fbpx
0Altre serie tv

Troy – Fall of a City: Netflix e BBC One al lavoro sulla serie tv ispirata al più celebre poema epico

Difficile (qualcuno direbbe impossibile) tentare un remake di Troy. Soprattutto se l’ultimo aveva per protagonisti Brad Pitt ed Eric Bana nei rispettivi ruoli di Achille ed Ettore. Aggiungiamoci poi che c’erano Orlando Bloom nei panni di Paride, Diane Kruger in quelli di Elena ed un (per una volta sopravvissuto) Sean Bean in quelli di Ulisse. Viene dunque spontaneo chiedersi chi tenterebbe mai l’epica impresa di un remake. La risposta è alquanto scontata: si tratta di Netflix e della BBC. Il canale che ci ha regalato più drama storici di quanti siamo in grado di catalogare, infatti, è al lavoro ad una nuova serie tv che si intitolerà Troy: Fall of a City.

Un nuovo cast e regista per la serie tv su Troy e la guerra dal punto di vista dei Troiani

troy

Se c’è una cosa di cui la nuova produzione – che sarà filmata a Cape Town – di David Farr può andare fiera è di certo il cast. La produzione in otto episodi, infatti, raccoglie un numero di attori (principalmente inglesi ma anche australiani e americani) di tutto rispetto. Nel ruolo di Paride c’è Louis Hunter (già visto in The Secret Circle) ed in quello di Elena Bella Dayne (Humans). Priamo ed Ecuba sono interpretati rispettivamente da David Threfall (Frank Gallagher nella versione inglese di Shameless) e Frances O’Connor (Mr Selfridge) mentre Aimee-Ffion Edwards (Skins, Peaky Blinders) sarà Cassandra, la figlia veggente di Priamo che nel film di Wolfgang Petersen mancava completamente.

LEGGI ANCHE: Special Correspondents: Il Film Netflix con Eric Bana e Ricky Gervais

Tom Weston-Jones (World Without End, Copper) avrà l’arduo compito di interpretare il condottiero troiano Ettore. David Gyasi (Doctor Who, Containment), invece, impugnerà le armi del semi-dio Achille. Nell’accampamento acheo ritroviamo anche Jonas Armstrong (Robin Hood) nei panni di Menelao, Jhonny Harris in quelli di Agamennon e Joseph Mawle in quello di Ulisse. Senza dimenticare il recentemente defunto Wes Gibbins di How to get Away with Muder! Aflie Enoch, infatti, sarà nel cast nei panni di Enea.

Una scelta interessante e di certo coraggiosa quella di affidare metà dei ruoli principali ad una componente di attori afro-americani. Un passo sicuramente importante per la BBC e per la visione della storia di Omero.

“Sarà come se gli spettatori sentissero questa storia vecchia di 3000 anni per la prima volta”

Coraggiosa la promessa di Piers Wenger, capo della commissione di BBC Drama. Si tratta di una produzione in otto parti, scritta ad David Farr (The Night Manager), Nancy Harris, Mika Watkins e Joe Barton. Alla regia Owen Harris (Misfits, Black Mirror) e Mark Brozel. Malgrado non si sappia ancora molto sui costi di produzione o sull’ipotetica data di messa in onda, Troy: Fall of a City ha già stuzzicato il nostro interesse.

Non sarà mai grandiosa come la produzione di Petersen ma, 12 anni dopo l’epico film scritto da David Benioff, forse era ora di riportare sullo schermo un grande drama graco. Perché dovesse necessariamente trattarsi di una storia già nota e raccontata come l’Iliade non ci è dato saperlo. Per ora ci affidiamo a Netflix e BBC, sperando che non ci deludano.

Fonte: upi.com

Comments
To Top