fbpx
Recensioni Serie Tv

True Blood 3.01 Bad blood

A quanto pare la campagna promozionale martellante ha funzionato,ben 5.1 milioni di telespettatori hanno assistito a “Bad blood”,première della terza stagione di True blood,risultato eccellente per la HBO e per la serie,che ha visto crescere costantemente i propri ascolti;vedremo con l’avanzamento delle puntate se questa stagione sarà in grado di eguagliare la potenza della seconda,che ci ha regalato personaggi grandiosi come Maryann,immorale adoratrice di Dioniso,e come Godric,vampiro millenario eroso da una ritrovata coscienza,personaggio che avrei voluto vedere di più nella stagione.

 

Fortunatamente,a differenza di altre serie che ci hanno abituato a salti nel tempo e dimensioni parallele,True Blood riprende da dove si era fermato,troviamo quindi Sookie(la sempre bravissima Anna Paquin) alle prese con il presunto rapimento del suo amato Bill,costretta ad indagare da sola per l’indifferenza dello sceriffo Daerborne.Nel frattempo la sua migliore amica Tara è sconvolta dalla morte di Eggs,e si rifugia tra le braccia della madre,aiutata sempre dal mitico Lafayette;anche Jason,il fratello di Sookie,è sconvolto dalla morte di Eggs,ma il suo è senso di colpa,essendo lui l’autore dell’uccisione,verità nascosta a tutti grazie all’aiuto del detective Bellefleur.Il mutaforma Sam è alla ricerca della sua famiglia ma è preoccupato anche da altro,come si vede da un sogno bollente che ha come protagonista..Bill!Sookie chiede l’aiuto di Jessica,non sapendo che la “neonata” vampira deve affrontare le conseguenze del suo scatto d’ira dopo l’abbandono di Hoyt,cioè l’uccisione di un camionista il cui cadavere si trova proprio in casa di Bill.Il punto di forza della serie sta proprio in questa capacità di mettere a nudo i sentimenti,di non mostrare un falso moralismo,in ogni puntata la viscidità,l’ingordigia,la lussuria e l’avidità,umana e non,emergono con prepotenza;a proposito di “mettere a nudo”,in questa puntata il vampiro statuario Eric mette alla prova le fans dal cuore debole con una scena hot che verrà ricordata per molto tempo,e che provoca i sudori freddi alla stessa Sookie!Eric non è come Bill,è avido e altezzoso,ma non può fare a meno di essere attratto da Sookie,desiderio che ormai è evidente e sotto gli occhi di tutti,nonostante quest’attrazione lo faccia sentire “umano”,cosa che Eric detesta.Nella puntata compaiono anche due personaggi interessanti che già conosciamo,il Magister,l’inflessibile giudice che amministra la giustizia vampirica con enorme rigidità,un vampiro vecchio stampo che detesta gli umani e le loro debolezze,e la potentissima regina Sophie Anne,interpretata dalla guest star Rachel Hurd Wood,uno di quei personaggi che almeno io,amante dei cattivi,trovo molto appassionante;la loro comparsa è legata al traffico di sangue di vampiro,il “V”,che nell’area governata da Eric ha raggiunto livelli estremi,tanto da spingere il Magister ad avviare un’indagine;come sa chiunque ha seguito la seconda stagione è lo stesso Eric a promuovere questo spaccio,su ordine della regina,che mal reagisce alle proteste di Eric dopo il suo ordine di vendere in una notte tutte le scorte di V,d’altronde,come dice lei stessa “non c’è furia all’inferno pari a quella di una regina dei vampiri al verde”.Ma torniamo alla domanda fondamentale,dove si trova Bill?Beh ci viene spiegato subito,è stato rapito da una banda,che lo sta torturando e si nutre del suo sangue,anche se non sappiamo da chi provenga l’ordine,ma è difficile mettere nei guai Bill,che infatti riesce a liberarsi,e si nutre di una provvidenziale vecchietta;Jessica viene richiamata da Bill,riuscendo a far capire a Sookie il luogo dove si trova,ma quando le due arrivano Bill è già sparito e Sookie trova uno strano simbolo che appartiene ad una certa “Operazione licantropo”,e qui entra in scena un’altro elemento della mitologia da sempre legata vampiri,e cioè l’esistenza dei licantropi,che a quanto pare faranno la loro parte anche in questa serie,proprio nei minuti finali Bill si trova costretto a fronteggiarli.Il quadro si complica sempre di più,lo scenario che si prospetta è di quelli peggiori,vedremo qual’è il futuro che attende tutti i protagonisti.

Bibiana

"Shakespeare once wrote that life is about a dream, and that's exactly how i live my life. From one dream to the next."

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio