Interviste

The Walking Dead: il regista e produttore Greg Nicotero introduce la midseason premiere

L’attesa per il ritorno de The Walking Dead è praticamente finita: questa domenica gli zombie più amati del mondo televisivo tornano con una midseason premiere che promette scintille: pare infatti che questa volta Rick e company dovranno combattere i non-morti nell’oscurità piuttosto che alla luce del sole. E ci saranno più zombie di quanti ne siano mai apparsi. Ew.com ha raggiunto Greg Nicotero, uno dei produttori nonché regista della prima puntata di questa sesta stagione, che ha rilasciato alcune dichiarazioni interessanti riguardo il prossimo episodio, che ha diretto personalmente:

[EW]: Cosa possiamo aspettarci da questa midseason premiere?the walking dead 608c

[GN]: ‘Nella prima metà di questa stagione abbiamo mostrato la cava, fatto vedere come i walkers ne fossero scappati, per poi seguire il nostro gruppo attraverso tutte le tribolazioni per difendere Alexandria e loro stessi. Il nono episodio prende tutte queste storylines e le unisce in un unico grande epico scontro tra uomini e non-morti, come non si era mai visto prima in questo show.’

[EW]: Cosa significa quest’ultima frase? Che intendi con “come non si era mai visto prima”?

[GN]: ‘Non ha precedenti perchè non abbiamo mai visto il nostro gruppo in una situazione come questa. Una cosa è quando un bel gruppo di non-morti è ammassato fuori dalla recinzione della prigione, un’altra vedere gli abitanti di Alexandra circondati e capire se Rick possa farcela o meno a guidarli. Senza contare che il gruppo è separato. Non ci sono né Glenn, né Daryl, Sasha e Abraham: Rick non ha al suo fianco il suo gruppo migliore di combattenti. E si trova anche nella posizione di dover difendere qualcuno a cui tiene davvero: Jessie, i suoi figli, tutti gli abitanti. Sarà un momento difficile per Rick. Penso che supereremo il record della prima puntata di questa stagione: ci sarà un numero maggiorthe walking deade di walker, e un numero maggiore di uccisioni. Sarà come un film d’azione.’

[EW]: Di che numeri parliamo, all’incirca?

[GN]: ‘1300 non-morti.’

[EW]: Non è un tantino assurdo?

[GN]: ‘Sul set lo staff non è mai stato così numeroso, quindi no. È un episodio dove tutti i nodi tornano al pettine, per poi ripartire in una nuova direzione: e questo è davvero eccitante sia per i produttori che per gli attori stessi. Andremo avanti in un modo diverso da come abbiamo fatto finora.’

[EW]: Sarà un episodio notturno, sarà diverso anche per questo.

The Walking Dead[GN]: ‘È un punto a cui tengo molto questo: abbiamo speso otto episodi guardando gruppi di zombie radunarsi al chiaro di luce presso i cancelli di Alexandria. Ho subito pensato che fosse importante vederli all’attacco di notte, perchè avrebbe dato allo show un aspetto molto diverso rispetto a quello cui siamo abituati. Anche questo, sarà un qualcosa di nuovo. Mi è costato un giorno intero di riprese: nel vero senso della parola, non abbiamo girato per un giorno per rientrare nei costi del budget e poter girare di notte. È a quel punto che ho pensato: o ho preso la miglior decisione della mia carriera, o la peggiore, perchè alla fine ho assecondato soltanto una mia intuizione. Riguardando l’episodio completo, però, ho avuto la sensazione che fosse stata la scelta giusta.’

Dopo aver letto un’intervista del genere, chi ce la fa più ad attendere il nuovo episodio?

Comments
To Top