Da recuperare

Transparent: i 5 buoni motivi per recuperare la serie tv

‘Un cambiamento nella televisione come un cambiamento personale, Transparent alza il livello dela programmazione con raffinatezza e sincera dedizione al cammino umano,nel bene e nel male.’ (Rotten Tomatoes)

Agli ultimi Golden Globe si è aggiudicata due statuette, Miglior comedy e Miglior attore di una serie ransparetmv comedy. E questi sono cinque motivi per cui, secondo me, dovreste binge-watchare la prima stagione di questa nuova serie targata Amazon.

1409218187_o-TRANSPARENT-facebook

Un segreto

Mort Pfefferman ha tre figli ed una ex moglie. É un affermato professore universitario prossimo alla pensione che vive in una casa troppo grande per lui. Fin qui nulla di strano, anzi sembrano le premesse per una storia noiosa e già sentita. Ma tutti nascondiamo qualcosa a qualcun altro, alcune volte anche a noi stessi. Abbiamo i nostri segreti e a volte siamo in grado di tenerlo chiuse in scatole che non apriamo da anni e anni.

DLNow_DP_Transparent-Review_092614

Sessualità

Mort in realtà è Maura. Lo è sempre stata e ha finto per una vita di essere Mort. E ciò ha significato anche fingere di amare una donna, costruire con lei una famiglia e avere dei figli. Ma non siamo qui a giudicare ciò che è stato, sia qui a raccontare la storia di un uomo che finalmente trova il coraggio di raccontarsi ai propri figli per come realmente è.
Figli che a loro volta vivono conflittualmente con la propria sessualità.

transparent-renewed

Famiglia

Istituzione fondamentale in ogni società umana, attraverso la quale la società stessa si riproduce e perpetua, sia sul piano biologico, sia su quello culturale. Questa la definizione che ne dà la Treccani. Un piccolo porto sicuro o una trappola da cui è difficile scappare? Quanto le bugie e i segreti possono intaccare i rapporti familiari?

Transparent-Amazon

Il cast

Lui è la colonna portante, il magnete intorno a cui gravita tutto il cast: Jeffrey Tambor (forse qualcuno di voi lo ricorderà in Arrested Development) riesce a dar vita ad un personaggio di sicuro non facile con un’eleganza che in pochi hanno. La sua interpretazione gli è già valsa un Golden Globe, ma ne arriveranno di sicuro anche altri di premi.
Accanto a lui Gaby Hoffmann, Amy Landecker, Jay Duplass ed una quasi irriconoscibile Judith Light.

La colonna sonora

L’autore di questo piccolo scrigno di ricordi si chiama Dustin O’Halloran. A lui è stata affidata la supervisione musicale della serie. Per chi volesse approfondire la sua conoscenza, consiglio l’ascolto dei suoi lavori da solista (sue sono molte delle musiche che sentite in Maria Antonietta di Sofia Coppola), ma anche i suoi album con i Devics, band da lui fondata con la cantante statunitense Sara Lov.

Non so se vi ho completamente convinti, ma spero di avere creato in voi almeno una scintilla di curiosità per una serie che ha tutte le carte in regola per entrare nella lista delle migliori dell’anno.

Comments
To Top