fbpx
Recensioni

Under The Dome: recensione episodio 1.11 – Speak of the devil

Domnado!

Questa settimana a “Er Cupolone”:

 Dopo che la minicupola ha trasformato il granaio in un disco-party rosa e ogni superficie disponibile è stata ricoperta da stelline dipinte, i nostri quattro eroi se ne stanno sdraiati a terra soddisfatti. Junior sembra quasi una persona normale, Angie non strilla e nell’aria ci sono solo certezze che coinvolgono missioni celesti e monarchi da incoronare. Le scemate che escono dalle bocche dei 4 dell’ovetto sono alla fine le più digeribili di tutto il telefilm, proprio perché, provenendo da ragazzini, non hanno alcuna pretesa di essere lontanamente sensate. Su due piedi viene deciso che Julia è abbastanza cool da meritare una tessera del club dei suonati e che merita di sapere proprio TUTTO. Poverina…

 Intanto lo sceriffo più sveglio del West sta finalmente interrogando Big Jim ed è incredibilmente determinata. Tanto che quando lui le racconta la verità più o meno completa, la sua reazione è così insignificanUnder_the_dome_111-04te che al massimo il nostro pelatone sembra meritarsi un buffetto sulle mani. Vendeva propano ad una regina della droga: un affare come un altro! Duke lo faceva per salvare la città dalla droga, Big Jim per garantirle un futuro prospero. C’è quasi da domandarsi perché non sia stato usato in campagna elettorale. Il mio pensiero corre al povero reverendo ucciso quasi per nulla.

Non contento di aver fatto girare a vuoto i neuroni di Linda per un po’, Big Jim le rifila pure tutta la cruda verità su Barbie e su quanto sia losco. “Rifletti.” Le dice. “Rifletti.” La faccia intelligente di Linda è impagabile.

A casa di Julia, quasi per un ripensamento dell’ultimo minuto degli sceneggiatori, Barbie è stato lasciato a dormire sul divano. Almeno un filo di decenza. A Julia però spiace dormire da sola e così decide che il modo migliore per sistemare la situazione delicata è di fare visita alla tomba improvvisata di suo marito. Barbie è dubbioso ma corre a vestirsi e a questo punto assistiamo quasi sicuramente alla scena migliore che la Cupola ci abbia regalato. Suonano al campanello e alla porta c’è Max che prende la mira e spara a Julia lasciandola a rantolare a terra. Non solo vediamo uno dei nostri sogni avverarsi ma la scena è così rapida e inaspettata da farmi quasi sussultare. Nessun dialogo ad effetto, nessuna solita prolissa spiegazione da cattivo logorroico. Io applaudo ferocemente!

Segue una corsa forsennata alla clinica più deserta al mondo che lascia giusto il tempo di far pubblicità alla macchina elettrica guidata da Joe. Il messaggio promozionale è chiaro: vorrete una macchina elettrica quando vi troverete inspiegabilmente Under_the_dome_111-02intrappolati sotto una cupola!

Ormai lo sapete che io apprezzo particolarmente Barbie e quindi mi godo tutta la sua preoccupazione per la sua bella… giusto giusto fino a quando viene tirata in ballo la solita penna e mi viene da maledire George Clooney che la sdoganò una quindicina di anni fa, in modo da permettere agli sceneggiatori di riproporcela almeno una volta a telefilm. Però questa volta c’è un twist… come trasformare una cosa assurda in una ancora più assurda? Piantiamo la penna nel fianco della rossa con un semplice, abile colpo del palmo. Bambini, non vi venga in mente di farlo a casa per favore.

Angie e Junior sono ancora una volta rimasti soli… lei ha la tendenza a rimuovere che lui è un simpatico psicopatico innamorato e così lui è costretto a ricordarglielo ogni santa volta. La cupola, l’ovetto, li legano aldilà del tempo e dello spazio, forever and ever. Lei strilla (finalmente!), lui sbatte la porta del fienile e alla cupola girano così tanto che sprigiona un tornado, o un Domnado se preferite, che minaccia di sparpagliare tutte le immondizie della città e di abbattere qualche albero. Alzi la mano chi ha creduto per un istante che i tuoni facessero parte della colonna sonora per sottolineare la tempesta emotiva dei protagonisti. Risate a palate!

Che la cupola sia adirata perché Linda sta facendo finta di studiare con occhio esperto la macchia di sangue sul tappeto di Julia?! Spunta Phil (che sinceramente doveva per lo meno morire una decina di episodi fa) e senza che nessuno gliel’abbia chiesto vomita un sacco di cattiverie su Barbie e sovrappensiero commenta che probabilmente è stato lui a sparare a Julia. Linda veThe_Killing312-03de confermate tutte le sue poche certezze!

Anche se il tempo gira al brutto, Max vuole tornare alla sua casa albergo sull’isola e si fa una passeggiata in spiaggia per godersi il vento. Vuoi mica che si imbatta proprio nel cadavere della madre? E’ una piccola cupola, che ci volete fare? Mi aspetto che gridi al cielo strappandosi i capelli ma non fa né uno né l’altro. Ma mo’ son cavoli amari per tutti.

Intanto Big Jim in questo episodio ha un gran da fare: convincere Linda, tenere a bada Max, fregare Barbie, dare amore a suo figlio. Nel discorso con Junior ancora una volta è lampante chi sia l’attore migliore del telefilm ma questo provoca in me più irritazione che altro. La scena è così sentita da risultare stucchevole considerato il piattume generale. Dov’è la becera azione insensata? Dove sono i dialoghi illogici?

Vengo subito accontentata quando Barbie (salvata Julia dalla morte e placato il Domnado… è stato davvero lui?) si accorda con Big Jim per andare a stanare Max e a farla definitivamente finita. E qui, siccome prima si era elevata sparando a Julia, Max si schianta nella mia considerazione passando da improbabile regina della droga a improbabilissima donna innamorata e gelosa che propone a Barbie di scappare con lei non appena il piccolo dettaglio della cupola verrà risolto. Roteiamo gli occhi tutti insieme per favore. La morte che le tocca per mano di Big Jim è per lo meno il minimo che si meriti. Anche se insomma. E’ durata quanto? 3 episodi? E la sua mitica bisca clandestina? Che faranno a Domeville ora per passare il tempo? Che ne faranno di tutte quelle batterie cariche?

Manco a farlo apposta (ma chi lo avrebbe mai detto!), Linda arriva sul più bello fraintendendo tutto e costringendo Barbie a disarmarla e a scappare trasformandosi in un pericoloso ricercato. Un colpo di scena che se non fosse stato così macchinosamente costruito avrei accolto quasi con interesse.

E mentre Barbie corre come un indemoniato senza mai fermarsi (ma ‘ndo va?) e Big Jim si teletrasporta alla radio per comunicare alla nazione che il bel biondo da santo si è trasformato in ricercato numero uno, i 4 dell’ovetto risolvono l’ennesimo indovinello insensato che gli ha regalato la cupola e si beccano una nuova visione: Big Jim gli appare bello traforato e loro si ritrovano con in mano dei coltelli immaginari. Non sono teneri quando TUTTI e QUATTRO si guardanUnder_the_dome_111-05o a turno la mano vuota? Il messaggio è chiaro, ammazzate il pelato perché la cupola lo vuole. Solo Junior si mostra vagamente sconvolto.

Mancano così solo un paio di episodi che sappiamo con certezza non porteranno assolutamente a nulla. I quattro riusciranno davvero a convincersi che uccidere qualcuno sia la cosa più sensata da fare? Linda imparerà mai a sparare? E Barbie batterà il record di attraversata della cupola sprintando tra i boschi come solo Angie precedentemente aveva saputo fare?

Io un po’ soffro all’idea di separarmi da questo circo delle cretinate e voi?

PS: lo so, non ho citato il messaggio alla radio captato per puuuuuro culo da Dodee. Non mi interrogo neanche su cosa voglia dire… questo telefilm ha spento in me ogni curiosità.

Comments
To Top