fbpx
Recensioni

Under The Dome: recensione dell’episodio 1.08 – Thicker Than Water

Si è soliti usare la parola guilty pleasure per descrivere un qualcosa, in questo caso una serie tv, che pur trovandoci insensatezze e assurdità di ogni tipo continui a seguire con un “colpevole piacere” del quale neanche ti vergogni più di tanto. Under The Dome aveva le carte in regola per diventarlo una volta capito il tenore della serie, chiaro fin dai primi episodi, ma all’ottavo episodio arriviamo alla conclusione che la serie tratta dall’omonimo romanzo di Stephen King abbia fallito anche su questo fronte.

UnderTheDome1X08-3E’ il mistero della cupola, di che cosa si tratti, del perché si è attivata proprio sulla cittadina di Chester’s Mill, quello che doveva occupare gran parte dei 13 episodi che compongo la prima stagione e invece anche in in Thicker Than Water si è preferito occuparci d’altro. E sì, della storia che all’inizio è meglio concentrarsi sui personaggi, dargli una caratterizzazione (che qui latita), vedere come interagiscono e si comportano in una situazione di convivenza forzata, ne ho le scatole piene. Soprattutto per una serie del genere programmata in estate e senza tante pretese, esigo che sia data maggiore attenzione al significato della cupola piuttosto che ai conflitti tra padre e figlio… tanto non abbiamo a che fare con gli autori di Battlestar Galactica o di Lost.

Veniamo all’episodio e a quel che (poco) accade di rilevante. Siamo ancora alla diatriba che si protrae da tre episodi a questa parte tra Jim e il burbero Ollie. Le risorse idriche scarseggiano e il pozzo d’acqua di proprietà di Ollie può essere d’aiuto per dissetare la popolazione di Chester’s Mill. Dovrebbero essere questi i buoni propositi che spingono Jim a dichiarare guerra armata a Ollie, se non fosse che sappiamo benissimo quali siano le vere intenzioni di Jim e che verranno poi scoperte da Barbie (per la serie: meglio tardi che mai). In tutta questa vicenda arriva al suo climax anche il turbolento rapporto tra Jim e suo figlio Junior, passato per qualche istante nelle fila dei combattenti di Ollie salvo poi farlo fuori quando suo padre, prigioniero del proprietario terriero, gli confessa per la prima volta la verità (sicuri che sia davvero la verità?) sulla morte della madre. Siamo così giunti ad una giustificazione abbastanza plausibile per il motivo di tutta questa rabbia, di tutto questo rancore che c’era tra padre e figlio. La sola motivazione della prigionia di Angie cominciava a non reggere più.

Quel poco del minutaggio che resta dell’episodio coinvolge Julia che viene portata da Joe alla mini-cupola al centro della cupolona scoperta nello scorso episodio da lui e Norrie. Se i misteri della cupola grande restano tuttora sconosciuti, quelli della piccola cominciano piano piano a venire a galla. Sappiamo che chi poggia le mani su di essa ha la visione di un personaggio a noi conosciuto e che questa visione annuncia in qualche modo l’avvenire di un evento non tanto piacevole: così com’è successo con la madre di Norrie. A metterci le mani sopra questa volta è Julia e davanti a lei appare un altro Joe che pronuncia la seguente frase: “Il monarca verrà incoronato”. E’ una frase che all’apparenza non ha niente in comune con quella delle stelle rosa che stanno cadendo in fila, ma non mi sorprenderei del contrario. C’è da sottolineare anche il cambio dUnderTheDome1X08-2i colore dell’uovo che si trova all’interno della mini-cupola e che probabilmente avrà a che fare con le visioni.

E’ poco, pochissimo il tempo dedicato da Under The Dome al mistero principale, quello per cui la stragrande maggioranza delle persone continua a seguirlo. Abbiamo sì la certezza di una seconda stagione dove sarà possibile aggiustare diverse cose che non hanno funzionato in questa prima stagione (mancano ancora 5 episodi alla conclusione ma non credo a certi miracoli) ma il lento e costante calo di ascolti e di interesse da parte del pubblico, pur mantenendosi su numeri molto alti considerato il periodo estivo, dovrebbe far suonare più di un’ allarme in casa CBS. E in noi telespettatori.

Comments
To Top