fbpx
How to get away with Murder

How To Get Away With Murder: Recensione dell’episodio 3.03 – Always Bet Black

How To Get Away With Murder

Nelle serie tv longeve, apprezzate o meno che siano, c’è sempre la possibilità di vedere almeno una puntata di raccordo. Il cosiddetto “episodio filler”.
Nonostante tutto, però, nel caso di How To Get Away With Murder, non userei questo termine, poiché ogni puntata contribuisce, anche se in modi e con tempistiche differenti, a comporre il puzzle generale.
Nel caso di “Always Bet Black”, ci troviamo appunto di fronte ad un episodio di passaggio.
La puntata non ci ha proposto un caso particolarmente intricato, né ha concesso troppo spazio all’evoluzione della trama principale, ma le singole storie dei personaggi hanno comunque compiuto un piccolo passo avanti.

In particolare, dopo Annalise, la seconda protagonista della puntata, (perché si è sempre secondi di fronte a quel gigante di donna), è stata Laurel.
Fino a questo punto, gli autori non avevano svelato molto del suo passato. Nelle precedenti stagioni, c’erano sì stati svariati riferimenti al suo rapporto contrastato col padre, ma solo in quest’episodio abbiamo potuto assistere ad un confronto diretto tra i due. How To Get Away With MurderSin dalla prima inquadratura, il personaggio di Jorge Castillo (Esai Morales) ci è stato presentato dal punto di vista di Laurel, che considera il padre come un uomo d’affari freddo e senza scrupoli; un uomo che non solo ha abbandonato la madre della ragazza, ma che si è persino rifiutato di pagare il riscatto ai rapitori della figlia, ancora sedicenne. L’opinione che Laurel si è fatta di quest’uomo, tuttavia, non è del tutto esatta. Per quanto non sia un “padre modello”, infatti, Jorge ama la sua bambina ed è sinceramente preoccupato per lei, per ciò che resta del loro rapporto e soprattutto per la sua relazione con Frank. Inizialmente, Laurel non riuscirà ad abbattere il muro che si è creato tra lei ed il genitore, continuando invece a far appello al risentimento che li ha divisi fino a quel momento; solo alla fine, quando Jorge ammetterà di essere orgoglioso della figlia, la giovane si lascerà trasportare dall’emotività.

Oltre a Laurel, anche Bonnie e Michaela si trovano a dover affrontare i fantasmi del loro passato.
Da questo punto di vista, HTGAWM si riconferma una serie particolarmente attenta al proprio universo femminile, formato da donne tenaci, spesso alle prese con problemi più grandi di loro.
Bonnie, infatti, si sente particolarmente toccata dal caso di Janie, una ragazza creduta dispersa dalla madre ma che How To Get Away With Murderin realtà è stato uccisa da Toby Salomon, il Maniaco delle Squillo.
Il discorso dell’assistente di Annalise finisce per mettere in crisi quest’ultima, poiché si fonda su una verità spesso difficile da accettare: a volte, anche una piccolissima azione può fare la differenza.
Può darsi che quest’azione non sia la più favorevole per noi e che finisca per svantaggiarci, ma questo non la rende meno giusta, meno valida.

Per quanto riguarda Michaela, invece, nonostante il suo disagio sembri scaturire principalmente dalla relazione del suo ex fidanzato con un’altra ragazza, sono convinta che la studentessa di legge sia ben lontana dall’essere afflitta da banali problemi di cuore. How To Get Away With Murder
Il personaggio di Michaela, infatti, è uno di quelli ad essersi evoluti maggiormente nel corso delle stagioni: il passaggio da ragazzina arrogante e saputella a donna disillusa e quasi apatica, non è stato di poco conto. A parte che per qualche raro momento di follia con Asher, sembra proprio che questa ragazza abbia perso la capacità di sorridere e che debba sempre fingere una serenità che non le appartiene più. D’altro canto, lei ed i K5, seppur giovanissimi, sono stati costretti a sostenere un fardello pesante sulle proprie spalle, ed ognuno di loro ha reagito in un modo diverso, eppure comprensibile.

Detto ciò, in attesa della prossima settimana, non ci resta che piangere silenziosamente per la Coliver, sperare in un’allegra riunione familiare con Frank e continuare a scommettere sull’identità del nostro “Man Under the Sheet” – che comunque, per quanto ne sappiamo, potrebbe rivelarsi anche una donna.

Per restare sempre aggiornati su How to Get Away With Murder con foto, news, interviste e curiosità, vi consigliamo di visitare How to Get Away With Murder Italia, Le Regole del Delitto perfetto , Mi nutro di serie tv e non dimenticate di mettere like alla nostra pagina Facebook per essere sempre aggiornati su tv e cinema.

3.03 - Always Bet Black
  • Pedine in movimento
Sending
User Review
4 (1 vote)
Comments
To Top