fbpx
News Serie TVSerie Tv

Transparent: Jeffrey Tambor parla della fortuna di interpretare Maura Pfefferman!

Transparent-castProtagonista delle serie di Jill Soloway prodotta lo scorso anno da Amazon Studios, con il suo personaggio di Mort /Maura Pfefferman, Jeffrey Tambor è riuscito non solo a conquistare il pubblico ma anche la critica, vincendo vari premi tra cui un Golden Globe.

Deadline ha intervistato l’attore di Transparent, che ritornerà ad Ottobre per una seconda stagione.

Nella tua lunga carriera hai avuto modo di interpretare diversi ruoli iconici come Hank Kingsley in The Larry Sanders Show o George Bluth Sr. e Oscar Bluth in Arrested Development. Cosa significa per te il personaggio di Maura?

E’ il ruolo più trasformativo che ho mai avuto e sono stato davvero fortunato nella mia carriera. Io e Maura abbiamo la stessa età e ci siamo trovati al posto giusto nel momento giusto. Per me è stato un regalo meraviglioso. Inizieremo a girare tra un mese la seconda stagione e sono davvero contento.

La prima stagione si è conclusa con una rivelazione drammatica non detta a tavola Pfefferman. Questo è il punto da cui ripartirà la seconda stagione?

Ho chiesto espressamente a Jill di non dirmelo. Prima di tutto, lei non ci dice molto in genere. E in più mi piace non sapere queste cose. Ma una cosa la so: è molto di più, credo che scaveremo più a fondo nel personaggio di Maura.

Sembri così in contatto con Maura, sembra che tu respira e viva con lei. Ti senti in questo modo?

DLNow_DP_Transparent-Review_092614C’è un bellissimo proverbio che dice che tu sei bloccato con il personaggio ma anche anche il personaggio è bloccato con te.
Ovviamente, quando mi ha scelto per questo ruolo Jill ha visto qualcosa in me che avrei potuto dare a Maura. E’ stato un vero piacere per me. Credevo che avrei affrontato questo ruolo solo esternamente, nell’aspetto, ma mi sbagliavo. Per me è stato un percorso interiore, con l’attore e con me stesso. E’ stato un piacere ed una grande emozione. L’autentica ricerca del proprio io di Maura è emblematica di quello che sta realmente accadendo nel mondo, di qualcosa che ha bisogno di venire alla luce ed essere visibile. E’ una cosa incredibilmente attuale.

Transparent non è stata solo una delle serie più apprezzate di Amazon ma, come hai detto tu, è entrata a fare parte di un discorso sociale molto più ampio sul genere e l’identità. Che significato ha per te questo dibattito?

Quando le persone parlano con me di questo show, alla fine si arriva sempre a parlare delle proprie famiglie e dei segreti che custodiscono. A volte si parla di transizione, altre di un parente che fa parte della comunità transgender, altre soltanto delle proprie famiglie e dei propri segreti. Guardando tutto questo, sono arrivato all’idea che il nostro show risponda ad una domanda basica “se cambio, mi amerai lo stesso?”
Un paio di mesi fa un signore molto curato e professionale mi si è avvicinato in aereo e mi ha detto “grazie per avermi fatto conoscere un argomento di cui non avevo alcuna conoscenza”. Ho pensato “Ci siamo. Stiamo facendo la differenza. Stiamo comunicando.”

Se non avete ancora visto Transparent,in questo articolo, vi diamo 5  buoni motivi per vederlo!

Valentina Marino

Scrivo da quando ne ho memoria. Nel mio mondo sono appena tornata dall’Isola, lavoro come copy alla Sterling Cooper Draper Price e stasera ceno a casa dei White. Ho una sorellastra che si chiama Diane Evans.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio