fbpx
News Serie TV

The Walking Dead: per Scott Gimple la sesta stagione avrà più punti di contatto col fumetto

La quinta stagione de The Walking Dead è terminata in un crescendo continuo di emozioni. Rick ha avuto il suo bel da fare ad uccidere prima dei walkers invasori e poi Pete, il dottore ubriacone e violento, proprio davanti all’assemblea riunita dei cittadini di Alexandria che in quel momento stava decretando sulla sua espulsione dalla comunità. Come se non bastasse, compiuto il fatidico gesto sul marito di Jesse, appare in scena un sorpreso Morgan: i suoi ricordi di un Rick con le mani ancora non sporche di sangue andati in frantumi.

In questo periodo estivo, nei mesi torridi di mezzo tra la fine di una stagione di una serie e l’inizio della successiva, per saziare l’appetito dell’ attesa il buon fan va alla ricerca di tutte le notizie che circolano sulla sua serie preferita. Ecco quindi che le parole del produttore di The Walking Dead Scott M. Gimple, rilasciate a Ew.com, sono oro colato. Gimple ha dichiarato che c’è la possibilità di vedere nella sesta stagione eventi che nei fumetti fanno riferimento al passato e che potrebbero risultare essenziali per lo svolgimento della storia.

[Intervistatore]: La quinta stagione è terminata con Rick intenzionato a prendere il controllo di Alexandria: la sesta ripartirà da questo?

[Gimple]:Nell’ultima stagione fino alla fine l’happy ending era in dubbio. È stato interessante vedere come Rick, anche se alla fine non fosse stato cacciato, avrebbe dovuto ammazzare un sacco di persone per prendere il comando. Alla fine ha trovato un modo, diciamo anche provvidenziale, per poter dimostrare a queste persone di cosa hanno bisogno, e per mostrare loro chi è lui veramente. E ora che lo ha fatto, adesso si trova nella non invidiabile posizione di trascinare questi cittadini verso il suo modo di pensare. Ma, io vi dico, il mondo non andrà nella stessa direzione in cui lo vorrà far andare Rick.’the walking dead season six

[I]: Questo significa che quelli di Alexandria saranno più uniti che mai?

[G]: ‘Potrebbe sembrare così, ma ci sono alcuni aspetti interessanti da considerare. Appena Rick uccide Pete, si ritrova faccia a faccia con Morgan. Ricordate cosa ha detto Morgan? “Tutte le vite sono preziose”, e la prima cosa che vede Rick fare è uccidere una persona. Sicuramente ci sarà un confitto, si creerà una situazione problematica. E non sappiamo neppure se tutti quelli di Alexandria si sottometteranno al volere di Rick.’

[I]: Avete aggiunto un sacco di facce nuove quando avete introdotto Alexandria, sarà così anche nella prossima? Sappiamo che Heat, un personaggio dei fumetti, si unirà allo show televisivo.

The Walking Dead[G]: ‘Si, esatto. Corey Hawkins lo interpreterà. È molto bravo e non vedo l’ora che faccia vivere il personaggio di Heat. E anche lui è molto eccitato all’idea, a telecamere spente sul set è praticamente un fan della serie. Ci sono altre nuove persone che vedrete ancora prese dal fumetto, ma non vi dirò di chi si tratta per ora.’

[I]: Cosa puoi dirci ancora sulla sesta stagione?

[G]: ‘Dirò questo: penso che durante la prima metà di stagione ci saranno un sacco di situazioni che costituiranno una sorta di prequel per altre situazioni prese dal fumetto nella seconda metà della stagione. Credo che si tratti del collegare col passato alcuni eventi che vedremo prossimamente. Alcuni personaggi faranno riferimento a cose accadute nel passato nei fumetti, e noi saremo in grado di portare in scena alcuni di questi eventi in un modo diverso da come appaiono nel fumetto.’

Mario Altrui

Web Content Editor per Telefilm Central dal lontano 2014. Scrivo pareri soggettivi richiesti da nessuno sulle mie serie televisive preferite.

Articoli correlati

Back to top button