Recensioni

Timeless: Recensione degli episodi 1.02 – The Assassination of Abraham Lincoln e 1.03 – Atomic City

Timeless

Arrivati al terzo episodio di un nuovo telefilm, possiamo già incominciare a tirare qualche somma, farci un’idea di cosa sia lecito aspettarsi e cosa no.

TimelessCosa possiamo dire allora di questo Timeless?
Partiamo da quello che sicuramente non è. Timeless non è un telefilm sofisticato. Lo si vede chiaramente in alcuni dialoghi che esplodono come granate stordenti. Come il sentito dibattito del secondo episodio che verteva sul “tua sorella sì e mia moglie no, eh? Brutta e cattiva!”. Dove fatti personali piuttosto delicati vengono sbatacchiati in giro come al banco della carne o discorsi complessi, che spaziano dalla scienza alla filosofia, vengono accettati come legna da ardere.

Timeless non è rigoroso.
Ora, ci sta che tracciare delle regole definitive sui viaggi del tempo sia per un certo verso assurdo e praticamente impossibile, ma da questo tipo di storie ci si aspetterebbe una certa coerenza. Un’enunciare delle regole chiare che poi verranno seguite durante tutta la serie allo scopo di creare un certo ordine. Qui, a parte il semplice comandamento “non puoi viaggiare dove esiste già una versione di te stesso” (ma questa regola teoricamente l’hanno già buttata all’aria visto che nel ’62 Anthony era probabilmente già nato) il resto è gettato al caso. Nel pilot era stato detto che era solo possibile capire il quando e non il dove dei viaggi nel tempo ed ora la regola è già stata superata. Ora possono pure ritrovare l’altra macchina del tempo nel presente “ci vorrà solo un po’ di tempo ma si può fare!”. Ammazza, han fatto in fretta!

L’effetto farfalla dei salti nel tempo è per esempio un aspetto molto interessante del telefilm. Ma viene utilizzato un po’ a casaccio. Lucy si ritrova con una madre sana, una sorella in meno e pure un fidanzato. Se la questione della sorella viene presentata in modo piuttosto interessante e plausibile, c’è poco da fare per quel che riguardtimeless103-03a il fidanzato materializzatosi dal nulla. Non perché sia una cosa impossibile, ma perché suggerisce il fatto che ogni singolo viaggio nel tempo compiuto dalla nostra squadra possa portare dei cambiamenti inimmaginabili. Se già solo Lucy si è ritrovata con simili stravolgimenti, non è lecito pensare che cose simili possano essere capitate ad ogni singola persona del pianeta? Capitano tutte a lei? È perché lei è speciale? I nostri si assicurano che a grandi linee la storia non venga modificata, ma il furto di una bomba atomica volete che possa passare così inosservato? Che non abbia avuto nessuna ripercussione storica?

E’ anche vero che seguendo questa logica la premessa dell’intero telefilm risulterebbe un po’ pericolosa. Il team potrebbe per esempio ritrovarsi totalmente cancellato dalla storia tornando da uno dei viaggi o ritrovarsi senza nessuno lì ad aspettarli perchè l’intero progetto non è mai nato o l’invenzione della macchina del tempo non è mai avvenuta.Non sarebbe una svolta interessante far trovare ai nostri un presente diverso ogni volta che ritornano indietro dai loro viaggi? Affascinante sì, ma probabilmente il telefilm diventerebbe totalmente incontrollabile. Certo è che sarebbe bello vederlo osare un po’ di più su questo fronte.

Insomma, è chiaro che Timeless non ha intenzione di prendersi troppo sul serio. È per forza un male?
Okay, una maggTimelessiore attenzione ai particolari e una trama un filo più ragionata non potrebbero far altro che giovare al telefilm, ma è anche vero che io lo sto trovando divertente e originale quel tanto da avermi preso all’amo. Il ritmo degli episodi è buono e la qualità delle ricostruzioni storiche è più che decente.
Un’altra cosa che funziona è il trio protagonista. Non sarebbe male puntare un po’ più di attenzione sui personaggi in sè (a parte Lucy, degli altri, al di fuori dei viaggi, non abbiamo visto molto), ma insieme la squadra funziona e i membri si bilanciano a vicenda in modo interessante. Okay, sappiamo tutti che un innamoramento è dietro l’angolo, che proprio sul più bello la moglie di Wyatt apparirà a rompere le uova nel paniere e che i segreti di Rufus prima o poi emergeranno creando scompiglio. Ma è anche vero che ci sono un sacco di direzioni che si potrebbero imboccare e volendo essere ottimisti c’è ragione di sperare in una lenta crescita.

Intanto il telefilm ha trovato un suo passo e si è dimostrato bravo nel trovare dei personaggi storici a cui sia facile relazionarsi (vedi il figlio di Lincoln nel secondo episodio o l’amante di kennedy nell’ultimo). Il mistero di Rittenhouse rimane ancora un po’ ai margini, con Flynn che si ripete senza riuscire a emergere con forza come personaggio. Però ora ha in mano un bomba atomica e resta da scoprire cosa ne vorrà fare.

Insomma, abbassando un po’ le proprie aspettative, Timeless risulta piacevole e accattivante e tiene viva la speranza, che avendo trovato una propria sicurezza narrativa, possa crescere per spingersi in territori più interessanti (proprio come aveva fatto Fringe dopo un inizio un po’ incerto… anche se il paragone è un po’ azzardato).

E voi cosa ne dite? Timeless vi ha convinto o vi ha fatto desiderare di tornare indietro nel tempo per cancellarlo?

Per tanti approfondimenti, news, foto e indiscrezioni su Timeless passate sulla pagina Timeless Italia Serie Tv e ricordatevi di mettere like alla nostra pagina Facebook per tutte le novità su tv e cinema.

1.02 - The Assassination of Abraham Lincoln e 1.03 - Atomic City
  • Senza troppe pretese
Sending
User Review
3 (1 vote)
Comments
To Top