fbpx
Recensioni Serie Tv

The Walking Dead: Recensione dell’episodio 4.16 – A

Benvenuti alla recensione del penultimo episodio della quarta stagione. Avrei voluto che fosse vero. La più grande pecca di questo finale è di avere rappresentato perfettamente tutta (o quasi) la seconda parte della quarta stagione: è preparatorio. Abbiamo assistito ad otto episodi (sette, via) preparatori, della prossima stagione, per finire con una conclusione che non solo non conclude nemmeno questa parentesi, ma che non va oltre a delle scelte e a delle situazioni per altro telefonate.

thewalking dead 416gIntendiamoci, non siamo di primo pelo e non siamo nuovi ai cliffhanger, sappiamo cosa sono e non faremo esposti al Codacons per aver lasciato la stagione in sospeso (cose che accadono in Italia, sfortunatamente), però i buoni cliffhanger sono altri, le buone costruzioni di un intero stralcio di stagione sono altre. La buona struttura prevede sviluppi di situazioni diverse che sono interconnesse e che poi la narrazione fa convergere ad un punto di svolta che causa il gran botto finale. Qui è stato tutto ricreato in modo didascalico e quasi fisico: le storie parallele erano proprio strade o binari e la svolta finale diventa un punto fisico, Terminus. Non leggo il fumetto, non ho seguito nessuno spoiler, non ho poteri mistici, ma né io né, immagino, alcun’altro ci aspettavamo che Terminus fosse un buon rifugio, un posto sicuro, un oasi accogliente. Le persone che ci vivono son peggio del governatore (almeno quello non se la mangiava la gente, come pare proprio facciano i nostri amici della Stazione Termini): se questa doveva essere la botta finale, non solo è stata una conclusione anticlimatica, ma decisamente è stata sciatta, più da sbadigli che da brividi.

La stagione si chiude con un Rick che in stile Monnezza declama un (parafrasando) “eh mo’ so cazzi loro, nun sanno co chi se so messi”.

thewalking dead 416ePerché, a mio avviso, è sbagliato? Perché lo spettatore si aspetta tutto, perché sappiamo che manca ancora gente ma che poi arriveranno, perché i proiettili che gli sparano a pochi passi, non certo per ferirli, ma per indirizzarli al vagone, non fanno paura né a loro né a noi. Perché sappiamo che Rick non può morire, perché sappiamo che questi a Terminus sono cattivi ma prima o poi verranno fatti fuori, con qualche morto tra gli inutili e magari un bel sacrificio degli importanti, ma per tutto questo dovremo aspettare parecchi mesi, dopo averne “persi” alcuni nel viaggio preparatorio.

Ma non è tutto da buttare (finale a parte), né nella stagione, né nell’episodio. L'”on the road” nel genere post apocalittico ha sempre un suo grande fascino, perché mescola diversi elementi tra cui possono spiccare il pericolo sempre in agguato, la visione della devastazione e gli effetti della mancanza di vita umana e l’approfondimento dei personaggi perché la solitudine e il pericolo permettono alle forze primordiali di uscire allo scoperto, facendo intravedere delle persone che nella realtà della pacifica quiete non esistono.

thewalking dead 416hInfatti è voluto il continuo parallelo tra i flashback del tempo della prigione nel quale Rick sceglieva di “posare la spada e imbracciare la zappa” per far vedere un modo di vivere migliore a suo figlio e quello che lo stesso Rick è forzato a fare per difendere la sua vita e ancor di più quella dell’unico componente della sua famiglia che lui crede gli sia rimasto. La scena dell’uccisione del gruppo di predoni è brutale e emotivamente intensa e lascia lo spettatore contrastato. Difendere i propri affetti in un mondo in cui la minaccia è costante spinge a fare le cose più impensabili, farlo con ferocia inaudita sconvolge, molto più della giugulare strappata a morsi è la scena fuori schermo dell’infierire con continue coltellate su un nemico che ormai non poteva più lottare. Qual è la verità? Qual è il giudizio morale in tutto questo? Credo che alla fine la verità sia principalmente una e la rende chiara la parte di trama dedicata ad Hershel: quando l’oscurità e il male assoluto ti circondano e sono i tuoi compagni di viaggio, è tremendamente facile diventarne parte integrante, con le migliori o peggiori intenzioni.

E pezzi di buio li abbiamo visti in questa mezza stagione, come nel bellissimo episodio dedicato a Carol e Tyresee e in parte in quello incentrato su Daryl e Beth, ma in altri capitoli la narrazione è stata troppo insicura e ripetitiva; le potenzialità del viaggio sono state sfruttate solo parzialmente e la sensazione generale è rispecchiata da questo finale: un compito svolto per la sufficienza, con momenti intensi, ma pochi, e lunghe ripetizioni di un lavoro senza infamia e senza lode.

Per restare sempre aggiornati su The Walking Dead, con foto, news, interviste e curiosità, vi consigliamo di passare per The Walking Dead Italia e per vedere sempre prima gli episodi di The Walking Dead seguite la pagina Facebook di Angels & Demons – Italian Subtitles

4.16 - A

Contraddittorio

Valutazione globale

User Rating: 2.64 ( 11 votes)

Articoli correlati

13 Commenti

  1. Come dicevamo da altre parti, personalmente ho trovato questo episodio deludente solo fino a un certo punto. Tutto l’ andazzo della seconda parte di questa stagione indicava appunto che avrebbero rimandato alla prossima gli sviluppi significativi ed ormai mi ero persino rassegnato a vederli arrivare a Terminus senza che neanche scoprissero di che si trattava. Che fossero emuli di Hannibal, era facile aspettarselo anche perchè mi pare “naturale” (secondo la logica post apocalisse) che prima o poi qualcuno decida di affrontare la mancanza di cibo decidendo di passare ad un menù più “proteico”. D’ altra parte, c’è anche in “The Road” (libro e film) questa scelta per cui non mi meraviglia che ci siano anche qui dei cannibali (ammantati qui da una qualche giustificazione messianica come si intuisce dalla sala delle candele). Certo, si potevano risparmiare la battuta finale di Rick che fa molto misto tra “er monnezza” e il Rambo di “vengo io a prendervi”, ma agli americani piace il tipo duro e buono per cui gliela dobbiamo concedere.

    Ho apprezzato invece la parte con Rick e il gruppo di Joe anche se i flashback con Hershel erano piuttosto didascalici. Però, la brutalità di tutta la scena è stata ben resa ed anche le scene successive con i dialoghi tra Daryl e Rick e tra Michonne e Carl erano necessari.

    Unico dubbio per la prossima stagione: quindi si ritorna di nuovo allo schema buoni contro cattivi con Garteh nuovo governatore e Terminus (non mi rubare Roma Termini 🙂 ) come nuova Woodbury ? non si rischia il già visto ?

    P.S.: niente da fare per Caterina, anche stavolta Carl la sfanga ! 😀

  2. Carino, ma anche a me lascia un pò stranito.

    Troppo ovvio il finale di un Terminus non ospitale, però c’è da dire che le modalità per mostrare le stranezze del posto e della gente, il girato, i dettagli (come la stanza con le candele), incuriosiscono. Strano anche il modo che hanno scelto per farli salire sul vagone, quantomeno lascia un pò di suspence.

    Quello che mi ha lasciato leggermente sfasato nelle ultime puntate, e anche in questa, è che spesso all’inizio delle puntate non capisci se è la puntata giusta, e cioè sembrano iniziare a cazzo, come se fossero puntate singole, separate, senza un filo logico, questo almeno nei primi minuti, e in questa puntata, i flash back non è che mi siano piaciuti troppo……ma sarà stata una cosa del momento….

    Ma in tutto ciò Beth, la piccola, e gli altri dove sono?

  3. Concordo con te, finale strano. Praticamente la seconda parte di stagione, oltre a mostrarci i personaggi in difficoltà perché soli e divisi dal gruppo non ha portato a nulla, sarebbe stato più interessante almeno sviluppare un paio di episodi a “Termini”, no? Potevano farci vedere almeno Beth ridotta in costolette o viva nei container… boh. Io poi, ho sempre il mio problema con i dialoghi. In questo finale ancor più finti del solito. Michonne e Carl fuori alla prigione parlano in modo finto e strutturato per essere due ancora scioccati dall’aggressione e soprattutto il sottolineare stile spiegone ” noi siamo mostri” si poteva evitare poiché già nell’agguato avevamo visto i nostri uccidere joel &company nello stesso modo in cui generalmente uccidono i Walker – Daryl schiaccia la testa del tipo con la scarpa – o come i walker uccidono le persone -Rick strappa la giugulare e squarta il tipo pedofilo.

  4. Ma è finito TWD o è andato in onda un episodio girato per caso, nell’evenienza che venissero smarrite le pellicole con il girato dell’episodio vero? Uno dei finali meno ricordabili di quest’anno direi, nonostante questa seconda metà di stagione a me sia piaciuta molto. Io credo che ancora una volta, in questo show, sia palese la forte divisione tra il voler fare una seri figa, con una ottima fotografia, del make up pazzesco e un tema un po’ gigione come quello dell’apocalisse zombie, e dall’altra la volontà di indagare l’animo umano quando è in situazioni di bilico e ritorno alle origini. Non è mai successo che questi due elementi riuscissero a dare vita ad un equilibrio, c’è sempre l’eccesso dell’uno o dell’altro, come dimostrano i dialoghi troppo deboli anche di questo episodio (davvero Michonne non ce ne frega nulla della tua teoria sull’essere bestie e cattivi). Dite quello che volete, ma se ci fosse meno fanboyismo dietro questa serie, non susciterebbe tutto il clamore che suscita, io continuo a considerarla un buon telefilm, ma non “il migliore dell’universo”. Dette tutte queste cose (per cui verrò linciata 🙂 ), mi sembra inutile ripetere i concetti già espressi benissimo dalla recensione, ma vorrei però aggiungere che io mi aspettavo davvero il botto da questo episodio, qualche testa mozzata di Glenn o Michonne uccisa, o Beth sotto forma di salsiccia, e anche alla fine, quando Carl rimane per ultimo a salire sul container, gridavo: “Ma sparategli!!!” e invece nulla… tutti vivi, tutti cazzuti,tutti felici, il mondo è piccolo, la brigata Brancaleone vi aspetta alla prossima stagione, ciao cari! Ed è questo il punto di delusione più grande, non la struttura del racconto, ma la mancanza di una perdita, di una sofferenza, e sinceramente, Rick che mozzica uno dei loschi non fa ne caldo ne freddo, dopo aver ucciso Shane a sangue freddo, ammazzare un pedofilo che minaccia tuo figlio mi sembra più legittimo… Aspetto Pukka!!!
    P.S. Però carl mi è piaciuto molto qui, non sono così Erode come credete ! <3

  5. Continuo a sostenere che le stagioni sono oramai “sfasate”. Se quello precendete era un season finale, quello prima ancora un mid-season finale, pure questo non sembra affatto un finale di stagione ma un’intermezzo… Non capisco veramente perché impostare il tutto in questo modo, oltremodo fastidioso…
    Con la frase finale sembrava tanto volessero riprendere la figaggine di Walter White, senza riuscirci… Peccato, per il resto finale nella media…

    P.S. Piccolo appunto per la salvaguardia della nostra lingua: “qual è” si scrive senza apostrofo… 😉

  6. Io mi sento di non poter esprimere un opinione solo sull’ultima puntata che per altro non ho ben compreso fino in fondo. Ancora qualche dubbio ce l’ho.
    Quello che più mi interessa è un giudizio sulla quarta serie in cui francamente a mio avviso non succede poi granchè ed è tutto molto prevedibile. La scelta del Terminus non ha avuto abbastanza patos o spiegazioni, è sembrata del tipo <>. Tutto era molto prevedibile cosi come son d’accordo le puntate sulle storie parallele non sono state ben sfruttate a parte alcune.

    Ma quello che continuo a non vedere è una TRAMA. non vedo un disegno, o almeno non lo intuisco, sono 4 serie e non c’è mai stato, fatto salvo lo scienziatoo delle ultime puntate un riferimento o un accenno, magari una riflessione su COSA E’ CAPITATO AL MONDO INTERO?? Possibile che tutto ruota intorno alla sopravvivenza?

    Sono d’accordo pure su questa divisione in mid. season e final season e relativi episodi finali. Non ci azzeccano
    Non si ha mai la sensazione che qualcosa si concretizzi, pure quest’ultima puntata poteva essere la fine di metà serie non la fine della serie vera e propria.

  7. Altissima tensione per questa ultima puntata tutto sommato buona anche se “il tanto declamato shock” alla fine non c’è ne stato più di tanto.
    Rick,Carl e Michonne alla fine ahimè incontrano il gruppo di Joe e mentre tutto stava andando sempre sempre peggio Rick dall’impossibile tira fuori una rabbiaaniumale e brutale repressa per troppo tempo, azzanna alla gola e uccide Joe (lui e il suo gruppo hanno avuto la fine che si meritavano) e il tipo che stava abusando di Carl e “dà il là” alla rivolta di Michonne e Daryl che intanto era pronto a sacrificarsi per Rick e co& e stava subendo un pestaggio brutale, Rick è venuto fuori da una situazione impossibile per chiunque altro e stato un grande e lo è stato ancora di più quando prigioniero sul treno assieme agli altri (si sono rivisti anche il gruppo di Abraham,Glenn e co& tutti ancora vivi ma chissà ancora per quanto?) a Terminus dice: “Che hanno fatto incazzare le persone sbagliate” un mito!!!
    Non capisco la reticenza di Carl verso suo padre, capisco che il ragazzino era ancora sconvolto ma se Rick non avrebbe fatto quello che ha fatto non voglio immaginare come sarebbe andato a finire non solo per lo stesso Carl ma per tutti quanti gli altri.
    Commovente Rick che dice a Daryl che si sentiva in colpa che lui e suo fratello.
    Abbiamo scoperto attraverso i flasback come Hershell abbia convinto Rick “a fare il contadino” e quest’ultimo abbia tentato di fare la stessa cosa con Carl.
    Gareth lo odiato dal primo istante che lo visto.
    Di per sè questa quarta stagione e stata più che sufficiente anche se finora rispetto alle tre precedenti stagioni e stata se si può dire”la più debole”.
    Certo che come si fà ad apettare la quinta serie per tutto questo tempo?
    Vedendo una puntata del genere di un telefilm unico e magnifico come TWD e poi vedere la maggior parte delle altre serie tv diventa quasi banale.

  8. Mi spiace per Caterina averla fatto attendere così tanto, ma sono stato a Parigi per una settimana il giorno dopo la messa in onda del finale. Dato che non ho più l’episodio fresco fresco (né le sensazioni datemi), per la settimana trascorsa, giustamente, con il cervello da un’altra parte (bellissima Parigi *_*), perdonami se ti copio incollo il commento a caldo scritto su un altro forum:

    “Visto il finale di stagione…MOLTO bella come puntata, finalmente un finale come Dio comanda (a memoria, il migliore della serie finora)!

    Ho gradito parecchio la costruzione alla LOST, con il flashback sparso di qua e di là a rimarcare il cambiamento avvenuto lungo tutto l’arco della stagione dei personaggi principali, mostrando anche come la “morte” della prigione e di Hershel sono stati anche i bilancieri che hanno sfasciato il precario equilibrio che si stava venendo a creare in Carl e Rick.
    La puntata è stata un tripudio di tutto ciò che la serie può offrire, al suo meglio: personaggi, tensione, ansia ed azione, in un mix ottimo!
    La prima parte funge da pezzo da 90 per il finale…ed ha portato su schermo perfettamente la controparte cartacea (con le dovute modifiche di Michonne e Daryl)…speravo che mostrassero il tentativo di stupro di Carl e che non lo censurassero…MENOMALE! Ho temuto seriamente per Daryl quando hanno iniziato a pestarlo! Rick è stato brutale e sanguinolento come gli autori avevano promesso. Piaciuto anche il dialogo post-evento con Daryl, che ricorda quello del fumetto con Abrahm sul “bottone”. Carl e Michonne insieme fanno faville, stanno uscendo fuori come due personaggioni, soprattutto il primo!
    La seconda metà, benché cali nei ritmi, è costruita ottimamente in un crescendo esplosivo (tutta la scena in cui Rick capisce dell’inganno con annessa fuga è favolosa e mette un’ansia assurda), con un finale che, ad onor del vero, mi aspettavo più shockante (mi aspettavo ci scappasse qualche morto o che prendessero Carl in ostaggio), ma che pone ottime basi per un inizio di 5° stagione movimentato quanto basta. Lo spero almeno, dato che non se ne andranno da lì prima del prossimo mid-season finale, garantito! XD
    Bellissimo l’anfratto pieno di carcasse umane (si vedono chiaramente delle colonne vertebrali umane) che si vede lungo la fuga, fa intendere ampiamente che questi sono i famosi cannibali!!! *_*

    Puntata promossissima, tra le migliori della stagione insieme alla 4×04/08/09/14, e stagione promossa, con il suo particolare mix tra prima e seconda parte (alti e bassi annessi, come norma).
    Per la prima volta in TWD attendo la prossima season con impazienza (sì, perché quello finale resta un cliffhanger in tutto e per tutto, nonostante quel che ho letto in giro)!

    P.S. non so se ti riferissi a me, ma io non considero affatto TWD come “la migliore serie dell’universo”, ma assolutamente! XD
    Anzi, fino a 2 anni fa ti avrei detto che non merita affatto gli ascolti che fa (ad onor del vero nemmeno ora XD), ma sento che la serie ed i personaggi stanno crescendo pian piano sempre più e che la serie, a meno di PESANTI scivoloni, potrebbe tranquillamente affiancare quelle serie che vengono talvolta idolatrate eccessivamente (come Lost), senza però mai avvicinarsi ai capolavori indiscussi come Breaking Bad o i Soprano!

  9. A parte che come “recensore” di Telefilm Central sono onorata che qualcuno dopo essere tornato dalla adorata Parigi (la migliore primavera del mondo è lì), possa ricordarsi del finale di TWD e di leggere la nostra opinione. Però come spesso accade, non mi sento di concordare in pieno con quanto hai scritto, sia per quanto riguarda Michonne e Carl, sia per la tensione che questo episodio pare avere. Una cosa è sicura: non è stato il peggior finale di stagione dello show (perchè il primo secondo me non lo batte nessuno), però non si può definire neanche un vero e proprio colpo di scena… che qualcosa puzzava in Terminus era chiaro fin dai cartelloni, e che il gruppo si sarebbe riunito anche, avrei preferito essere scioccata brutalmente che dovermi sorbire di nuovo tutta la solfa di Rick sul :” Noi siamo i più forti, combatteremo chi ci vuole morti perchè siamo una famiglia, etc etc”. Però è innegabile un passo avanti sul piano della trama, finalmente c’è qualcuno che ha passato il limite, c’è la pazzia, c’è la non sanità mentale che una situazione apocalittica giustifica al 100%.
    Per quanto riguarda il Fanboyismo non mi riferivo a te, o a nessun lettore in particolare, ma volevo sottolineare che forse, se fosse meno “la serie del momento”( perchè su sky parlano solo di TWD), forse avrebbe meno spettatori come merita, e potrebbe lasciare il posto a prodotti di livello più alto, altrettanto pieni di sangue e indagine sull’essere umano.
    Bonjour!

  10. Figurati, onore mio che un recensore di Telefilm Central si ricordi così di un utente (con il quale spesso e volentieri non concorda, per giunta) e aspetti la sua opinione. Come minimo una risposta te la dovevo! ^_^

    Ad ogni modo, non ho ben capito, reputi il primo finale di stagione il più brutto o il più bello? Dalla frase non lo capisco benissimo. XD
    Quanto alla tensione, non saprei che dirti se non “è soggettiva”, perché, per quanto la cosa fosse telefonatissima (mai parlato di colpo di scena), il momento in cui l’inganno crolla è stato costruito a puntino e la scena del confronto con fuga annessa mi ha fatto salire una certa ansia (culminata nell’accerchiamento finale ed annessa prigionia nel vagone A).
    Mi è piaciuto che per un volta abbiano concluso una stagione con un cliffhanger vero e proprio, un momento di sospensione, che creasse attesa, e non con una conclusione/inizio di un nuovo capitolo com’è sempre stato fino ad allora (l’esplosione del CDC e l’addio ad Atlanta nel primo, l’abbandono della fattoria e la nascita della dittatura di Rick nel secondo e la vittoria sul Gov con annessione del popolo di Woodbury nel terzo). La recensione parla di “prosieguo scontato” in quanto si sa già che i nostri fuggiranno dal vagone, ammazzeranno i cattivi, ci saranno perdite nel mentre ecc ecc…io dico “grazie ad orazio”, il focus di un cliffhanger non è sempre il “cosa succederà adesso?”, perché in TUTTI (o quasi) i serial gli eventi che vedono il protagonista in una “situazione senza apparente via di uscita” si risolvono con una soluzione che li vedrà salvarsi con qualche perdita nel mentre…il punto di questo tipo di cliffhanger non è il COSA o il SE, bensì il COME!
    Detto ciò, TWD è la “serie del momento” perché gli Zombie fanno tendenza, perché ha un fumetto (validissimo, ben più della serie) alle spalle e perché fondamentalmente è un prodotto semplice ed abbordabile. Non gliene si può far una colpa e per questo penalizzarlo, basta ignorare coloro che ne vedono solo oro colato sempre e comunque (tipologia di fan presente SEMPRE, per qualsiasi prodotto)! XD

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio