fbpx
Recensioni

The Walking Dead – 3.06 Hounded

Dopo due episodi adrenalinici, non sapevo cosa aspettarmi da ‘Hounded’- titolo italiano ‘La Preda’. Come tutti voi ho passato la settimana a chiedermi chi ci fosse dall’altro capo del telefono e, soprattutto, se la pazzia di Rick avesse un limite. Le prede a cui il titolo fa riferimento sono Rick, perseguitato dai “fantasmi”, Michonne, inseguita da Merle & Co., e Andrea, troppo stupida per accorgersi che il Governatore è un maniaco collezionista di teste.

Il cold open parte a razzo con Merle e i suoi scagnozzi sulle tracce di Michonne. Trovano pezzi di zombie sistemati per dare loro un messaggio: Go Back. Ma quanto è badass lasciare uno zombiegramma? All’improvviso compare lei, che li fa fuori ad uno ad uno, tranne Merle, of course, e un altro tizio inutile. Da qui partono tre filoni narrativi che andiamo a vedere:

La prigione

Dopo i titoli di testa, ritorniamo nella prigione. Rick è al telefono. Con una donna, apparentemente una sopravvissuta, una fortunata che ha trovato un posto sicuro dove vivere. Rick sembra ritrovare il senno, perlomeno ha realizzato di avere una figlia appena nata, e le chiede di accoglierli tra loro.

Stiamo morendo… stiamo morendo.

Dopo essere andato a vedere come stanno i compagni, Rick torna accanto al telefono. Chiama un uomo che gli chiede se abbia mai ucciso qualcuno e Rick risponde con la lista delle sue vittime. Quando poi gli chiede come sia morta sua moglie e lui non risponde, l’uomo attacca.

Intanto Zio Daryl, il nuovo T-Dog e Carl continuano a ripulire la prigione. Abbiamo finalmente l’occasione di conoscere meglio Daryl, in una scena molto toccante. Racconta al ragazzino della scomparsa di sua madre, morta in un incendio, cercando di consolarlo per la morte di Lori. Mentre sono in avanscoperta, Daryl trova il coltello di Carol, dandogli ancora un briciolo di speranza che la donna sia viva. Continua a cercare e la trova, nascosta in uno stanzino. E’ molto toccante la scena in cui Daryl non ha il coraggio di aprire la porta per la paura di trovare Carol trasformata. Io ero fermamente convinta che non fosse morta.

Dopo un’altra breve telefonata con la donna, la quale gli consiglia di parlare della morte della moglie, arriva la quarta. È un’altra donna. È la voce di Lori, e solo ora mi rendo conto che quelle erano le voci degli altri “caduti” del gruppo. Questa allucinazione di Rick gli permette di dirle che la ama, di togliersi un po’ di quel senso di colpa che lo sta opprimendo, di sfogarsi e chiederle scusa per non essere riuscito a metterla al sicuro. La voce di Lori gli ricorda di doversi concentrare sulla bambina, su Carl e sugli altri, di avere ancora uno scopo, una missione da compiere, che è quella di tenerli al sicuro. Rick torna dai suoi compagni e finalmente riesce a salutare la figlia, esclamando ‘è mia… è mia…’ – naturalmente aveva ancora il dubbio fosse di Shane – e prendendosi l’impegno di proteggerla.

Woodbury

Intanto, a Woodbury, continua il flirt tra Andrea e il Governatore, il quale dopo averle consigliato ‘Mangia, bevi e sii allegra, domani potresti morire!’ riesce a portarsi la stupida bionda tra le lenzuola. Poco prima, lui le spiega che prima dell’apocalisse, era un loser, che non era fiero di se stesso. Non mi sorprende che ora sia diventato un maniaco del potere.

Merle e Michonne

Torniamo a Capitan Uncino e Wonderwoman. Mentre Merle e Michonne combattono vengono assaliti dai walkers. Lei scappa e Merle dice al compagno di dire al Governatore di averla uccisa e non rischiare troppo – tanto è vicina alla “zona rossa” e morirà comunque. Questo lo credi tu, bello.

Mentre Michonne scappa da Merle, incrocia Glenn e Maggie che sono in giro a fare rifornimenti, e li spia da dietro una macchina. Ma anche Merle è nei paraggi, infatti pochi minuti e carramba, che sorpresa! Merle incontra Glenn, e prendendo come ostaggio la ragazza, lo costringe a “dargli un passaggio” a Woodbury. Qui informa il Governatore di aver preso i suoi vecchi “compagni” e che si farà dire dove sono accampati.

Michonne continua sulla sua strada, ritrovandosi alla prigione, dove, mimetizzata tra gli zombie, viene notata da Rick.

‘La Preda’ è un episodio molto più lento e calmo dei precedenti, che serve a descriverci lo stato d’animo di Rick, la sua “quiete” dopo la tempesta. È un episodio necessario a dare a loro e a noi un po’ di speranza, grazie anche al ritrovamento di Carol.
Merle e Daryl sono sul punto di incontrarsi, proprio quando Daryl mostra tutta la sua umanità,di essere molto diverso dal fratello. Alla prigione stanno per venire a conoscenza di Woodbury, il Governatore sta per sapere della prigione, i fratelli Dixon stanno per ricontrarsi. E cosa farà Rick con Michonne?

Comments
To Top