Top