fbpx
Recensioni

Under the Dome: Recensione degli episodi 3.10 – Legacy e 3.11 – Love is a Battlefield

Aiutiamo Julia a cercare un ago in un pagliaio!

In questi ultimi due episodi Under the Dome continua a prendersi troppo sul serio e tra sparatorie, amori corrisposti o meno, cure e parti improbabili, morti a ripetizione, gente alienata ed altra che entra di sua volontà in un luogo da cui sa di non poter uscire, lo show ci presenta situazioni che vogliono scardinare le certezze che avevamo sulla cupola ed i suoi abitanti cercando di creare colpi di scena per lasciarci a bocca aperta. Ma noi non siamo boccaloni e non gridiamo “Ohhhhhh” alla prima misera occasione: ormai conosciamo bene questa serie e quindi non ci facciamo più fregare né sbalordire.

under the dome_310_bDopo una delle tante gitarelle in giro per ridenti boschi e per Chester’s Mill, mentre Julia è appena riuscita a far tornare in sé Barbie, Big Jim &Co. sono braccati dagli invasati pro Christine. Di punto in bianco, nel momento in cui sembrano spacciati, sbucano fuori per salvarli altre persone a caso dell’Aktaion che entrano nella cupola come se non ci fosse un domani.

Io davvero mi chiedo perché delle persone con un futuro davanti dovrebbero volontariamente entrare in un posto da cui sanno che non potranno mai uscire. Al di là del fatto che i soldati e la dottoressa non avrebbero nessuna spiegazione plausibile, non regge nemmeno la scusa di Hektor (l’ennesimo capo della pericolosa organizzazione) e di Lyly, la ragazza che se la intendeva con Hunter già solo guardandolo in video.

Sul presunto padre morto di lei che puntualmente si scopre essere ancora vivo anche se trasformato in una massa di atomi scintillanti: i due credevano fosse una buona idea entrare nella cupola per aiutare a trovare una cura alla malattia aliena anche se poi non si sa come lui l’avrebbe portata nel mondo reale, mentre lei non si capisce bene cosa ci avrebbe guadagnato. Ed infatti ecco che poco dopo, ancora puntualmente, cambiano idea e vogliono tornare alla loro vita avendo scoperto che forse c’è una possibilità di uscire.

under the dome_311_cQuesta possibilità è affidata alle “espertissime” mani di Joe (ma uno che ne sappia di più sull’argomento di un adolescente non c’è tra gli invasati?) che deve costruire un congegno per abbattere la cupola, che altrimenti soffocherebbe l’allegra brigata, con a disposizione aggeggi vari, il motivetto che distingue i bozzolati e una grossa pietra irregolare che il ragazzo magicamente riesce a dividere in sette parti esattamente uguali.

Per chi fa parte della resistenza non è chiaro se l’abbattimento della cupola sia una cosa positiva o negativa perché certamente tutti sarebbero liberi di uscire dalla gabbia, però d’altro canto gli alienati non curati continuerebbero a diffondere la “malattia” trasformando in alieni tutto il genere umano. Quindi l’Aktaion sintetizza una cura grazie ad un capello di Christine che Julia letteralmente trova in un pagliaio. Ridicolo! Io spero che gli sceneggiatori si rendano conto di ciò che scrivono: hanno fatto cercare un ago in un pagliaio a Julia! Intanto trova un capello che non è poco ed in più è sicura che è di Christine con tutte le ragazze-martiri passate da quel fienile! Grossissimo Mah! Insomma, testano, ovviamente invano, la cura su Junior e quindi Big Jim ed Hektor (il cui scopo sembra quindi non essere così importante visto come si arrende facilmente) e pensano bene che la cosa migliore da fare sia uccidere tutti quelli entrati nei bozzoli, anche chi momentaneamente è tornato in sé perché a quanto pare un germe della malattia all’interno e latente rimane comunque.

Julia è un po’ preoccupata che Barbie non sia ancora Barbie (mentre lui fatica a fingere di far ancora parte della Comunità), ma per ora ci pensa il giusto e dopo aver cercato un capello tra la paglia compie la seconda impresa: visto che Barbie crede di poter salvare sua figlia anche se sa che è la regina degli alieni, che Eva partorisce in tre giorni dal concepimento e che per farla crescere sono state uccise 12 ragazze, i due rapiscono Eva e stanno insieme a lei fino al parto. Ma Julia capisce che la ragazza sta cercando di non partorire fino all’arrivo di Christine e comincia a spingerle la pancia con un braccio (!) mentre Barbie traffica nelle parti basse! Una scena da Oscar! Comunque fatto sta che la bambina normale non è, arrivano Christine e i suoi, i due scappano e la leader del gruppo soffoca Eva che sembrava tornata normale. Ma pazienza, una in meno, senza sorpresa e senza dispiacere.

under the dome_311_dNel frattempo Norrie uccide una donna senza provare niente e Christine sta sempre peggio perché sta morendo e confessa a Joe che stanno arrivando altri alieni a distruggere l’umanità, gli stessi alieni che tempo indietro hanno annientato il suo mondo: è per questo che è fondamentale uscire dalla cupola. Ovviamente a questo punto non sapevano più cosa inventarsi ed ecco arrivare altri alieni come nel più classico dei copioni in cui vogliono farci credere che questi conosciuti fino ad ora non siano del tutto cattivi, ma abbiano carattere ambiguo che oscilla tra il bisogno di preservazione della loro specie (ed è per questo che ai nostri occhi non paiono buoni) e l’aiutare il genere umano a difendersi dai cattivi più cattivi di loro. Insomma, siamo arrivati fin qui. Stiamo sintonizzati per vedere fin dove si spingerà Under the Dome negli ultimi due episodi di questa terza stagione!

Per restare sempre aggiornati su Under The Dome, con foto, news, interviste e curiosità, vi consigliamo di passare per Under The Dome Italia e per vedere sempre prima gli episodi di Under The Dome seguite la pagina Facebook di Angels & Demons – Italian Subtitles e ricordatevi di mettere like alla nostra pagina Facebook per tutte le novità su tv e cinema

3.10 - Legacy e 3.11 - Love is a Battlefield - il nostro giudizio
  • L'impossibile sempre al primo posto!
Sending
User Review
5 (2 votes)
Comments
To Top