fbpx
Recensioni Serie Tv

True Blood 4.05 – Me and the Devil

Fans di True Blood, dopo la premiere eccomi qui a recensire il quinto episodio. E che episodio!

Mentre lo guardavo ero così presa da ciò che accadeva che non mi sono resa conto del tempo trascorso e quando è terminato – sul più bello naturalmente – non riuscivo a credere che fossero passati 58 minuti.

L’episodio precedente si è chiuso con l’incantesimo di putrefazione lanciato a Pam da Marnie che viene posseduta da questa strega spagnola- vissuta ai tempi dell’ Inquisizione- e che fu bruciata sul rogo; possiamo supporre che voglia vendetta, finora l’ abbiamo vista divertirsi a giocare dei brutti tiri ai vampiri che si sono messi sulla sua strada e non sappiamo ancora chi sia il suo reale obiettivo anche se possiamo ragionevolmente supporre che odi indistintamente tutti i vampiri. Il motivo? Ah, già! ho tralasciato un dettaglio importante che l’episodio ci ha fornito per iniziare a capire meglio tutta la storia: furono i vampiri a perseguire le streghe nei tempi bui dell’Inquisizione.

Bill Compton tiene una breve lezione di storia dei vampiri agli sceriffi della Louisiana – convocati per essere messi in guardia sul pericolo costituito dalle streghe – e noi scopriamo che, nei secoli, i vampiri hanno sempre trovato vantaggioso mantenere una presenza nascosta nelle più potenti istituzioni dell’umanità, nel 1600 l’istituzione più importante era costituita dalla Chiesa e  molti vampiri che si trovavano al suo interno, all’epoca, sfruttarono quella loro posizione  per liberarsi dalla minaccia che le streghe rappresentano da sempre per la loro specie.

Si può quindi comprendere il desiderio di vendetta della strega e visto ciò di cui sembra capace(nel 1610, mentre bruciava sul rogo, risvegliò tutti i vampiri nel raggio di 30 chilometri costringendoli ad uscire alla luce del sole) costituisce davvero una grave minaccia per tutti i vampiri.

Quella delle streghe è – secondo me – la trama più avvincente di tutte le passate stagioni e quello di Marnie uno dei personaggi più interessanti e meglio caratterizzati.

Ma in questo episodio sono accadute tantissime altre cose degne di nota, innanzitutto c’è  stato un bel colpo di scena in apertura di episodio: Tommy che uccide i suoi genitori e non gliene si può fare una colpa visto che volevano ributtarlo sul ring dei combattimenti clandestini. Più avanti si è visto come Sam l’abbia aiutato a disfarsi dei loro corpi e devo dire che mi ha colpito la freddezza di Sam. I miei colleghi recensori trovano noiosa la sua storyline, a me più che altro mi lascia perplessa in quanto siamo arrivati alla quarta stagione ed ancora non sono riuscita ad inquadrare il personaggio, quando penso di averlo compreso succede sempre qualcosa che smentisce la mia teoria. Sono curiosa di vedere cosa accadrà ai fratelli muta forma nei prossimi episodi.

Un altro colpo di scena che ha riguardato l’episodio precedente ma di cui in questo continuiamo a vedere gli effetti ha come protagonisti Arlene e Terry;  le preoccupazioni di Arlene riguardo il suo bambino sembra che fossero fondate anche se da quanto ho capito non è il bambino ad essere malvagio ma è il fantasma di Renè che s’impossessa del bambino. Sarà interessante vedere come si evolverà la cosa in quanto l’inquadratura della scatola di fiammiferi che prende fuoco ci fa capire che l’intervento del reverendo, chiamato per scacciare il male, non ha funzionato. Avete riconosciuto la madre di Tara? Sono sicura di si.

Non possiamo dimenticarci di Jason, dopo essere stato prigioniero nel capanno degli orrori per non so quanto tempo sembra che ora stia bene grazie ad Hoyt e Jessica che l’hanno soccorso in tempo; è interessante ciò che implica per un umano bere il sangue di un vampiro (mi riferisco ai sogni a sfondo sessuale). Chissà se rimarranno solo sogni!

Hoyt e Jessica sono molto carini insieme e io tifo per questa coppia ma sinceramente, trattandosi di True Blood, non vedo un futuro roseo per loro.

E tornando a Jason, i suoi guai non sono finiti visto che presumibilmente alla prossima luna piena, si trasformerà in una pantera mannara. Sono stata  ingenua a pensare che il cambiamento di Jason in questa stagione riguardasse esclusivamente il fatto che fosse diventato un poliziotto, era ovvio che Alan Ball avesse in serbo qualcosa di più grosso.

Per quanto riguarda Tara, Bon Temps ha proprio un effetto negativo su di lei in quanto sembra che stia progressivamente tornando ad essere la vecchia Tara(tranne per l’orientamento sessuale) ma d’altronde la vita che si era costruita a New Orleans era tutta una bugia (che è finita visto che la sua compagna ha scoperto tutto); non so proprio cosa potrebbe accaderle adesso e quale sarà il suo ruolo nella storia. Staremo a vedere.

In questo episodio c’era anche il licantropo Alcide (uno dei miei personaggi preferiti dalla scorsa stagione);  a questo proposito devo dire che sono rimasta un po’ delusa in quanto mi aspettavo di vederlo più protagonista in questa stagione ma, in fondo, siamo solo al quinto episodio e la conversazione per nulla amichevole da lui avuta con il capobranco del luogo mi fa sperare che lo vedremo più coinvolto nella storia da qui in avanti.

Ho lasciato per ultimo il pezzo forte: Eric e Sookie.

E si, è successo. Eric e Sookie si sono baciati. La nostra Sookie alla fine non ha ascoltato il consiglio della nonna quando – parlandole attraverso Marnie – la metteva in guardia sui quei sentimenti che stavano nascendo dentro di lei. Ed anche se io sono TEAM Bill, devo ammettere che le scene tra Sookie ed Eric – in questa versione smemorato – sono state le più belle di tutto l’episodio.

Ma questo è True Blood ed i momenti dolci e romantici non durano a lungo.

Pam si è lasciata scappare dell’incantesimo lanciato ad Eric e che si trova a casa di Sookie. Povero Bill! Rendersi conto che Sookie gli ha mentito (lui l’ha fatto per primo però). Sapevo che in questa stagione Bill e Sookie sarebbero stati distanti, ero preparata a questo e neanche mi dispiace in fondo perché ciò ha fatto sì che potessimo vedere una Sookie e un Bill diversi, era necessario per una crescita ed una evoluzione dei personaggi che stavano diventando noiosi e prevedibili. Anche se io spero sempre in un lieto fine prima o poi.

Non è difficile immaginare la reazione che avrà adesso Bill e azzarderei l’ipotesi che si convincerà del fatto che Eric abbia inscenato tutto quanto per avere la sua occasione con Sookie. Non si prospetta nulla di buono per il nostro Eric, non dimentichiamoci che nella scorsa stagione Bill ha cercato di ucciderlo (anche se l’ha fatto per proteggere Sookie).

Comunque che lui creda o no ad Eric, l’incantesimo lanciato a Pam è evidente quindi il pericolo esiste e lui, in quanto re, dovrà far luce sulla cosa e scoprire da dove proviene la minaccia; anche se credo che presto sarà la strega a manifestarsi a tutti loro attraverso Marnie.

Insomma questo episodio sembra aver dato il via alla trama e mi aspetto un ritmo più veloce da adesso in poi; un difetto di True Blood è che ci sono così tanti personaggi con le loro vicende personali che la storia principale ci mette un po’ a partire, bisogna avere un po’ di pazienza ma è sicuro che alla fine non ti deluderà e questo i fans del serial lo sanno bene. Questo episodio ne è la prova: il bacio tra Sookie ed Eric era sicuramente qualcosa di atteso e credo sia valsa la pena aspettare cinque episodi.

Penso si sia capito che io l’ ho trovato fantastico e la visione di nessun episodio aveva reso l’attesa più straziante, non vedo l’ora di sintonizzarmi su True Blood la prossima settimana.

Nancy

Books, movies, TV series, my cat... Life is sweet.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio