fbpx
Recensioni Serie TvSerie Tv

The Vampire Diaries: recensione dell’episodio 5.12 – The Devil inside

Altro buon episodio per The Vampire Diaries, che dopo le sorprendenti svolte della scorsa puntata, si ritrova con un paio di assi nella manica su cui puntare; infatti, sia lo scambio Elena- Katherine, sia il triangolo amoroso Klaus, Caroline e Tyler, sono inserimenti interessanti, che portano un po’ di giusto movimento a Mystic Fall! Uso il termine “giusto” perché a me, per esempio, tutta la storyline dei vampiri di Augustine non ha per niente colpito, l’ho trovata troppo sbrigativa, nata dal nulla, con un cattivo che non faceva paura a nessuno e molto sprecata visto che l’hanno conclusa in poche puntate, per cui sono contenta che quel capitolo così mal gestito si sia chiuso e di poter tornare alle più classiche faide interne tra personaggi a noi ormai familiari, che con i loro sentimenti d’odio o amore animano la piccola Mystic Fall!

Diciamoci la verità: non si può stare senza Katherine! The Vampire Diaries ha assolutamente bisogno della sua presenza, e in The Devil Insidequesta puntata si vede come il suo sia una dei personaggi meglio costruiti di questo telefilm. È cattiva, ma non è solo un villain, ha anche un forte lato umano che abbiamo avuto modo di vedere lo scorso episodio con i flashback sulla sua famiglia e che continuiamo a vedere anche in questo, quando dichiara alla figlia il suo amore per Stefan. Che dire del simpatico siparietto in cui lei, nelle vesti di Elena, parla con Stefan e “se la prende” perché lui non sta soffrendo per la sua morte? Più lato umano di così!!
Però non si può dimenticare che lei resta sempre la cattiva della situazione, e quindi oltre che i suoi desiderati intrighi amorosi ci mostra anche tutto il suo lato di comica insofferenza quando si trova a contatto con i migliori amici di Elena: appena Matt la invita ad entrare in casa lo soggioga per lasciarla in pace e andarsi a cercare una bionda con cui provarci e da buona vipera, per non ascoltare le lamentele ed i problemi di Caroline, le fa rivelare di avere fatto sesso con Klaus apposta perché Tyler lo senta. Ci vuole qualcuno a cui non freghi nulla del buonismo e dei sentimenti positivi di cui era sempre troppo carica Elena! Ci vuole qualcuno che scombussoli un po’ le carte in tavola, e questo è il ruolo perfetto per Katherine che in meno di 5 minuti, dato l’odio che prova nei confronti di Damon, riesce (tutto sempre fingendosi Elena) a lasciarlo definitivamente, non solo perché punta Stefan, ma soprattutto per il semplice piacere di vendicarsi di come Damon l’ha trattata in punto di morte.

Sarà molto interessante seguire sia gli sviluppi di Katherine, decisa a restare a Mystic Fall e riconquistare Stefan, sia gli sviluppi di questo “nuovo” Damon che senza più la presenza salvifica di Elena decide di tirar fuori un po’ del suo fascinoso dark side e tornare il cattivo di un tempo. (Bisogna ammettere che Damon in versione cattiva acquista mille punti fascino!)

L’altro spunto interessante si cui si focalizza questo episodio è la relazione tra Caroline e Tyler, fatta di tira e molla, e che spesso ci aveva lasciato con l’amaro in bocca, perché conclusa velocemente e senza troppi approfondimenti e spiegazioni. Lei fa sesso con Klaus, Tyler torna a Mystic Fall con la speranza di riconquistarla, ma non riesce a tollerare che lei abbia avuto un rapporto proprio con la sua nemesi, colui che ha ucciso gli altri ibridi, che ha ucciso sua madre, e che Tyler odia come nessun altro al mondo. Sono molto intense le scene della loro lite, ed è facile vestire i panni di una e dell’altro perché entrambi hanno in parte ragione e in parte torto. È bello per uno spettatore vedere riaperto questo capitolo che ci aveva tenuto spesso con il fiato sospeso nelle scorse stagioni e che era finito troppo velocemente. Anche se le cose tra loro non si sistemeranno, Tyler è sempre un gradito ritorno e anche Caroline speriamo riesca ad conquistarsi più visibilità grazie agli sviluppi del loro amore-non amore.

damon-cattivoL’unico punto debole che si può riscontrare negli attuali sviluppi della serie è la mancanza di un vero cattivo. Un Villain, (con la V maiuscola) come erano stati Klaus o Silas, insomma, una storia più complessa che si dipani nella seconda metà della serie, che tenga davvero banco. Perché con la storia di Augustine sono andati ben poco lontano e anche Katherine non ha certo la stoffa per essere l’antagonista principale della stagione. È un personaggio eccentrico e interessante, ma la vedo più per dare colore piuttosto che per gestire lei tutto il lato malvagio del telefilm. Si sente la mancanza di un filo conduttore, di una trama orizzontale importante, che leghi i singoli episodi fornendo una strutturazione più complessa ed intrigante alla serie. Viene da chiedersi come possa andare avanti lo show senza un’importante storyline che coinvolga i protagoinsti più che per qualche misera puntata!

Nel complesso The Vampire Diaries fa centro con un altro buon episodio!

5.11 the devil inside

nuovi spunti

Valutazione Globale

User Rating: Be the first one !

Valentina Lendspines

"Satia te sanguine, quem sitisti cuiusque insatiabilis semper fuisti"

Articoli correlati

1 commento

  1. E’ proprio vero: senza Katherine non si può proprio stare! Questa settimana la serie ha preso una piega nuova e diversa…vediamo un po’ dove ci porterà! Mi piacerebbe solo vedere un po’ di più Bonnie e Jeremy!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Pulsante per tornare all'inizio